giovedì 2 febbraio 2023

ALBERTO BATTISTOLLI “ENTRA” IN MOVISPORT: PRONTA LA “CAMPAGNA EUROPEA” 2023

Il giovane figlio d’arte vicentino, uno dei migliori prodotti della filiera italiana legata ai giovani, arriva a dare ulteriore valore alla scuderia, affiancando grandi Campioni.

Per lui è pronto in programma di nuovo nel Campionato Europeo Rally con una Skoda Fabia Rally2 di Delta Rally.

La presentazione della nuova joint avrà luogo a “Rally Meeting” a Vicenza, questo fine settimana.

Reggio Emilia, 02 febbraio 2023 – Un nuovo “nome” andrà a rinforzare ulteriormente la già ampia schiera di grandi Campioni che corrono con i colori Movisport.

La griffe reggiana annuncia oggi di aver acquisito nella propria squadra esclusiva Alberto Battistolli, figlio del grande “Lucky”, uno dei giovani piloti italiani che nelle ultime tre stagioni ha avuto una notevole evoluzione tecnico-sportiva.

Classe 1997, Alberto Battistolli ha seguito le orme del blasonato padre Luigi, debuttando nel 2016, dedicandosi in prima battuta alle auto storiche, per poi passare alle “moderne”, dove ha costruito le proprie stagioni successive a piccoli e significativi passi, sino ad arrivare alla sua prima vittoria assoluta alla Coppa Liburna terra del 2021. In totale ha collezionato sette successi assoluti, l’ultimo dei quali al Rally del Brunello lo scorso dicembre. E’ sostenuto da Aci Team Italia dalla stagione 2020 in quanto ritenuto pilota di interesse nazionale.

Il programma di Alberto Battistolli, assecondato da Simone Scattolin, nel 2023 prevede di nuovo la partecipazione al Campionato Europeo Rally (che hanno concluso al 7° posto nel 2022) al volante di una Skoda Fabia Evo Rally2 del preparatore veneto Delta Rally. 

La stagione continentale avvierà l’11 e 12 marzo in Portogallo al Rally Serras de Fafe, su fondo sterrato e l’obiettivo del giovane vicentino sarà certamente il capitalizzare l’esperienza della stagione passata ed avvicinare sensibilmente le posizioni di vertice della classifica. Inoltre, quando possibile, Battistolli parteciperà ad impegni del Campionato Italiano Rally Terra.

“Onorato, oltre che felice, di avere Movisport al mio fianco in questa importante stagione – afferma Alberto Battistolli - spero avere possibilità di crescita sportiva. Approcceremo questo 2023 con cautela ma anche con la risolutezza per andare ad ottenere buoni risultati”.

“Siamo felici di questo nuovo arrivocommenta Zelindo Melegari, del management di Movisport questo conferma la grande vitalità del nostro sodalizio e la costante ricerca di collaborazioni che possano portare soddisfazioni sportive non soltanto a noi ma anche ai nostri partner e, come in questo caso, all’intero movimento dei rallies italiani. Peraltro, Alberto Battistolli è anche molto giovane, ci piacerebbe essere in un certo modo i registi di una sua forte escalation internazionale”.

La presentazione di Alberto Battistolli con la nuova “mise” Movisport avrà luogo questo fine settimana in occasione di Rally Meeting a Vicenza.

#Movisport #RacingIsLife #ERC #AlbertoBattistolli  #BattistolliScattolin  #AciTeamItalia


IL 2° RALLY CITTA’ DI FOLIGNO APRE LE ISCRIZIONI



Dalla giornata odierna la gara entra nel vivo e sino al 22 febbraio sarà possibile iscriversi alla terza prova del Challenge Raceday Rally Terra, con la novità principale sarà la cerimonia di partenza al sabato sera in Piazza della Repubblica a Foligno.

Gli scenari unici della Valle Umbra si confermeranno teatro di grande rally con le sfide saranno tutte alla domenica, su un percorso di elevato livello tecnico, punteggiato da sei prove speciali in totale.


Foligno (Perugia), 02 febbraio 2023 – Da oggi, sino a mercoledì 22 febbraio sarà possibile iscriversi al 2. Rally Città di Foligno.

Organizzato da PRS GROUP il rally è in programma per il 4-5 marzo e sarà valido quale terza e penultima prova del Challenge Raceday Rally Terra 2022/23.

Se lo scorso anno era tutto nuovo, con tanti piloti che temevano il nuovo percorso, quest’anno l’evento attende tanti protagonisti in più, visto il notevole successo che la sfida umbra propose con i suoi percorsi di elevato livello tecnico. 

Si ritorna dunque nella Valle Umbra con grande convinzione, a grande richiesta, aspettando nuove sfide ed andando anche a sfidare principalmente colui che alla prima edizione fece in concreto “gli onori di casa”, vincendo l’appuntamento per lui fuori porta, Francesco Fanari, in coppia con Cristina Caldart, in quella che per il pilota di Spello fu la prima vittoria assoluta in carriera. 

