mercoledì 8 luglio 2020

L’A.S.D. MONTECARLO HA PRESENTATO IL PROGRAMMA “GIOVANILI”

Lo scorso sabato, al Centro Sportivo di Montecarlo “Althen des paludes” (Via di Montecarlo) il sodalizio ha presentato alle famiglie il proprio progetto riguardante il settore giovanile, che viene riorganizzato dopo 15 anni.

 

L’occasione è stata buona per allestire un “Nutella party” aperto a tutti i ragazzi ed alle loro famiglie e per riprendere a calciare il pallone dopo molto tempo di pausa.

 

L’iniziativa è stata preceduta, nel primo pomeriggio, dalla riunione ufficiale con il Genoa Soccer Academy, insieme a tutte le società toscane affiliate.

 

 

Montecarlo (Lucca), 08 luglio  2020

 

Un pomeriggio all’insegna del divertimento, quello organizzato sabato scorso 4 luglio dall’ASD MONTECARLO intorno al progetto che riguarda il settore giovanile, che torna ad essere parte integrante della vita del sodalizio dopo 15 anni.

 

Al Centro Sportivo di Montecarlo “Althen des paludes” (Via di Montecarlo) è stato organizzato un incontro “porte aperte” con i ragazzi e le loro famiglie per illustrare loro il progetto dedicato ai ragazzi e bambini nati dal 2003 al 2015. L’occasione è stata quella giusta per allestire un imponente “Nutella party” dopo il quale tutti i ragazzi intervenuti hanno ovviamente preso la via del terreno di giuoco per riprendere a tirare calci al pallone dopo il lungo periodo di stop dovuto all’emergenza sanitaria da Covid-19.

 

L’iniziativa è stata preceduta dalla prima riunione formale con il Genoa Soccer Academy in virtù dell’affiliazione dell’Asd Montecarlo al Genoa Cfc, con il cui settore tecnico è stato formalizzato un accordo di collaborazione pluriennale per la crescita tecnico/sportiva dei ragazzi. La riunione, presieduta da Emanuele Crespi, responsabile nazionale delle scuole calcio affiliate (oltre che alla presenza ufficiale del sindaco di Montecarlo e dell’assessore allo sport), ha riguardato oltremodo tutte le Società toscane affiliate al comparto tecnico giovanile della blasonata squadra ligure, al fine di illustrare la filosofia, la traccia di lavoro tecnico/sportivo e quanto altro possa servire ad avere il massimo beneficio da questa joint, il cui sforzo è orientato esclusivamente al benessere dei giovani calciatori.

La vicinanza al club “del grifone”, per l’ASD Montecarlo apre un ventaglio ampio di possibilità di crescita sia per l’argomento tecnico per allenatori e ragazzi, con possibilità di svolgere amichevoli con le squadre giovanili del Genoa (esperienza interessante, divertente e costruttiva). Vi sarà poi occasione per le famiglie di organizzare trasferte allo stadio “Ferraris” di Genova a vedere le partite di serie A.



PROSEGUE IL LAVORO DI “COSTRUZIONE” DELLE SQUADRE

Intanto, prosegue a ritmo serrato il lavoro “di regia” del Direttore Sportivo Massimo Franceschini  e del presidente Giacomo Carrara, che insieme a tutto lo staff stanno incastrando diversi tasselli del puzzle delle squadre:  i “Giovanissimi A e B” (2006 e 2007) hanno le proprie rose oramai al completo, restano da decidere gli ultimi innesti mentre le compagini degli “Esordienti A e B” (2008 e 2009) sono in via di ultimazione e si attendono rinforzi importanti. Forte interesse anche per le annate dal 2010 al 2014, con ampie prospettive per avere squadre di bambini motivati. Per tutti si lavorerà a braccetto con le famiglie al fine di trarre il massimo beneficio/benessere psico-fisico.

 

E’ attiva la pagina “social” ufficiale della ASD MONTECARLO sulla piattaforma Facebook e già poco dopo aver pubblicato le prime informative del progetto giovanile la segreteria ha già avuto molti contatti ed anche le prime adesioni. Sono previsti particolari trattamenti particolari per i nuovi tesserati.

 

Per informazioni è possibile contattare i seguenti numeri:

328 9046966 (Massimo)

340 9772390 (Luca)

328 7494824 (Franco)

388 1182879 (Massimo)

 

OPPURE MEDIANTE E-MAIL: asdmontecarlo@gmail.com

 

INSTAGRAM: www.instagram.com/montecarlocalcio/

FACEBOOK: MontecarloCalcio2018

 

NELLA FOTO: a sinistra: il DS Massimo Franceschini, al centro Emanuele Crespi, Emanuele Crespi, responsabile nazionale delle scuole calcio affiliate al GEnoa Cfc e a destra il presidente  dell'ASD Montecarlo Giacomo Carrara.

martedì 7 luglio 2020

55^ COPPA CITTA’ DI LUCCA - 3^ COPPA VILLE LUCCHESI: IL PERCORSO RICAVATO DALLA TRADIZIONE


Gara “moderna” e gara “storica”, entrambe con validità ufficiali, il 18 luglio sarà il terzo evento in Italia dopo lo stop imposto dall’emergenza sanitaria da Covid-19 e domani chiuderà le iscrizioni.

