mercoledì 30 dicembre 2020

MOVISPORT - ENRICO BRAZZOLI: ACCORDO “MONDIALE”

Il pilota cuneese di Saluzzo si appresta a vivere la sua settima stagione iridata con la Skoda Fabia Rally2 di PA Racing, con al fianco Maurizio Barone. Il via da Montecarlo, dal 18 al 24 gennaio, per un programma di cinque gare, compatibilmente con le difficoltà dettate dall’emergenza epidemiologica.


Reggio Emilia, 30 dicembre 2020

Movisport annuncia di avere raddoppiato la propria presenza nel Campionato del Mondo Rally nella categoria “WRC-2”, nella quale si è iscritta come Team schierando già il russo Nikolay Gryazin con la VolksWagen Polo R5.

La scuderia reggiana ha definito nella giornata di ieri la collaborazione con Enrico Brazzoli, il quale ha organizzato un programma di cinque partecipazioni iridate che disputerà al volante della Skoda Fabia Evo Rally2 della PA Racing ed assecondato dall’esperto copilota imperiese Maurizio Barone, con il quale fa equipaggio dal 2012.

Il programma, che ha il suo punto focale nel cercare di portare punti a Movisport nella sua prima avventura iridata ufficiale, partirà dal prossimo 89°Rallye Montecarlo (18-24 gennaio), per proseguire poi in Portogallo ed al Rally d’Italia-Sardegna, mentre i restanti impegni verranno organizzati seguendo l’evoluzione dell’emergenza sanitaria mondiale.

Cuneese di Saluzzo, 55enne, Enrico Brazzoli è un appassionato rallista a tutto tondo, dagli inizi come valido copilota, sino alla conquista dei due titoli iridati nel WRC (2018 vincitore  della categoria WRC-3 e nel 2019 della Coppa FIA Gt), passando da due allori continentali per auto storiche (2009 e 2011), si è ritagliato la sua fetta di notorietà come uno dei gentleman driver più in vista del circuito iridato e quest’anno parte con un programma assai ambizioso in un contesto estremamente competitivo, fatto di nuove sfide con diversi top driver previsti al via.

“Partiamo per un programma ambizioso – dice Brazzoli – non tanto per dire di sfidare i tanti nomi che saranno al via della serie ma per l’impegno che comporta, sia di tempo, che economico ed anche umano. Siamo reduci, con Barone, da un 2020 particolarmente sofferto, dall’incidente di Roma che ci ha bloccati a comunque tutta la situazione pandemica che non ha certo aiutato nessuno, prendiamo quindi questa opportunità insieme a PA Racing ed a Movisport per guardare lontano con fiducia, un programma che serva da stimolo per dire la nostra e per dare anche immagine a tutti coloro che saranno al nostro fianco. Non vediamo l’ora di iniziare, a Montecarlo ho corso per cinque edizioni, la considero un po’ la gara “di casa”, magari sarà tutto diverso, senza il pubblico, ma vogliamo partire bene per questa importante parentesi sportiva, cercando di portare punti iridati alla scuderia, lavorando con impegno professionale, senza lasciare nulla al caso”.

Nella foto: Brazzoli e Barone in azione (foto Massimo Bettiol)

#EnricoBrazzoli #MaurizioBarone  #BrazzoliBarone #SkodaFabiaRally2 #PAracing #Rally #Rallye #Movisport #Motorsport #RacingIsLife #WRC2 


lunedì 28 dicembre 2020

MOVISPORT AL VIA DELLA “DAKAR” CON CESARE ZACCHETTI E LA KTM


Ennesima partecipazione internazionale per il sodalizio reggiano 
che si accinge ad accompagnare il pilota romagnolo nella sua terza avventura alla gara.
Numero di gara 78, moto Ktm. 

 

Reggio Emilia, 28 dicembre 2020

Sempre più “internazionale” ed anche eclettica, Movisport che in questi giorni si accinge a vivere una nuova avventura. Un’avventura decisamente mitica, la “Dakar”, la maratona di auto moto e camion più famosa al mondo, che giunge alla sua 43^ edizione, dal 2 al 15 gennaio con partenza ed arrivo a Jeddah, in Arabia Saudita. 