SPORT E TERRITORIO DI NUOVO INSIEME PER DARE VALORE ALLA VALLE UMBRA

L’evento, già alla prima edizione, venne visto come ideale incentivo per l’immagine del territorio, utile volàno per il comparto turistico-ricettivo della bella pianura della Valle Umbra, con i suoi dolci rilievi collinari e i contrafforti della dorsale appenninica centrale. Un luogo anche ricco di memorie storiche e di tradizioni importanti, come ad esempio il fatto che nella città del celebre “Palio della Quintana” fu stampata, nel 1472, la prima edizione della Divina Commedia. Un luogo dunque da visitare ed apprezzare oltre allo sport.

Il lavoro della struttura che fa capo Oriano Agostini ha definito percorso e programma, riaffermando una forte unione di intenti insieme alle Amministrazioni locali, in particolar modo con il Comune di Foligno e grazie anche alla determinante collaborazione di Paolo Galli, referente presso il comune per il rally. 

LA NOVITA’: CERIMONIA DI PARTENZA AL SABATO SERA

Si entrerà nel vivo dell’evento da giovedì 2 febbraio, con l’apertura delle iscrizioni (fino al giorno 22). Ci si porterà poi “sotto gara”, con le verifiche sportive e tecniche previste per venerdì 3 e sabato 4 marzo, quest’ultimo giorno anche dedicato alle ricognizioni (ore 10,00-15,00) ed allo shakedown (ore 14,00-18,00).

Ma la grande novità della gara sarà la cerimonia di partenza, dalle 19,01, in grande stile dalla centrale Piazza della Repubblica in Foligno, location affascinante e ricca di storia. Una storia che parte ben dal XIII secolo, quando vennero costruiti tre palazzi importanti sul lato opposto al Duomo: il palazzo del Podestà, il palazzo dei Priori e il palazzo del Capitano del Popolo.

L’indomani, domenica 5 marzo le sfide, nel format previsto dal Challenge Raceday Rally Terra: due distinte prove speciali da ripetere tre volte per un totale competitivo di 46 chilometri a fronte dell’intero tracciato che ne misura 280. L’arrivo sarà sempre in Piazza della Repubblica a partire dalle ore 17,45.

PROGRAMMA (in via di approvazione federale)

Giovedì 2 febbraio Apertura iscrizioni

Mercoledì 22 febbraio Chiusura iscrizioni

Venerdì 3 marzo

ore 19,00/21,00

Verifiche Sportive/Accrediti e distribuzione Materiali alla Segreteria Rally

Sabato 4 marzo

ore 08,00/10,00

Verifiche Sportive/Accrediti e distribuzione Materiali alla Segreteria Rally

ore 08,00/13,00

Verifiche Tecniche al Parco Assistenza, Zona Ind. La Paciana, Foligno 

ore 10,00/15,00 Ricognizioni autorizzate (3 passaggi totali)

ore 14,00/18,00 Shakedown

ore 19,01 Partenza – Piazza della Repubblica – Foligno 

ore 19,10 Ingresso in Riordino Notturno – Viale Marconi – Foligno 

Domenica 5 marzo

ore 07,01

Uscita Riordino Notturno – Viale Marconi – Foligno

ore 17,45

Arrivo con premiazione (sub-judice) - Piazza della Repubblica, Foligno 


NELLA FOTO: I VINCITORI DEL 2022, FANARI-CALDART (Race Emotion)

#RallyCittadiFoligno2023 #Foligno #Umbria #Rally #rallying #rallye #rallycar #racing #rallysport #rallyracing #rallycars #rallylife #rallylovers #rallyfans #motorsport  #rallypassion  #cars #car #rallydriver #rallyes #maximumattack #rallytime  #Raceday #chiterragode


PRS GROUP Srl

Via del Lavoro n. 372

Zona Artigianale Ponte Rosso 47835 SALUDECIO – RN

Tel. e Fax 0541-987806 

e-mail: info@prsgroup.it


lunedì 30 gennaio 2023

Svelato il 17° #RA Rally Regione Piemonte

                                          




                     Alba e Langhe pronte a ospitare di nuovo

il Campionato Italiano Assoluto Rally-Sparco

 

La manifestazione è in programma il 14 e 15 aprile 2023,

valida anche per Coppa Rally di Zona, Ter e Wrc Plus.

 

ALBA (Cuneo) - #RA Rally Regione Piemonte, che raccoglie l’eredità del Rally di Alba si presenta con una veste molto tradizionale che si svilupperà nell’arco di due giorni di gara – venerdì 14 e sabato 15 aprile 2023  ­- su un tracciato ispirato alle precedenti due edizioni. La prova piemontese, con partenza e arrivo ad Alba e sviluppo sulle strade delle Langhe, sarà valida per il Campionato Italiano Assoluto Rally-SPARCO, per la Coppa di Zona, per la Coppa Wrc Plus e per il TER, Tour European rally Series.

A organizzare la 17ª edizione sarà, come sempre l’Asd Cinzano Rally Team il cui presidente, Bruno Montanaro, spiega: “Offriamo ai piloti e agli appassionati un percorso ben collaudato, con il massimo possibile di prove speciali. Saranno 101 km nella gara tricolore e Ter e 73 in quella Crz e Wrc Plus”.