 

Un percorso ricavato dalla forte tradizione dei rallies in lucchesia ed una logistica radicalmente rivista nel rispetto delle nuove normative federali per il contrasto dell’emergenza epidemiologica, saranno i caratteri di un evento molto atteso da addetti ai lavori ed appassionati.

 

 

Lucca, 07 luglio 2020Domani, mercoledì 8 luglio, ultimo giorno di iscrizioni aperte per la 55^ Coppa Città di Lucca e 3^ Coppa Ville lucchesi, doppio appuntamento rallistico previsto per sabato 18 luglio, terzo evento delle corse su strada a livello nazionale, dopo la ripresa dell’attività post emergenza epidemiologica.

 

L’evento, organizzato congiuntamente da Automobile Club Lucca, con la collaborazione di MaremmaCorse 2.0 ed il supporto tecnico di Lucca Corse, si svolgerà nel rispetto di tutte le normative previste per il contenimento del contagio da Covid-19: per questo motivo, infatti, l’evento sarà a porte chiuse, non sarà possibile accogliere appassionati lungo il percorso proprio per evitare assembramenti, ma gli amanti dei rallies potranno seguire la manifestazione sui canali social di Aci Lucca e in diretta su NoiTv (canale 10 digitale terrestre Toscana).

 

Lucca, da anni provincia-simbolo in tutta Italia per il movimento rallistico si appresta dunque a riaccendere i motori dopo la lunga sosta ed il fermento intorno alla gara, tanto amata dagli appassionati e partecipata nel tempo da fior di piloti e lo fa peraltro con due validità ufficiali, quella dell’essere prima prova della Coppa Rally di Zona per le vetture “moderne” e prima anche del Trofeo di Zona per le “storiche”, proponendo un percorso d’effetto, evidentemente ricavato dalla tradizione ma anche e soprattutto ponendosi come un valido sostegno all’indotto turistico del territorio, Quest’anno lo sarà più che mai, considerando che i due rallies saranno tra le poche manifestazioni di ampio respiro che vedranno la luce nell’estate lucchese. L’organizzazione, in questi mesi di lavoro preparatorio ha lavorato a braccetto con le istituzioni, le quali hanno mostrato una forte e costruttiva collaborazione al fine di far prendere il via alla gara, ritenuta patrimonio imprescindibile del territorio.



Alle due validità ufficiali vi saranno affiancate quelle relative al Trofeo Rally Toscano e al Premio Rally ACI Lucca. È inoltre è prevista la sezione “All Stars”, riservata alle vetture di particolare valenza storico-sportiva e vi saranno inoltre le titolarità “promozionali” di R Trophy 2020, del Trofeo Pirelli e della Michelin Zone Cup. 


TRADIZIONE, SPORT E TECNICA: ECCO LE PROVE SPECIALI 2020

 

PROVA SPECIALE 1/4 – “SAN ROCCO”

·       11,300 km 

·       Paesi attraversati: PescagliaFocchiaGragliana

 

Un percorso conosciutissimo da praticanti ed appassionati, quello del famoso “guado”, usato anche per il Rally del Ciocco. La prova inizia dopo l’abitato di Pescaglia, sulla strada Provinciale S.P.60, nel territorio dell’omonimo Comune. La prima parte di prova è inizialmente (per i primi 4,10 Km) in salita con pendenza del 4/5 % circa, con fondo stradale in buone condizioni di manutenzione, la carreggiata larga circa 5,50 metri . Segue poi un tratto in discesa (per circa 3,900 Km) con pendenza del 6/7 % circa in prossimità della frazione di S. Rocco in Turrite, si lascia la S.P.60 per la comunale di per Focchia, quest’ultima con carreggiata più stretta, a larghezza media di quattro metri. Dopo circa 1,5 Km in falsopiano, inizia un tratto in salita con pendenza di circa 3/4 % per circa 1 Km. Il fondo stradale della citata comunale è in discrete condizioni di manutenzione. La prova termina prima dell’abitato di Gragliana.

 

 

PROVA SPECIALE 2/5 – “CUNE”

·       7,600 km 

·       Paesi attraversati: Pieve di CerretoCuneBorgo a Mozzano

 

Un classico irrinunciabile dei rallies in lucchesia, una prova conosciut da chiunque sia appassionato o praticante di rally. Inizia Pieve di Cerreto, via Martiri della resistenza, al civico n. 7 in salita, su carreggiata ampia e con fondo stradale in discrete condizioni fino al bivio di Oneta. Segue un leggero falsopiano fino al bivio di Cune, poi in discesa, carreggiata ampia ed in buone condizioni fino in fondo alla prova, strada comunale Cune-Oneta località Catureglio, prima dell’abitato di Borgo a Mozzano. La strada interessata dalla prova speciale è interamente nel Comune di Borgo a Mozzano.