Movisport sarà al fianco di Cesare Zacchetti, pilota romagnolo di off-road, non nuovo ad impegni di forte impatto e di respiro internazionale, molto conosciuto tra i piloti “privati”, il quale sarà alla sua terza “Dakar”: 

“Non c’è due senza tre! – argomenta Zacchetti, che ancora oggi, a 51 anni, è spinto da un grande spirito d’avventura - Faccio motocross da quando ho 15 anni, poi ho iniziato con i rally e la Dakar è il mito, il sogno, perché ti porta in posti davvero spettacolari, spesso preclusi ai più. Il bello di questa gara è proprio questo: ha il fascino dell’avventura di una gara in moto in posti inaccessibili o sconosciuti. Il percorso 2021 sulla carta mi piace perché sembra che abbia tappe un po’ più corte e quindi mi immagino che saranno meno veloci e più tecniche, più ‘impestate’ come diciamo noi. Questo significa anche che ci sarà da faticare e da stare ben attenti alla navigazione, ma è proprio questo il bello!”.

Così come l’edizione del 2020 anche quella che partirà a breve si svolgerà integralmente in Arabia Saudita, ma il percorso risulta cambiato: non si affronterà più la Eastern Province, si procederà in senso antiorario e il finale non sarà più nella capitale Riad ma a Jeddah. Inoltre ci si avvicinerà di più al confine settentrionale e quindi alla Giordania. Altre differenze riguardano le date e il cronometraggio: la prossima edizione scatterà con un prologo di 129 km di cui solo 11 km cronometrati e prevede 12 tappe (prologo escluso) per un totale di 7.646 km di cui 4.767 km cronometrati. 

Il prologo di Jeddah si svolge a una trentina di chilometri dallo stadio intitolato a Re Abdullah ed è caratterizzato da piste sabbiose. Da lì alla bandiera a scacchi sarà lotta dura.

Nella foto: Zacchetti in azione

#CesareZacchetti  #KTM #Rally #Rallye #Movisport #Motorsport #RacingIsLife #Dakar2021  #Jedda #Arabia #offroad  #Raid



NASCE DALLA PASSIONE : 1° RALLY TERRA VALLE DEL TEVERE

In calendario per la fine di febbraio, la gara avrà subito un respiro internazionale grazie all’essere “Promo Event” per il Tour European Rally 2021 e sarà inserita nel prestigioso circuito di gare “Raceday” del quale sarà il terzo appuntamento.


Programma snello, costi contenuti e valorizzazione del territorio i punti cardine della gara messa in campo da Valtiberina Motorsport.

Sono previste sei prove speciali in totale per 45.97 km. cronometrati su percorsi ovviamente “mondiali” e con la novità della “Power Stage” dotata di montepremi.

Pieve Santo Stefano (Arezzo), 27 dicembre 2020 – Un vero e proprio regalo di Natale per gli amanti dei rallies e degli estimatori dell’essenza della specialità, i fondi sterrati. Ma anche un forte input per il settore delle corse su strada a guardare verso l’orizzonte del 2021 ed un incentivo alla comunicazione ed all’economia del territorio. Tutto questo è la nuova iniziativa di Valtiberina Motorsport, che avendo spostato – per il 2021 - al prossimo agosto il proprio main event, il 15° Rally Città di Arezzo-Crete Senesi e Valtiberina” valido di nuovo per il Campionato Italiano su terra, ha ben pensato di colmare l’assenza di una “classica” a fine inverno con il 1° Rally Terra Valle del Tevere, in programma per il 27 e 28 febbraio. 

foto Uros Modlic

Gara nuova, percorsi “storici”, programma snello, costi contenuti e forte stimolo con il territorio e per il territorio, quello delle “tre perle” della Valtiberina, vale a dire Pieve Santo Stefano, Anghiari e Sansepolcro saranno i valori aggiunti di questo nuovo impegno nazionale. Un impegno che peraltro “sconfina” essendo stato inserito come “promo event” della serie internazionale Tour European Rally Series, e subito messo nel calendario del Challenge Raceday Rally Terra, la fortunata serie di gare su terra che si svolge a cavallo delle due stagioni e della quale sino a quest’anno il “Valtiberina” è stato parte integrante. Del “Raceday” la gara sarà il terzo appuntamento.

In un momento così particolare raddoppiare l'impegno della stagione per Valtiberina Motorsport non sarà certo semplice, ma la passione per lo sport e l'amore verso il territorio ha spinto il sodalizio a creare momenti che possano essere promozione e volano per l'economia locale, stimolo al riprendere fiducia dopo quasi un anno certamente poco felice per tutti. In questo si è incontrata ampia apertura da parte della Amministrazioni Comunali di Pieve Santo Stefano, Anghiari e Sansepolcro, per una unione di intenti che vuole guardare oltre ai momenti difficili che ancora vi sono proprio grazie allo sport ed al suo messaggio come momento di incontro, di dialogo, di respiro gioioso e libero.