Il programma

Le iscrizioni al 17° #RA Rally Regione Piemonte saranno aperte, attraverso la consueta procedura digitale sul portale Aci Sport da lunedì 13 marzo a mercoledì 5 aprile. Sabato 8 aprile distribuzione road book e ricognizioni autorizzate per il Crz che potranno proseguire nel conoscere il percorso giovedì 13, assieme agli equipaggi iscritti alla gara Ciar.  In serata è prevista una prima sessione di verifiche sportive e tecniche per gli iscritti al campionato Ciar, così saranno pronti per lo shakedown del mattino successivo a partire dalle 8. Venerdì 14, dopo le verifiche, sullo shakedown saranno presenti gli altri partecipanti.

Alle 15.30 di venerdì 14 aprile verrà data la partenza da piazza San Paolo di Alba per la power stage Ciar, con diretta Tv che sarà anche la prima prova speciale della gara Crz. Sabato 15 la gara Ciar si svolgerà su altre 7 prove speciali (due da ripetere due volte e una da ripetere tre volte) per concludersi alle 19.40 con la premiazione, sempre in piazza San Paolo. Prima, nel pomeriggio, saliranno sul palco i vincitori del Crz, che si svolgerà in coda al Ciar su altre 5 prove speciali per concludersi allee 17.30

Le prove speciali

Shakedown San Grato di Santo Stefano Belbo, km 2,88. Rappresenta la parte iniziale della prova speciale San Grato che verrà percorsa nella giornata di sabato. Lo shakedown è tutto in salita e si sviluppa tra le pregiate vigne di Moscato d’Asti.

Power Stage Castino, km 2,29. Parte dalle soglie dell’abitato di Castino per scendere verso Rocchetta Belbo seguendo, come previsto dal format Ciar, la parte finale della prova speciale San Grato.

P.S. San Grato, km 14,74. Si snoda tra i vigneti con diversi cambi di pendenza e di asfalto toccando Santo Stefano Belbo, la frazione Scorrone di Cossano Belbo, Castino e Rocchetta Belbo. La prova è identica a quella dell’edizione 2022. Verrà ripetuta due volte dal Ciar e due dal Crz.

P.S. Roddino, km 13,13. Parte da Borine con i suoi ripidi tornanti in discesa; sale a Roddino per poi scendere verso il fondovalle prima dell’ascesa finale verso Cissone. La prova è identica a quella dell’edizione 2022, tranne la parte finale che non verrà utilizzata. Verrà ripetuta due volte dal Ciar e una dal Crz.

P.S. Igliano, km 14,21. Parte dalla frazione San Luigi di Igliano, tocca Torresina e raggiunge Parolo attraverso una gran varietà di strade, asfalti e pendenze. La prova speciale viene riproposta nella versione usata nel 2021.

Sul sito web www.rallyalba.it sono riportate tutte le informazioni sulla manifestazione

Programma, tempi e mappa CIAR sono in questa pagina: https://www.rallyalba.it/ciar101km/

Programma, tempi e mappa CRZ sono in questa pagina: 
https://www.rallyalba.it/crz68km/

 

A.S.D. Cinzano Rally Team

ACI LIVORNO HA PREMIATO I SUOI CAMPIONI 2022

Voluto fortemente dall’Ente provinciale labronico per rilanciare, promuovere e sostenere tutti i protagonisti e le realtà che da anni sono attive sul territorio nel mondo del motorsport nazionale, il Campionato ha festeggiato il suo primo anno di vita.

Tra i premi consegnati ben ottomila euro in buoni benzina.


Livorno, 30 gennaio 2023 - Per Aci Livorno un’ulteriore conferma che ancora una volta indica il territorio elbano come un’area storicamente ricca di tradizione, passione e ricca di campioni  riguardante il panorama automobilistico sportivo.

Sold out e grande soddisfazione quindi per la premiazione del Campionato Sociale 2022 che si è tenuta sabato 28 gennaio presso la sede Aci in Largo Vera Modigliani (zona Parco levante). Nella sala, stracolma di piloti e di un vasto pubblico accorso per assistere alla premiazione, regnava un’atmosfera di grande orgoglio partecipativo.

La giornata è iniziata alle ore 12 con il discorso del Presidente di Aci Livorno, Marco Fiorillo, che si è detto soddisfatto per il successo della prima edizione del Campionato Sociale e si augura che tale Campionato diventi una consolidata e forte tradizione per l’ente di Via Verdi. Il discorso è poi continuato con il ringraziamento verso i suoi più stretti collaboratori tra cui, Ambrogio Sabatini che è stato un po' l’ideatore del campionato, Massimo Nardi braccio operativo, il direttore di Aci Livorno Mauro Minoletti, Ernesto La Greca amministratore della società e il Dott. L. Francesco Baldi. Un sentito ringraziamento anche a Stefano Sinibaldi che, prosegue il presidente, ha portato negli anni alto il nome di Aci Livorno.


Prosegue poi il discorso il Presidente di Aci Sport Livorno, Luciano Fiori che ha ringraziato non solo tutto il personale organizzativo che ha seguito con vera passione la prima edizione del campionato ma anche tutti i piloti che rappresentano senza alcun dubbio la forza di questo campionato automobilistico, elogiando anche il territorio elbano che ogni anno accoglie in modo entusiasmante e con grande professionalità tutti i piloti e il pubblico partecipante.