 

 

PROVA SPECIALE 3/6 – “PIZZORNE”

·       10,800 km tutti asfalto

·       Paesi attraversati: MatraiaPizzorneVilla Basilica

 

Altra prova diremmo . . . “intoccabile”, simbolo dei rallies lucchesi, che negli anni è stata percorsa in entrambi i sensi di marcia. La prova inizia dopo l’abitato di Colle di Matraia, sulla strada Provinciale S.P.35, nel territorio del Comune di Capannori. La prima parte di prova è inizialmente (per i primi 3,900 Km) in salita con pendenza del 5% circa, con fondo stradale in buone condizioni di manutenzione, la carreggiata di larghezza media, circa 4,5 metri . Segue poi un tratto in falsopiano (per circa 3,600 Km) entrando nel Comune di Villa Basilica e passando per l’altopiano delle Pizzorne, la carreggiata è da media larghezza e leggermente più stretta in alcuni punti, dai 4 metri ai 3 metri. Inizia poi la discesa degli ultimi 4,400 km verso l’abitato di Villa Basilica. La prova speciale finisce prima dell’abitato lasciando libere tutte le abitazioni. La carreggiata rimane delle solite caratteristiche del tratto centrale.

 

 

PROGRAMMA, LOGISTICA E PERCORSO RIVISTI SEGUENDO LE PRESCRIZIONI SANITARIE FEDERALI

Seguendo le prescrizioni Federali previste per la ripresa post Covid-19, l’organizzazione ha messo ovviamente mano al progetto di origine delle due gare, nel rispetto soprattutto di tutti i protocolli sanitari da adottare per la sicurezza attiva e passiva di tutti coloro che saranno coinvolti nell’evento.

 

Il percorso prevede tre distinte prove speciali da ripetere 2 volte per un totale di 59,840 chilometri di distanza competitiva sul totale di 265,840 dell’intero tracciato. Ci si è ispirati, come già accennato, alla tradizione delle “piesse” lucchesi, che assicureranno spettacolo e agonismo.

 

Rispetto al recente passato, variato di poco il timing della gara, con partenza alle ore 12,31 di sabato 18 luglio da Lucca Fiere – Via della Chiesa XXXII mentre l’arrivo sarà dalle ore 21,15 nello stesso luogo.

 

Il quartier generale dell’evento, quindi Direzione Gara, Segreteria e Sala Stampa, sarà ubicato nelle strutture di Lucca Fiere, la cui ampia area sarà anche quella del Parco Assistenza e dell’unico riordinamento previsto di metà gara.

 

#rally  #motorsport  #rallypassion  #CoppaCittàdiLucca2020  #CoppaVilleLucchesi2020  #AutomobileClubLucca #maremmacorse2.0  #CoppaRallyVIzona   #TrofeoRallyZona  #Lucca #toscana #tuscany

 

Info, iscrizioni, programma e materiali di gara:

www.aciluccasport.it;

www.coppacittadilucca.it;

www.coppavillelucchesi.it

 

 

lunedì 6 luglio 2020

14° Rally di Alba: una spinta decisa al turismo e all’economia del territorio.


 

Da anni la gara di Cinzano Rally Team è importante veicolo di promozione turistica nelle Langhe e quest’anno si pone sempre più come importante veicolo di ricaduta economica per l’indotto ricettivo.

 

Sarà il primo atto del Campionato Italiano WRC, in programma per l’1 e 2 agosto, e dopo soli quattro giorni di iscrizioni aperte ha già registrato oltre 120 adesioni, accettandone sino ai 140 equipaggi.

 

 

ALBA (Cuneo), 06 luglio 2020 - Quattro giorni di iscrizioni aperte e già oltre 120 equipaggi che hanno aderito. Numeri a tre cifre, da capogiro, che identificano al meglio quella che sarà la 14ª edizione del Rally di Alba, in programma per l’1-2 agosto, prima prova del Campionato Italiano WRC. Il periodo delle iscrizioni arriverà sino al 22 luglio, tutto fa pensare che il tetto massimo dei 140 equipaggi accettati sarà raggiunto. Magari anche superato.

 

C’è innegabile soddisfazione, nel quartier generale di Cinzano Rally Team, l’organizzatore, i cui uomini sono consapevoli di avere in mano e da gestire un evento che certamente guarda allo sport, ma soprattutto che potrà portare ulteriore beneficio al territorio in termini di immagine e ricaduta economica per il comparto turistico.