Il Rally, che ovviamente si svolgerà nel massimo rispetto dei protocolli sanitari vigenti ritrova, per tempistiche, impegno e tipologia di gara, lo spirito originario di Raceday, avendo il “Valtiberina” preso una connotazione più strutturata, importante tassello del puzzle che compone il tricolore terra 2021. 

Si svolgerà tutto tra sabato 27 (ricognizioni, shakedown), e domenica 28 febbraio con la gara, 190 chilometri circa di percorso totale di cui 45,97 di tratti cronometrati, disposti nelle zone di tradizione rallistica internazionale. Due le “piesse” diverse da correre tre volte, sei in totale i passaggi, con l’ultima prova che sarà la “power Stage” la quale assegnerà premi in denaro ed in materiale tecnico.

Quartier generale a Pieve Santo Stefano, Partenza ed Arrivo a Sansepolcro, Shakedown ad Anghiari e l’Area Assistenza sempre a Sansepolcro, nella zona industriale Santa Fiora. 


VALTIBERINA MOTORSPORT
info@valtiberinamotorsport.it 
www.valtiberinamotorsport.it

Facebook @RallyValtiberina @vtbmotorsport
Twitter @RallyValtiberin

www.terseries.com

www.raceday.it


#RallyTerraValledelTevere #27e28Febbraio2021 #Anghiari #Sansepolcro #PieveSantoStefano
#RacedayRallyTerra#Rally #motorsport  #rallypassion  #terra #gravel  #GoAhead #Together


giovedì 24 dicembre 2020

MOVISPORT ISCRITTA AL MONDIALE RALLY 2021 COME TEAM: il russo Nikolay Gryazin e la Polo R5 a caccia del titolo WRC-2

Dopo tre anni di collaborazione, prosegue con sempre più stimoli la joint tra la scuderia reggiana ed il 23enne pilota russo, che rincorrerà il titolo nella categoria iridata riservata ai piloti privati. La vettura prescelta è la VolksWagen Polo GTI R5 del Team SRT, sulla quale sarà affiancato dal copilota Konstantin Aleksandrov.

Reggio Emilia, 24 dicembre 2020

Un vero e proprio regalo di Natale, quello che Movisport si è fatta e che nella giornata odierna comunica con soddisfazione.

 La scuderia reggiana ha formalizzato l’iscrizione al Campionato del Mondo Rally 2021 come “Team” per competere nella categoria WRC-2, riservata ai piloti privati con vetture di categoria “Rally2” (le attuali R5).

L’iniziativa sarà centralizzata al rinnovo della collaborazione con il pilota russo Nikolay Gryazin, il quale prenderà il via al campionato iridato con una Volkswagen Polo GTI R5 gestita dalla SRT – Sport Racing Technologies – vettura che ha già utilizzato una volta quest’anno al Rallye Recalvi Mariña Lucense, in Galizia (Spagna), l’11/13 dicembre, finito con il successo assoluto. 

Ad affiancare il 23enne pilota di Mosca vi sarà Konstantin Aleksandrov, il quale lo affianca dalla scorsa estate e sinora hanno corso insieme otto gare vincendone tre.

Dopo la parentesi 2020 con la Hyundai i20 R5 ufficiale nella categoria WRC-2 nella stagione appena conclusa le strade di Gryazin e di SRT compagine lettone abituata a palcoscenici importanti, tornano ad unirsi con una collaborazione ricca di stimoli in un contesto che si annuncia ricco di contenuti, per il 2021.

“Siamo estremamente soddisfatti del progetto che si è concretizzato – dichiara Zelindo Melegari, fondatore nel 1999 di Movisport, della quale è general manager – cercheremo di proseguire al meglio possibile la collaborazione con Gryazin, che ringraziamo di cuore per averci scelto tra una nutrita offerta di Team a livello mondiale. Sarà un’avventura stimolante, entriamo in punta di piedi in un palcoscenico importante che sicuramente ci permetterà di crescere, esperienza che cercheremo poi di mettere a disposizione dei piloti che vorranno “essere dei nostri”. 