A tutti i vincitori è stato consegnato, oltre che un premio in buoni benzina per un valore complessivo pari a ottomila euro, un’imponente coppa ed una targhetta in metallo, realizzata in ricordo dei rally storici. A tutto l’equipaggio femminile vincitore è stato inoltre consegnato un gradevole omaggio floreale.

Di seguito la classifica dei vincitori del Campionato Sociale Aci Livorno 2022:

 

1° Conduttore Rally:

1° CLASSIFICATO Mariotti Riccardo

2° CLASSIFICATO Pierulivo Leonardo

3° CLASSIFICATO Volpi Andrea

 

2°Conduttore Rally

1° CLASSIFICATO Ambrogi Luca

2° CLASSIFICATO Bubola Irene

3° CLASSIFICATO Floris Alessandro

 

1°Conduttore Regolarità

3° CLASSIFICATO Abeniacar Michele

2° CLASSIFICATO Ricci Roberto

1° CLASSIFICATO Zazzeri Barbara

 

2°Conduttore Regolarità

1° CLASSIFICATO Androvandi Cristiano

2° CLASSIFICATO Ricci Roberto

3° CLASSIFICATO Marchetti Alessandra

 

1° Conduttore Rally Equipaggi femminili

1° CLASSIFICATO Fedi Paola

 

2° Conduttore Rally Equipaggi femminili

1° CLASSIFICATO Bubola Irene

 

1° Conduttore Regolarità Equipaggi femminili

1° CLASSIFICATO Zazzeri Barbara

1° Conduttore Regolarità Equipaggi femminili

1° CLASSIFICATO Marchetti Alessandra

 

Infine è stato consegnato un premio alle scuderie, andato a GRT e PRORACING.

 

NELLA FOTO RICCARDO MARIOTTI PREMIATO DAL PRESIDENTE DI ACI LIVORNO MARCO FIORILLO

LE PROVE SPECIALI DEL 3° RALLY TERRA VALLE DEL TEVERE E AREZZO: PERCORSI DA SOGNO CONSEGNATI AL MITO

Svelate oggi le quattro prove speciali della gara, seconda competizione rallistica di quest’anno in Italia e la prima su strada bianca.

Confermata al rango “tricolore” per le vetture storiche, che apriranno le partenze, la gara organizzata da Valtiberina Motorsport avrà di nuovo la validità “internazionale” conferita dal TER-Tour European Rally Series, oltre alla seconda sfida della serie  Raceday

Ultima settimana di iscrizioni aperte, sino al 6 febbraio, e già arrivate diverse iscrizioni straniere, da Belgio, Croazia, Francia, Gran Bretagna, Repubblica Ceka, Slovenia, San Marino.

Sabato 4 febbraio, alle 11,00 nel prezioso contesto di Villa Gennaioli in Anghiari la presentazione dell’evento.

Pieve Santo Stefano (Arezzo), 30 gennaio 2023 – E’ grande l’attesa per il 3° Rally Terra Valle del Tevere e Arezzo. A circa una settimana dalla chiusura delle iscrizioni, aperte sino al 6 febbraio, sono già state protocollate diverse iscrizioni straniere, arrivate da Belgio, Croazia, Francia, Gran Bretagna, Repubblica Ceka, Slovenia, San Marino, conferma della “dimensione internazionale” che ha assunto l’evento già dall’anno passato ed amplificata quest’anno. 

In programma per l’11 e 12 febbraio, dalla gara di Valtiberina Motorsport  ci si aspettava un percorso “mondiale” e quanto “chiesto” è diventato realtà: vengono rivelati oggi i caratteri delle quattro diverse prove speciali previste, che saranno, in rigoroso ordine alfabetico: “Alpe di Poti”, “Battaglia di Anghiari”,Cerbaiolo” e “San Salvatore”, le quali andranno a punteggiare il percorso complessivo fatto di 9 sfide, una da disputare una volta, una per due volte, due per tre volte. Un piatto decisamente forte, per la “prima” sterrata italiana, pronta ad illuminare questa prima parte di stagione nel modo più esaltante, appunto con strade che hanno fatto la storia mondiale dei rallies. Strade che da tempo sono state consegnate alla storia del motorsport, al mito.

Intanto, ci si avvicina giorno dopo giorno all’evento: la presentazione alle Autorità ed alla stampa avrà luogo ad Anghiari sabato 4 febbraio, alle 11,00 a Villa Gennaioli, antica struttura risalente alla seconda metà dell’Ottocento che si trova lungo la strada provinciale della Libbia (meglio conosciuta come via Nova), luogo di riferimento culturale del comprensorio della Valle del Tevere.

Eccole le “piesse” descritte nei loro caratteri:

“ALPE DI POTI” – KM. 8,290

Un classico del rallismo mondiale, un’Università della guida su sterrato. Salita, veloce, lento, ritmato, stretto, largo, discesa, falsopiano, tornanti, dossi, allunghi. Tutto quello che si può chiedere ad una speciale, che non a caso ha scritto pagine importantissime del mondiale rally e fa sempre classifica e selezione.

Quest’anno verrà proposta in un chilometraggio inedito di 8.25 km, con partenza leggermente più avanzata rispetto al passato con un fine prova anticipato all’entrata nel temutissimo bosco di Poti, stretto ma velocissimo.