 

E’ pronta una gara d’effetto con percorsi di alto contenuto tecnico, sono pronti a calarsi nelle Langhepatrimonio UNESCO – fior di piloti, di nuovo a caratura mondiale, come il Campione del Mondo in carica Ott Tanak insieme ad una squadra da sogno predisposta da Hyundai Motorsport e con loro molti dei migliori rallydriver italiani decisi a mettersi pure loro sotto i riflettori di un evento decisamente di caratura planetaria. Di questo ne è la conferma la forte attenzione avuta dai media internazionali e l’arrivo, già da alcune settimane, di richieste di accredito stampa da parte di molti giornalisti e fotografi stranieri.

 

SPORT E TERRIORIO PER CONFERIRE “EMOZIONI”

L’organizzazione, nel tempo, ha pensato al proprio rally come importante veicolo di comunicazione del territorio, il lavoro di composizione delle varie edizioni, per quanto riguarda il tracciato ed i luoghi cardine della competizione, ha sempre cercato di dare voce ai luoghi attraversati ed il comparto turistico-ricettivo ha sempre risposto con entusiasmo e professionalità nell’accogliere gli ospiti, i piloti, le squadre, gli addetti ai lavori, affinché il loro soggiorno fosse al meglio possibile.

 

Quest’anno più che mai il Rally di Alba avrà da svolgere il proprio ruolo di “ambasciatore” del territorio, il proprio ruolo di andare a favorire l’incoming, specifico con il “turismo emozionale”, quello da generato dall’evento stesso, portando nella Langhe, in Piemonte, migliaia tra appassionati ed addetti ai lavori.

Di ciò ne è il termometro più importante la notizia che la maggior parte delle strutture ricettive, hotel, resort, agriturismi, ecc. stanno praticamente già registrando il tutto esaurito, “costringendo già molti a trovare sistemazioni anche lontane dai luoghi di gara.



Un sostegno che appare dunque rilevante, quello dato dal Rally di Alba al settore turistico del territorio, cercando di dare uno stimolo forte e soprattutto concreto sotto l’aspetto economico per uscire dal difficile periodo di chiusura dovuto all’emergenza epidemiologica, che turismo ha causato forti perdite. Lo stimolo arriva dal proporre contenuti ad alto impatto emozionale come solo le corse su strada ed i loro attori sanno dare, in questo caso abbracciate da paesaggi unici, che diventano un simbolo delle identità locali, insieme alle eccellenze culinarie e vinicole. Per poi parlare delle ampie possibilità che vi sono per ammirare bellezze naturali e monumentali.

 

Un primo, apprezzabile esempio, diremmo un “aperitivo” di quello che potrà essere la potenzialità del Rally di Alba per il sostegno al proprio territorio, si è registrato nei giorni scorsi. Tre giornate, dall’ 1 al 3 luglio con i test ufficiali di Hyundai Motorsport, per i quali – a Cherasco, Sinio e Albaretto della Torre - sono state impiegate, in totale, oltre sessanta persone di servizio che appunto per tre giorni hanno soggiornato nelle strutture della zona.

 

CHERASCO LA GRANDE NOVITA’ DEL 2020 CON LA CERIMONIA DI PARTENZA

La principale novità del Rally di Alba 2020 è rappresentata dalla cerimonia di partenza che avverrà, sabato 1 agosto a partire dalle ore 20.01 da via Vittorio Emanuele II nel centro storico di Cherasco, città che ospiterà per tutta la giornata di sabato lo shakedown, il test con le vetture da gara.

Vetture ed equipaggi transiteranno sulla pedana, allestita di fronte al municipio e ad un passo dall’arco del Belvedere, costruito a metà del seicento, per una presentazione e un saluto per poi raggiungere il riordino notturno di Piazza Cagnasso ad Alba.

 

IL PERCORSO: TRE PROVE PER TRE VOLTE, ISPIRATO ALLA TRADIZIONE

Rivisto ma non troppo il percorso: tre diversi tratti di prova speciale da ripetere tre volte, per un totale di distanza competitiva di 101,370 chilometri, che saranno poco più del 25% dell’intero percorso, che ne misura 394,370.

Le prove saranno dei “classici”:


La “IGLIANO” (n.1-4-7 - 17,140 km.), in buona sostanza, è la classica prova di Igliano che è stata utilizzata a partire dal 2016. La “LOVERA” (n. 2-5-8 - 10,960 km.) somma vecchio e nuovo comprendendo un tratto storico per il Rally di Alba e introducendo, nella parte finale, l’unico tratto inedito per 2020 ed infine, la NIELLA-BOSSOLASCO” (n. 3-6-9 - 6,200 km.), per un rallista ha un solo significato: tornanti in discesa e poi altri tornanti in salita. La prova ha fatto parte del Rally di Alba nel 2018 e, prima ancora, di molte edizioni negli anni duemila, fino al 2007.