Nikolay Gryazin è figlio e fratello “d’arte”. Nato a Mosca il 7 ottobre del 1997, suo padre Stanislav era un pilota di rally, campione russo nel 2001, ed anche il fratello Vasilij, è a sua volta pilota di rally e di rallycross. I suoi inizi sono stati nel Campionato Rally in Lettonia, nel 2015 e tre anni più tardi, nel 2018, si impose all’attenzione internazionale finendo secondo nel Campionato Europeo Rally  e nel 2019 ha esordito nel mondiale rally, acquisendo il suo primo punto iridato al Rally di Finlandia e terminando la stagione al quarto posto nella classifica WRC-2. Il 2020 lo ha visto partecipare di nuovo al mondiale WRC-2 con la Hyundai i20 R5 ufficiale, concludendo a punti in Messico, settimo assoluto. 

#Rally #Rallye #Movisport #Motorsport #RacingIsLife #WRC2 #VolksWagenPoloR5 #Gryazin #GryazinAleksandrov #SportRacingTechnologies  #SRT




domenica 20 dicembre 2020

Per Andrea Volpi un “Ciocchetto” d’effetto

Anche l’ultimo impegno dell’anno, con la classica gara natalizia al Ciocco, per il pilota elbano è stato una soddisfazione.

Ha corso con al fianco nuovamente Jessica Fredianelli, sulla Skoda Fabia R5, stavolta della GIMA Autosport. 

Il Ciocco (Lucca), 20 dicembre 2020 – Ha chiuso il 2020 con una nuova soddisfazione sportiva, Andrea Volpi impegnato questo fine settimana al 29° Rally “Ciocchetto Event”, il classico impegno “natalizio” di sport e spettacolo dentro la tenuta del Ciocco, a Castelvecchio Pascoli (Lucca).

Il pilota di Portoferraio, ritrovando al suo fianco la brava copilota lucchese Jessica Fredianelli, alla sua quinta gara dell’anno, ha finito in sesta posizione assoluta, di nuovo al volante della Skoda Fabia R5, esemplare stavolta fornito dalla alessandrina GIMA Autosport, con la regia di Bardahl Italia, che non ha voluto mancare all’appuntamento di chiusura stagionale. 

Non è stata una gara facile, per il portacolori del Bardahl Rally Team Elba, complice una prima tappa avversata dalla pioggia, ma con anche diversi “fuori programma” come testacoda con tanto di motore spento, “escursioni” fuori strada e comunque guidando con molta attenzione per evitare i tanti “trabocchetti”, che al “Ciocchetto” sono una costante. Positivi però i riscontri cronometrici messi in campo per tutto l’arco della competizione, regolarmente da alta classifica e culminati con il terzo scratch sull’ultimo impegno cronometrato.

“Come tradizione vuole – commenta Volpi – il Ciocchetto è stata gara ostica, difficile, indecifrabile. Ma alla fine anche esaltante e divertente. La prima tappa, con la pioggia, è stata davvero dura, abbiamo guardato a non prendere rischi, che avrebbe voluto dire magari farci alzare bandiera bianca. La seconda tappa assai meglio, asciutta, ma comunque anche viscida,  ci ha visti consolidare la nostra posizione a ridosso dei “big”, facendoci togliere anche la soddisfazione del terzo miglior tempo nella prova di chiusura. Bene, dunque, anche il feeling con la Fabia della Gima si è costruito prova dopo prova, gran bella macchina davvero. E’ stata decisamente la gara del Buon Natale, grazie a Bardahl, a tutti i partner che ci hanno supportato anche in questa occasione, un ringraziamento alla mia copilota, sempre perfetta, e grazie anche a Gima, con la quale vi è stato un ottimo approccio”.

FOTO: VOLPI IN AZIONE (FOTO AMICORALLY)

#Rally #motorsport  #Rallypassion #AndreaVolpi #JessicaFredianelli #VolpiFredianelli #Bardahl #BardahlItalia #CIocchettoEvent2020 #SkodaFabiaR5 #GIMA






AL “CIOCCHETTO” MOVISPORT DAVANTI A TUTTI: VITTORIA DI FORZA PER SCANDOLA, PASI E LA HYUNDAI

Un fine stagione con l’alloro, quello del sodalizio reggiano alla classica gara dentro la tenuta del Ciocco, con Umberto Scandola vittorioso dopo aver sostituito in extremis il fratello Riccardo.Ottima performance anche per Gianluca Tosi finito quarto, mentre ha sofferto il ritorno sull’asfalto il bresciano Ricci, al suo primo “Ciocchetto”.

20 dicembre 2020

Sotto l’albero il regalo di una vittoria, per Movisport. E’ quella che ha regalato Umberto Scandola, insieme a Daniele Pasi, al 29° Rally “Ciocchetto Event”, il classico appuntamento di fine anno a Castelvecchio Pascoli, dentro la tenuta del Ciocco. 