Zone molto spettacolari sono poste sia nel tratto che sale dall’abitato di Misciano, che al bivio che sale dall’abitato di Pomaio. Un altro tratto molto spettacolare è la famosa zona del Bivio Panoramica, nei pressi di uno dei “salti” più fotografati a livello di motorsport mondiale. Un grazie al Comune di Arezzo e alle Sue Strutture Operative che permettono nella complessità organizzativa di poter utilizzare un palcoscenico di questo livello.

“BATTAGLIA DI ANGHIARI” – KM 6,330

Una conferma piacevole sempre molto stuzzicante, modificata ed accorciata rispetto alle precedenti edizioni, meritata da un paese come Anghiari, borgo tra i più belli d’Italia e in cui gli appassionati di motorsport sono veramente tanti, in cui c’è molta passione e disponibilità non solo dall’Amministrazione Comunale ma anche dalle Associazioni Locali, che stanno organizzando un bel supporto ed accoglienza alla manifestazione.

Giudicata già da esperti del settore che l’hanno visionata come molto spettacolare, bella da guidare e assolutamente non banale. Caratterizzata da andamento quasi esclusivamente in falsopiano, alterna tratti molto veloci a tratti che spezzano il ritmo ed aumentano la spettacolarità, ma in cui la precisione di guida è fondamentale per “staccare” un buon tempo!

 “CERBAIOLO” KM. 7,450

Percorsa nel Mondiale Rally dagli anni 70 fino Agli anni 90 e ripresa nel 2007 per la nascita della Ronde Valtiberina, è una prova tecnica ma che da un ottimo piacere di guida, ed è un piacere continuare a collaborare con Pieve Santo Stefano, comune appassionato, disponibile e competente in relazione a questo tipo di eventi.

Si parte in salita con una serie di tornanti intervallati da “esse” ed allunghi per poi iniziare un lungo tratto veloce inframezzato da curvoni in falsopiano con successivo 1 km di discesa, alternato da tratti veloci e più lenti con alcuni passaggi veramente spettacolari. La parte finale torna a salire di pendenza con di nuovo allunghi e tratti medio veloci con ottima visibilità, spezzati da alcuni tornanti spettacolari fino ad arrivare allo stop.

 “SAN SALVATORE” – KM 5,840

Una conferma dopo l’apprezzata introduzione del 2022. La prova ripercorre tratti appartenuti nella parte inziale alla versione “lunga” dell’Alpe di Poti e, nel senso inverso alla Prova Speciale Anghiari che ha caratterizzato il Rally San Marino Europeo della fine degli anni 90 e primi anni 2000.

Si parte su asfalto, e dopo un velocissimo tratto iniziale con ampi curvoni, ci si tuffa sullo sterrato , bello e compatto, con un DX1 con salto che aumenterà la spettacolarità della Prova Speciale. Dopo 500 metri nuovo “jump” posto alla sommità di una “sinistra uno” e la prova inizia a salire dolcemente con curvoni medio veloci a vario raggio fino alla frazione di San Salvatore a circa 3 km dallo start dove uno spettacolare salto terra asfalto immette in concorrenti in un toboga molto tecnico, seguito da un nuovo tratto velocissimo che termina con il bivio asfalto-terra de Molin d’Agnolo, con cui i concorrenti si immettono nel “vecchio shakedown” utilizzato storicamente dal Valtiberina e dal Valle del Tevere degli anni passati.

Al termine di un tratto molto veloci con curvoni e passaggi spettacolari è posto il salto di Castello di Sorci, una particolarità della prova speciale, cui appena successivamente segue il fine prova.

Una prova, di poco meno di 6 km, ma molto tecnica, e che per la sua conformazione visto che si correrà anche in notturna è destinata a fare classifica.

TRE TITOLAZIONI UFFICIALI

Ad avvalorare l’evento vi sono importanti altre validità ufficiali: quelle conferite dall’essere il primo atto del Campionato Italiano Rally Terra Storico, il respiro internazionale è assicurato dal Tour European Rally Series (TER) e vi sarà la riconfermata validità del Challenge Raceday Rally Terra, il celebre campionato che si diluisce a cavallo delle due stagioni e che arriverà sul territorio aretino per quello che sarà il secondo appuntamento, dopo quello in dicembre del “Prealpi Master Show          

LA NOVITA’: SI RAGGIUNGE AREZZO MA AMPIA PARTE  DEL TERRITORIO E’ GRANDE PROTAGONISTA

Il grande interesse è dato anche dalla novità che il rally andrà a coinvolgere il territorio della città di Arezzo, dove avrà luogo la partenza (sabato 11 febbraio ore 15,00) e dove si avrà una prova speciale decisamente ricca di storia.

Anghiari, Sansepolcro e Pieve Santo Stefano alle quali si aggiunge quest’anno anche Monterchi, luoghi che sono ampia parte della storia italiana, hanno confermato il loro ampio e convinto sostegno all’evento, visto come incentivo all’immagine del territorio. Proprio questo sarà lo stimolo maggiore per coinvolgere ancora di più tutti gli Enti e i Partner, avendo ideato l’allestimento, insieme a diverse altre iniziative, di un Villaggio Rally che sarà un motore ricco di iniziative momenti ed esposizioni legati allo Sport, ma anche alla promozione delle eccellenze artistico-culturali ed enogastronomiche del territorio.