 

Un occhio anche per lo shakedown. Si svolgerà a Cherasco, lungo la strada che collega la zona industriale di Meane con la frazione San Bartolomeo ed ha una lunghezza di 2,750 Km. È lo stesso tratto di strada, quasi totalmente in salita, usato come shakedown in tutte le edizioni del Rally di Alba dal 2015 ad oggi, però non è mai stato usato come prova speciale. E’ molto vicino alla sede del team Brc che ospita nel suo piazzale il parco assistenza per chi partecipa allo shakedown.

 

La sede della direzione gara e dei servizi di gestione della gara sarà, come sempre, nel Palazzo mostre e congressi “Giacomo Morra” di Piazza Medford 3 ad Alba.

 

Il parco assistenza sarà posizionato in Piazza Medford e nell’attigua piazza Sarti. I riordini saranno in Piazza Cagnasso, dove verrà posizionata anche la pedana d’arrivo. Questa è una piccola novità dettata dai lavori di rifacimento della pavimentazione previsti in piazza Michele Ferrero dove la gara si concludeva negli scorsi anni e dall’esigenza di raggruppare il più possibile la logistica cittadina per poter meglio gestire il protocollo sanitario previsto.


 

PROGRAMMA DI GARA

 

Apertura Iscrizioni (On-line)

02/07/2020                                       

Chiusura Iscrizioni:                                                                       

22/07/2020                                       

 

Distribuzione Road Book, targhe e numeri

26/07/2020 ALBA (CN) c/o FIDITALIA – Piazza Cristo Re ore 08:00-17:00

31/07/2020 ALBA (CN) - PALACONGRESSI - Piazza Medford

ore 08:00-17:00

 

Ricognizioni con vetture di serie

26/07/2020 e 31/07/2020 

Tutte le P.S. ore 09:30-12:30 e 14:00-19:00

 

Shakedown    

01/08/2020 CHERASCO (CN)

Fraz. San Bartolomeo

08.30 / 12.30 riservato vetture 4WD

14.00 / 17.30 riservato vetture 2WD

 

Verifiche sportive per concorrenti che effettuano lo shakedown     

01/08/2020 CHERASCO (CN) – Racing BRC - Via La Morra, 1             

 

Verifiche tecniche per concorrenti che non effettuano lo shakedown

01/08/2020 ALBA (CN) - Piazza Medford nelle rispettive strutture nel parco assistenza 

ore 08:00-14:00

 

Verifiche tecniche per concorrenti che effettuano lo shakedown    

01/08/2020  CHERASCO (CN) – Racing BRC nelle rispettive strutture nel parco assistenza      

ore 08:00-14:00

 

Partenza        

01/08/2020 CHERASCO (CN)

Via Vittorio Emanuele II 

ore 20:01                                          

 

E’ attivo da tempo il sito web di riferimento dell’evento, all’indirizzo https://www.rallyalba.it/. E’ un contenitore importante di informazioni utili a molti fruitori, dagli equipaggi, alle squadre, agli addetti ai lavori ed agli appassionati. Molti documenti sono già presenti nelle varie sezioni del sito, facilmente scaricabili.

 

#Rally  #motorsport  #rallypassion  #RallyAlba2020 #RA #RAplus #WorldRallyCar  #CIWRC #Langhe  #Alba  #Cuneo   #HMSGOfficial  #BeatTheBoredom  #KeepTheRacingLine #Cherasco #BRCGasEquipment

XRace Sport ha ripreso le sfide: per Rusce-Farnocchia debutto-test positivo in Casentino

 

Il pilota reggiano, per la sua quinta stagione nel Campionato Italiano Rally ha scelto la gara toscana per svolgere il primo test con la nuova Citroen C3 R5 con la quale darà l’assalto al titolo “asfalto”, affiancato ancora da Sauro Farnocchia. Positive le sensazioni percepite.

 

Al via, nella gara in provincia di Arezzo anche i locali Battisti-Cappelletti,

al debutto con la Clio S1600, finiti quarti di classe.

 

 

07 luglio 2020

 

Prima gara del post-lockdown per X Race Sport, lo scorso sabato, in occasione del 40° Rally del Casentino, primo evento dopo l’emergenza sanitaria ed anche primo atto del Campionato IRCup, a Bibbiena, Arezzo, dove il vessillo della “X rossa” ha sventolato con due portacolori.

 

Occhi puntati per Antonio Rusce e Sauro Farnocchia, al loro debutto con la Citroen C3 R5 del Team FPF Sport gommata Pirelli con la quale disputeranno l’intero Campionato Italiano Rally Asfalto (CIRA), in quello che era il primo test in assoluto. Le caratteristiche del percorso, le condizioni meteo ed il contesto in generale della gara aretina, con diversi “nomi” al via sono state i fattori importanti per svolgere un utile training con la vettura nuova.

 


Senza troppo occuparsi dei riscontri cronometrici (alla fine undicesimi assoluti), ma soprattutto guardando a “sentire” le sensazioni” della vettura del “doppio chevron” Rusce e Farnocchia hanno lavorato soprattutto sul set-up, testando molte soluzioni, per arrivare a fine gara con indicazioni concrete, quelle poi da tradurre per la prima gara tricolore di Roma fra tre settimane.

 

Tutto sommato commenta il driver di Rubiera - credo che fatto un buon lavoro. Abbiamo lavorato sul set-up, era la prima volta con la vettura, peraltro dopo molti mesi di pausa. Si, credo siamo andati verso la giusta direzione, il che ci fa ben sperare per l’avvio di Campionato a Roma”.


Nella gara di casa erano poi al via gli immancabili locali Fabio Battisti e Maurizio Cappelletti. Dopo significative esperienze con la Peugeot 208 R2, il pilota di Castel San Niccolò quest’anno ha alzato l’asticella, presentandosi sulle strade amiche con una muscolosa e certamente impegnativa Renault Clio S1600 affiancato dall’esperto copilota Cappelletti. Hanno visto la bandiera a scacchi, accarezzata con la quarta posizione di classe, affrontando avversari di rango e cercando soprattutto di fidelizzare con una vettura molto professionale.



 

 

FOTO MASSIMO BETTIOL

 

 

#Rally #CIRally  #CIRA #XRaceSport  #motorsport  #AntonioRusce  #RusceFarnocchia #CitroenC3R5  #RallyCasentino #IRCUP

CHRISTOPHER LUCCHESI SODDISFATTO DEL TEST “CASENTINO”


Il giovane lucchese, partito in gara a Bibbiena (Arezzo) con il solo obiettivo di smaltire il lungo periodo di stop e di svolgere un test in vista dell’avvio tricolore di Roma tra tre settimane, è rimasto appagato delle indicazioni ricevute.

 

 

06 luglio 2020

 

Missione compiuta, per Christopher Lucchesi, che sabato scorso ha debuttato in questa stagione in occasione del 40. Rally del Casentino (Bibbiena-Arezzo), prima prova del Campionato IRCup.

 

Il giovane di Bagni di Lucca, figlio d’arte, da due anni impegnato nel Campionato Italiano Rally ha svolto un importante test sulle strade casentinesi in preparazione dell’avvio di Campionato tricolore, che avverrà tra tre settimane sulle strade del Rally di RomaCapitale, con il supporto anche di Giannecchini & Salotti oltre che di TecnoImpianti e Tissue Service. Una partecipazione, dunque, che non guardava assolutamente al risultato ma al ritrovare tutti gli equilibri, le sensazioni e le indicazioni giuste al volante della Peugeot 208 R2 di GF Racing, per i colori della Project Team, assecondato come consuetudine da Marco Pollicino.



L’intero arco della competizione, già dallo “shakedown” della vigilia, è servito a Lucchesi e Pollicino per macinare chilometri al volante della millesei transalpina che non guidava dallo scorso dicembre, registrando sensazioni più che positive una volta giunto al traguardo. Soprattutto, senza mai guardare ai riscontri cronometrici nei confronti degli avversari, si è lavorato sui set-up da usare, per capire quale fosse la migliore strada da prendere per arrivare preparati al meglio all’avvio “tricolore” di Roma.

 

IL COMMENTO DI CHRISTOPHER LUCCHESI:

«Esito più che soddisfacente. Obiettivo della vigilia pienamente raggiunto» - ha commentato Lucchesi jr - «Non abbiamo mai guardato al risultato. D'altronde, non era certo quello che ci interessava. Abbiamo lavorato tanto sulla vettura, sin dallo shakedown e per l'intera durata della competizione. Regolazioni apportate nel prosieguo, cronometro alla mano, infatti, ci hanno permesso di migliorarci di passaggio in passaggio. Certo, ci sono ulteriori margini di crescita ma abbiamo trovato la quadra. In fondo, non abbiamo mai forzato il ritmo o corso inutili rischi, semmai tenuto un passo regolare. Tra l'altro, la mia ultima nonché unica partecipazione al 'Casentino' risaliva all'edizione 2017. Ho ritrovato un tracciato nuovo al 50%. Prove speciali molto toste, variegate ed eterogenee. Un percorso ideale per un test, bene così. E poi, con la squadra è stato un piacere ritrovarsi, siamo in famiglia davvero . . .».

 

Christopher Lucchesi, nella sua attività sportiva 2020 sarà “ambasciatore” del Comune di Bagni di Lucca. Porterà con sé, sui campi di gara e nelle altre iniziative a lui legate, il logo, il patrimonio e la cultura di Bagni di Lucca. Un impegno e una responsabilità importante per il giovane che, onorato di questo patrocinio, si adopererà al massimo possibile per la promozione e la valorizzazione del territorio, diventando anche un riferimento per tantissimi giovani appassionati di auto, di competizioni. Sarà testimonial per la sicurezza stradale, dell’etica sulla strada, per una guida responsabile ed ecosostenibile.  Un progetto quello intorno a Lucchesi jr. che, avvalendosi della Academy Road Safety, si farà promotore di iniziative che coinvolgeranno i giovani, dai bambini ai neopatentati ma anche a chi ha già esperienza nella guida, quindi in prima linea, insieme all’Amministrazione Comunale di Bagni di Lucca, su un aspetto molto delicato e purtroppo sempre troppo doloroso per i numerosi incidenti che purtroppo riempiono le cronache nel quotidiano.