Sul piano puramente sportivo, verranno proposte in totale 9 prove speciali, con il percorso complessivo della manifestazione che tra sabato e domenica si svolgerà su circa 300 km totali di sviluppo complessivo.

IL PROGRAMMA

Il ventaglio temporale della gara sarà tra il sabato e la domenica: già il venerdì 10 febbraio sono in programma le roperazioni di verifica amministrativa e tecnica, che si svolgeranno a Sansepolcro (previste anche al sabato mattina), le ricognizioni saranno il 10 e 11 febbraio, lo Shakedown sarà ad Anghiari (sabato 11 febbraio ore 08,00-11,00) e la partenza sarà da Arezzo – Via Spallanzani, come già sopra accennato, dalle ore 15,00.  Si svolgerà un Riordino di metà pomeriggio nella splendida cornice di Monterchi e dopo lo svolgimento di tre prove speciali complessivamente nel sabato pomeriggio, avverrà il riordinamento notturno tra le due giornate di gara sotto le mura medioevali di Anghiari, recentemente definito dalla CNN il “quarto borgo più bello d’Europa”. L’arrivo avrà luogo a nel “salotto della Valtiberina “, a Porta Fiorentina di Sansepolcro dalle ore 16,30 di domenica 12 febbraio, dopo lo svolgimento di altre 6 Prove Speciali.

La seconda edizione della gara, lo scorso anno, vide il successo del giovane veneto di Vicenza Alberto Battistolli, in coppia con Simone Scattolin, con a disposizione una Skoda Fabia R5. La gara delle auto storiche fu invece appannaggio dei reggiani Tonelli-Debbi, su una Ford Escort RS.

 

NELLA FOTO: un passaggio di una vettura storica (foto G. Paci)


VALTIBERINA MOTORSPORT

info@valtiberinamotorsport.it

www.valtiberinamotorsport.it

 

Facebook @RallyValtiberina @vtbmotorsport

Twitter @RallyValtiberin

 

www.terseries.com

 

www.raceday.it

 

#RallyTerraValledelTevere2023 #11e11Febbraio2023 #RallyTerraValledelTevere #RallyStoricoValledelTevere #Anghiari #Sansepolcro #PieveSantoStefano #Monterchi

#RacedayRallyTerra #Rally #motorsport  #rallypassion  #terra #sterrato #gravel #historic  #historicrally #GoAhead #Together #TER  #TourEuropeanRally #CirTerraStorico2023 #chiterragode

 

 



giovedì 19 gennaio 2023

IL 3° RALLY TERRA VALLE DEL TEVERE E AREZZO TORNA AD ACCENDERE IL “RACEDAY”

La seconda gara di quest’anno in Italia e la prima su strada bianca ha le iscrizioni aperte sino al 6 febbraio ed attende i grandi ed appassionati protagonisti del campionato Raceday, del quale sarà la seconda prova.

La gara di Valtiberina è stata confermata al rango “tricolore” per le vetture storiche, che apriranno le partenze ed avrà di nuovo la validità “internazionale” conferita dal TER-Tour European Rally Series.

Dalla Valtiberina l’evento si porta ad Arezzo, che ospiterà la partenza.

Sabato 4 febbraio, alle 11,00 nel prezioso contesto di Villa Gennaioli in Anghiari la presentazione dell’evento.

Pieve Santo Stefano (Arezzo), 19 gennaio 2023 – Con le iscrizioni aperte sino al 6 febbraio, il 3° Rally Terra Valle del Tevere e Arezzo, in programma per l’11 e 12 febbraio, è nel pieno della propria fase organizzativa. C’è tanto fermento, intorno all’evento di Valtiberina Motorsport, piloti, appassionati ed addetti ai lavori si aspettano un percorso “mondiale” e certamente così sarà, con “Alpe di Poti”, “Battaglia di Anghiari”, “Cerbaiolo” e “San Salvatore”, in rigoroso ordine alfabetico, previsti come gli scenari della sfida, disegnate per 9 prove speciali in totale delle quali una sarà ripetuta una volta, una per due volte, due per tre volte.

Un piatto decisamente forte, per la “prima” sterrata italiana, pronta ad  illuminare questa prima parte di stagione nel modo più esaltante, appunto con strade che hanno fatto la storia mondiale dei rallies.

Intanto, ci si avvicina giorno dopo giorno all’evento: la presentazione alle Autorità ed alla stampa avrà luogo ad Anghiari sabato 4 febbraio, alle 11,00 a Villa Gennaioli, antica struttura risalente alla seconda metà dell’Ottocento che si trova lungo la strada provinciale della Libbia (meglio conosciuta come via Nova), luogo di riferimento culturale del comprensorio della Valle del Tevere.


Ad avvalorare ancora di più questa terza edizione della gara vi sarà la riconfermata validità del Challenge Raceday Rally Terra, il celebre campionato che si diluisce a cavallo delle due stagioni e che arriverà sul territorio aretino per quello che sarà il secondo appuntamento, dopo quello in dicembre del “Prealpi Master Show”. Un campionato che il Rally Valle del Tevere e Arezzo ne ha sposato in pieno la filosofia, ispirata alla passione ed alla tradizione “sterrata” italiana.