 

#CIRally  #Rally #ChristopherLucchesiJr  #LucchesiPollicino  #Peugeot 208R2  #GFracing

 

 

FOTO AMICORALLY

 


 

“CASENTINO” DI NUOVO AMARO PER GIANLUCA TOSI: LA STAGIONE IRCup AVVIATA CON L’AMARO IN BOCCA



Il pilota di Castelnuovo Monti, insieme al fido Alessandro Del Barba, di nuovo sulla Skoda Fabia R5 della GIMA Autosport, ha corso una gara tutta in salita, terminata con un “fuori programma” nel finale.

06 luglio 2020 –

Di nuovo lacrime, per Gianluca Tosi, in Casentino. Il pilota di Castelnuovo Monti, portacolori di Movisport, ha masticato di nuovo amaro, alla 40^ edizione del Rally del Casentino, la gara che ha segnato la “ripartenza” dei rallies italiani dopo lo stop imposto dall’emergenza sanitaria, corsa sabato scorso.

Tosi, che insieme al fido Alessandro Del Barba ha programmato la propria stagione di nuovo nella serie IRCup con la Skoda Fabia R5 di GIMA Autosport, ha dovuto alzare bandiera bianca nel finale di una competizione rivelatasi anche quest’anno sfortunata.


L’esordio stagionale ha coinciso con un ritiro nel finale della gara per un’uscita di strada, la strada “sporcata” dai passaggi precedenti, in una curva il posteriore della Fabia si è scomposto, scivolando irrimediabilmente fuori strada: ha chiuso dunque anzitempo una giornata comunque sofferta. Ottimo il riscontro cronometrico sulla prima prova,  quinto tempo assoluto a 3”2 dal leader, poi sulla seconda pur soffrendo le traiettorie obbligate dagli “antitaglio” in curva, la prestazione era stata in linea, prima di affondare in classifica a causa di un problema derivato dalla rottura dei collettori, la dispersione eccessiva di calore nel vano motore, aveva limitato le prestazioni del cambio e dell’impianto frenante. La vettura era stata rispristinata all’assistenza successiva, pur con un ritardo “pagato” di oltre due minuti Tosi e Del Barba avevano ripreso la corsa, prima di venire nuovamente rallentati da un problema al cambio, preludio all’esito negativo nel finale di giornata.

Gianluca Tosi: “Peccato, è il secondo anno di seguito che il Casentino, gara che amo, mi ha dato amarezza. E dire che avevamo avviato bene, in linea con i migliori, cosa che ci faceva pensare ad un esito importante, per avviare al meglio il campionato. Purtroppo la rottura dei collettori ha arrecato danno al cambio e difficoltà ai freni, la squadra ha fatto il possibile per permetterci di rimetterci in corsa ma purtroppo prima di nuovo il cambio e poi l’uscita di strada ci hanno fatto alzare bandiera bianca. Delusione, quindi, ma guardiamo anche il buono che la gara ci ha dato: le indicazioni cronometriche quando tutto era a posto ci sono state e molto importanti, credo che siamo cresciuti e questo è il classico bicchiere mezzo piano. Nulla da dire per la squadra, come sempre al top, tutto questo che ci è accaduto mi è dispiaciuto anche per loro, che ci mettono l’anima per farci correre al meglio. Guardiamo oltre, al Ciocco, la rivalsa!”

Adesso l’obiettivo è al 43° Rally del Ciocco, il 23 agosto, secondo atto del “tricolore”, gara a cui Tosi non manca da anni. Lì, insieme a Del Barba, a Gima Autosport ed a Movisport, cercherà il pieno riscatto nel palcoscenico più in vista delle corse su strada italiane.

 

#TosiDelBarba  #Movisport  #GianlucaTosi #Rally #SkodaFabiaR5 #IRCup #Rally #Motorsport

 

FOTO MARIO LEONELLI


lunedì 29 giugno 2020

14° RALLY CITTA’ DI AREZZO-CRETE SENESI E VALTIBERINA: DA OGGI IL VIA ALLE ISCRIZIONI


L’8 e 9 agosto le sfide di questa attesissima gara ricca di “titolazioni” nazionali ed internazionali:

quella del Tour European Rally, del Campionato Italiano Rally Terra “moderne” e “storiche”,

del Campionato Italiano Cross Country Rally, e atto finale per la serie Raceday 2019-2020 .

 

Il percorso è stato rivisto rispetto al progetto di origine,

con tre Prove Speciali da ripetere e scenari di tradizione “mondiale”: 380 chilometri totali e 70 di sfide.

 

Confermati i territori della provincia aretina e delle crete senesi per le quali, in questo periodo di ripresa dall’emergenza epidemiologica, l’evento diventerà ancor di più utile veicolo di ricaduta economica del comparto turistico.

 

 

Arezzo, 29  giugno 2020

Da oggi il via alle iscrizioni, con chiusura prevista da regolamento mercoledì 29 luglio, per il  14° Rally Città di Arezzo-Crete Senesi e Valtiberina, in programma per l’8 e 9 agosto.  

La nuova data e la nuova rivisitazione federale dei calendari post emergenza epidemiologica da Covid 19, ha conferito all’evento organizzato da Valtiberina Motorsport due blasoni “tricolori” in più, quello dell’essere la prima prova del Campionato Italiano Rally Terra (CIRT) ed anche quella del Campionato Italiano Cross Country Rally, oltre ad essere valida per il Campionato Italiano Rally Terra Autostoriche, già “finalissima” del Challenge Raceday Rally Terra 2019-2020, oltre che proposta in uno scenario internazionale in quanto sarà prima prova del Tour European Rally (TER) sia “moderno” che “storico”.


foto L. Martincich


PERCORSO RIVISTO MA SEMPRE EMOZIONANTE E CARICO DI STORIA RALLISTICA

Le argomentazioni per la gara aretina e senese, in quanto abbraccia due vasti territori ad ampia vocazione rallistica, ci sono: logico attendersi attori protagonisti di elevato livello e vetture che potranno regalare emozioni, spettacolo, adrenalina.

 

Diverse le novità della gara, rispetto al programma di origine, ciò dovuto al fatto che le normative federali prevedono percorsi più concentrati al fine di contenere il pericolo di contagio che per motivi prettamente economici per organizzatori ed equipaggi.  Chi correrà si troverà davanti comunque un tracciato punteggiato da tre prove speciali da ripetere, confermando l’abbracciare la provincia aretina e le crete senesi, per mantenere fede alla promessa fatta di cercare di regalare sensazioni “mondiali”.

 

L’intero percorso misurerà 380 chilometri, dei quali 70 di distanza competitiva interamente si strada bianca.

 

In questi giorni è stata diffusa la prima bozza del programma di gara, suscettibile di variazioni, le quali saranno comunicate mediante il sito web di riferimento dell’evento, www.valtiberinamotorsport.it e pure mediante le pagine di interazione sociale Facebook e Twitter.


 

PROGRAMMA


ISCRIZIONI

Apertura:  lunedi 29 Giugno 2020

Chiusura : mercoledì 29 Luglio 2020

 

DISTRIBUZIONE ROAD BOOK – NUMERI DI GARA - MATERIALI

Giovedì 6 agosto 2020 dalle ore 16.00 alle ore 20.00 - Centro Accrediti Arezzo

Venerdi 7 agosto 2020 dalle ore 8.00 alle ore 10.00 - Centro Accrediti Arezzo

 

RICOGNIZIONI AUTORIZZATE

Venerdì 7 agosto 2020 dalle 9.00 alle 17.00

 

APERTURA PARCO ASSISTENZA

Venerdì 7 agosto 2020 dalle ore 15.00 Arezzo, loc. La Carbonaia, Via Enrico Lansel

 

VERIFICHE TECNICHE ANTE-GARA

Sabato 8 agosto 2020

dalle 8.00 alle 10.30 Asciano, Stadio di Asciano, via Achille Grandi

 

SHAKEDOWN

Sabato 8 agosto 2020 dalle 9.00 alle 12.00 - Km 2.2 Asciano

Partenza - Asciano : sabato 8 agosto dalle ore 14.30 -

Riordino Notturno IN - Arezzo: sabato 8 agosto dalle ore 19.30 -

Riordino Notturno OUT- Arezzo: domenica 9 agosto dalle ore 8.00 -

Arrivo Finale – Arezzo: domenica 9 agosto dalle ore 16.00

 

L’edizione 2019 venne vinta da Marchioro-Marchetti con la Skoda Fabia R5, mentre la gara storica fu appannaggio di Romagna-Lamonato, con una Lancia Delta 16V.

 

VALTIBERINA MOTORSPORT

info@valtiberinamotorsport.it

www.valtiberinamotorsport.it

 

Facebook @RallyValtiberina @vtbmotorsport

Twitter @RallyValtiberin

 

www.terseries.com

 

www.raceday.it

 

#RallyCittàdiArezzoCreteSenesiValtiberina2020 #CIRallyTerra #TerSeries #Rally #motorsport 

#rallypassion  #terra #RacedayRallyTerra

#crete #Arezzo  #Asciano  #Anghiari  #PieveSantoStefano  #Siena  #gravel