Sino ad ora si sono registrati 51 iscritti, alla serie Raceday, che nella classifica assoluta vede in testa con 16 punti lo sloveno Bostjan Avbelj (Skoda), con due soli punti sul sammarinese Jader Vagnini (Skoda) è terzo è un altro straniero, il còrso Quilichini (Skoda), di un punto ancora dietro. Grande lotta ai vertici, quindi, alla prima in terra trevigiana, che lascia immaginare una sfida accesa per questa seconda prova, dove sono attesi “nomi” di rilievo, come il rientrante Andrea Dalmazzini ed anche Edoardo Bresolin, entrambi stati lontani dalle corse da diverso tempo ma pronti a ribadire la loro forza.

Nel Raggruppamento C (N4 + Prod S4 + N5 + Rally3) un “veterano” Raceday, lo sloveno Darko Peljhan ha tenuto un buon ritmo alla prima gara riuscendo a mantenersi sempre in testa al raggruppamento, tallonato però da un agguerrito Luca Ortombina e da Michele Milani, che non hanno mai mollato e si sono guadagnati punti preziosi in vista della seconda gara. 

Il Raggruppamento D (A7 + Prod E7 + K11 + R2C +R3C + R3D + R3T + S1600 +Rally4 + RSD 2.0 PLUS + RS 2.0PLUS + RSTB 1.65 PLUS) ha conosciuto, alla prima gara, una notevole performance del padovano Nicolò Marchioro, con la Peugeot 208 Rally4, balzato al comando con 24,7 punti, mentre il resto del podio provvisorio è per il friulano Fabrizio Martinis e per il fiorentino Lorenzo Ancillotti.

Nel Raggruppamento E (N3 + Prod S3 + RS 2.0 +RSTB 1.65 + RSD 2.0) comanda Giorgio Mendeni (con la Subaru Impreza a gasolio), che attaccando sino dalle prime battute del “Prealpi” è balzato in testa alla classifica riuscendo a tenere dietro i suoi avversari, che adesso lo attendono per la rivalsa in terra aretina. 

Il Raggruppamento F (A6 + Prod E6 + K10 + R2B + Rally5 + RA5N – RSTB 1.0 PLUS + RS 1.4/1.6 PLUS + RSTB 1.4) vede davanti a tutti Jason Spagnol (Peugeot 208 R2b), il quale si è giocato il “Jolly” nella prima gara, per lui di casa, utile per vincere il raggruppamento, tenendo dietro un agguerrito Marco Zanin (Renault Clio Rally5), il veloce 19enne trevigiano al primo anno di gare, che ha vinto la classifica dedicata agli Under 23/25.           

Oltre alle vicende “Raceday”, che di certo animeranno la competizione, le altre validità ufficiali, il primo atto del Campionato Italiano Rally Terra Storico ed il respiro internazionale conferito dal Tour European Rally Series (TER), daranno modo di assistere a duelli di grande forza e spettacolo.

LA NOVITA’: SI RAGGIUNGE AREZZO
Grande interesse dato anche dalla novità che il rally andrà a coinvolgere il territorio della città di Arezzo, dove avrà luogo la partenza (sabato 11 febbraio ore 15,00) e dove si avrà una prova speciale decisamente ricca di storia. 

Anghiari, Sansepolcro e Pieve Santo Stefano alle quali si aggiunge quest’anno anche Monterchi, luoghi che sono ampia parte della storia italiana, hanno confermato il loro ampio e convinto sostegno all’evento, visto come incentivo all’immagine del territorio. Proprio questo sarà lo stimolo maggiore per coinvolgere ancora di più tutti gli Enti e i Partner, avendo ideato l’allestimento, insieme a diverse altre iniziative, di un Villaggio Rally che sarà un motore ricco di iniziative momenti ed esposizioni legati allo Sport, ma anche alla promozione delle eccellenze artistico-culturali ed enogastronomiche del territorio. 

Sul piano puramente sportivo, verranno proposte in totale 9 prove speciali, con il percorso complessivo della manifestazione che tra sabato e domenica si svolgerà su circa 300 km totali di sviluppo complessivo. 

IL PROGRAMMA
Il ventaglio temporale della gara sarà tra il sabato e la domenica: già il venerdì 10 febbraio sono in programma le roperazioni di verifica amministrativa e tecnica, che si svolgeranno a Sansepolcro (previste anche al sabato mattina), le ricognizioni saranno il 10 e 11 febbraio, lo Shakedown sarà ad Anghiari (sabato 11 febbraio ore 08,00-11,00) e la partenza sarà da Arezzo – Via Spallanzani, come già sopra accennato, dalle ore 15,00.  Si svolgerà un Riordino di metà pomeriggio nella splendida cornice di Monterchi e dopo lo svolgimento di tre prove speciali complessivamente nel sabato pomeriggio, avverrà il riordinamento notturno tra le due giornate di gara sotto le mura medioevali di Anghiari, recentemente definito dalla CNN il “quarto borgo più bello d’Europa”. L’arrivo avrà luogo a nel “salotto della Valtiberina “, a Porta Fiorentina di Sansepolcro dalle ore 16,30 di domenica 12 febbraio, dopo lo svolgimento di altre 6 Prove Speciali.

La seconda edizione della gara, lo scorso anno, vide il successo del giovane veneto di Vicenza Alberto Battistolli, in coppia con Simone Scattolin, con a disposizione una Skoda Fabia R5. La gara delle auto storiche fu invece appannaggio dei reggiani Tonelli-Debbi, su una Ford Escort RS.

NELLA FOTO: BETTEGA-CARGNELUTTI, I VINCITORI DELL’ULTIMA EDIZIONE RACEDAY (FOTO AMICORALLY)



VALTIBERINA MOTORSPORT
info@valtiberinamotorsport.it 

Facebook @RallyValtiberina @vtbmotorsport
Twitter @RallyValtiberin



#RallyTerraValledelTevere2023 #11e11Febbraio2023 #RallyTerraValledelTevere #RallyStoricoValledelTevere #Anghiari #Sansepolcro #PieveSantoStefano #Monterchi
#RacedayRallyTerra #Rally #motorsport  #rallypassion  #terra #sterrato #gravel #historic  #historicrally #GoAhead #Together #TER  #TourEuropeanRally #CirTerraStorico2023 #chiterragode

sabato 14 gennaio 2023

IL 2° RALLY CITTA’ DI FOLIGNO E’ GIA’ PRONTO

Gli scenari unici della Valle Umbra saranno nuovamente teatro di grandi sfide rallistiche, quelle che caratterizzeranno la terza e penultima prova del Challenge Raceday 2022-2023.


La novità principale sarà la cerimonia di partenza al sabato sera in Piazza della Repubblica a Foligno, mentre le sfide saranno tutte alla domenica, su un percorso di elevato livello tecnico.


Foligno (Perugia), 14 gennaio 2023 – PRS GROUP ha definito i dettagli del 2° Rally Città di Foligno, in programma per il 4-5 marzo, valido quale terza e penultima prova del Challenge Raceday Rally Terra 2022/23,

Lo scorso anno era gara tutta nuova in una location che gli amanti delle gare di fondo sterrato non avevano mai “battuto”, in provincia di Perugia ed adesso, nel 2023 si ritorna nella Valle Umbra con grande convinzione. Anche con gioia, visto il notevole consenso dato dai partecipanti all’edizione dell’esordio, peraltro vinta da un driver locale, Francesco Fanari, in coppia con Cristina Caldart, in quella che per il pilota di Spello fu la prima vittoria assoluta in carriera. 

Il lavoro della struttura che fa capo Oriano Agostini ha chiuso la fase preparatoria, riaffermando una forte unione di intenti insieme alle Amministrazioni locali, in particolar modo con il Comune di Foligno e grazie anche alla determinante collaborazione di Paolo Galli, referente presso il comune per il rally. 

L’evento, già alla prima edizione, venne visto come ideale incentivo per l’immagine del territorio, utile volàno per il comparto turistico-ricettivo della bella pianura della Valle Umbra, con i suoi dolci rilievi collinari e i contrafforti della dorsale appenninica centrale. Un luogo anche ricco di memorie storiche e di tradizioni importanti, come ad esempio il fatto che nella città del celebre “Palio della Quintana” fu stampata, nel 1472, la prima edizione della Divina Commedia. Un luogo dunque da visitare ed apprezzare oltre allo sport.

LA NOVITA’: CERIMONIA DI PARTENZA AL SABATO SERA

Si entrerà nel vivo dell’evento da giovedì 2 febbraio, con l’apertura delle iscrizioni (fino al giorno 22). Ci si porterà poi “sotto gara”, con le verifiche sportive e tecniche previste per venerdì 3 e sabato 4 marzo, quest’ultimo giorno anche dedicato alle ricognizioni (ore 10,00-15,00) ed allo shakedown (ore 14,00-18,00).

Ma la grande novità della gara sarà la cerimonia di partenza, dalle 19,01, in grande stile dalla centrale Piazza della Repubblica in Foligno, location affascinante e ricca di storia. Una storia che parte ben dal XIII secolo, quando vennero costruiti tre palazzi importanti sul lato opposto al Duomo: il palazzo del Podestà, palazzo dei Priori e il palazzo del Capitano del Popolo.

L’indomani, domenica 5 marzo le sfide, nel format previsto dal Challenge Raceday Rally Terra: due distinte prove speciali da ripetere tre volte per un totale competitivo di 46 chilometri a fronte dell’intero tracciato che ne misura 280. L’arrivo sarà sempre in Piazza della Repubblica a partire dalle ore 17,45.

NELLA FOTO: IL PODIO DELLA PRIMA EDIZIONE (foto IMAGO)

#RallyCittadiFoligno2023 #Foligno #Umbria #Rally #rallying #rallye #rallycar #racing #rallysport #rallyracing #rallycars #rallylife #rallylovers #rallyfans #motorsport  #rallypassion  #cars #car #rallydriver #rallyes #maximumattack #rallytime  #Raceday #chiterragode


PRS GROUP Srl

Via del Lavoro n. 372

Zona Artigianale Ponte Rosso 47835 SALUDECIO – RN

Tel. e Fax 0541-987806 

e-mail: info@prsgroup.it