La scuderia reggiana, ha calato un tris di “nomi” che alla vigilia doveva essere per il bresciano Luigi Ricci, per Gianluca Tosi e per Riccardo Scandola, e proprio quest’ultimo ha sparigliato le carte sul tavolo di gioco rendendosi indisponibile, quindi cedendo il volante della Hyundai i20 R5 ufficiale italiana al fratello Umberto, che senza troppo pensarci, una volta acceso il motore della coreana è passato al comando di una competizione da grandi firme, con presenti il pluridecorato Andreucci ed il bresciano Perico. Una gara dal sapore dunque tricolore, quella dominata dal pilota scaligero, che sul podio finale ha preceduto appunto i due avversari sopra nominati, finiti nell’ordine. 

La fuga di Scandola verso la vittoria è iniziata già dalla prima prova speciale, con una vettura perfetta e gomme Michelin che hanno aiutato la sua impresa, tenendo un ritmo sempre alto con il quale ha saputo tenere alla frusta i propri avversari, senza mai farsi intimorire quando anche gli attacchi si facevano decisi.

“E’ stato davvero bello vincere il Ciocchetto Event 2020 – ha commentato Umberto Scandola all’arrivo - è bello vincere al Ciocco, che è un luogo a cui sono affezionato per tanti ricordi sportivi e soprattutto è stato bello vincere perché chiudiamo con una affermazione una stagione, per me, povera di risultati, in un Ciocchetto che, per il podio finale, sembra una gara di Campionato Italiano Rally di tre o quattro anni fa!”.

Vincere qui è stato davvero una grande soddisfazione - dichiarava alla fine Pasi – ma soprattutto, per me, ricevere lo splendido Trofeo intitolato ad un grande copilota  come “Icio” Perissinot è una emozione ed un onore immenso”.

Pensava in grande anche il reggiano Gianluca Tosi, che lo scorso anno al “Ciocchetto” finì terzo assoluto. Sempre con la Skoda Fabia R5 e sempre affiancato dal fido Alessandro Del Barba, Tosi voleva far bene al “Ciocchetto” per ritrovare il sorriso dopo una sfortunata stagione nell’IRCup ed alla fine ce l’ha fatta, firmando la quarta piazza assoluta a poco più di quattro secondi dal terzo arrivato, Perico, sfiorando quindi il bis della terza medaglia ottenuta nel 2019. Una gara sempre sulle alte sfere, quella di Tosi e Del Barba, conferma di uno status di equipaggio di vertice. 

Dopo oltre un anno dalla sua ultima partecipazione (Rally delle Marche 2019-terzo assoluto), il bresciano Luigi Ricci è tornato in macchina, nello specifico al volante della Hyundai i20 R5, affiancato da Lorenzo Ercolani. Ricci, uno dei rallysti italiani più esperti di gare sterrate, si rimette in discussione tornando a correre un rally su asfalto dopo ben 11 anni, dal rally del Friuli del 2009 ed al “Ciocchetto” era per di più al debutto. 

Come si aspettava, ha sofferto sia l’asfalto che le strade scivolose e strette della tenuta del Ciocco, che lo hanno fatto decisamente penare per trovare il ritmo giusto. Alla fine la coppia Ricci-Ercolani ha finito in tredicesima posizione di classe R5.

 (foto AmicoRally)


#Rally #Rallye #Movisport #Motorsport #RacingIsLife #CiocchettoEvent2020 #LuigiRicci #RicciErcolani  #HyundaiNGi20R5 #ScandolaPasi  #TosiDelBarba  #SkodaFabiaR5



GIANLUCA TOSI AL “CIOCCHETTO” ED IL SORRISO RITROVATO

Il pilota reggiano, portacolori della Movisport, insieme ad Alessandro Del Barba, ha corso due giornate da protagonista finendo ai piedi del podio e ritrovando soprattutto il sorriso.

- 20 dicembre 2020 - 

E’ finita con un quarto posto assoluto d’effetto, per Gianluca Tosi il 29° Rally “Ciocchetto Event”, disputato dentro la tenuta del Ciocco nel week end che precede il Natale. 

Per il pilota di Castelnuovo Monti, insieme al copilota Alessandro Del Barba la gara del “Ciocchetto” doveva essere quella per ritrovare il sorriso, ed anche se non ha migliorato il “bronzo” del 2019, ha inanellato una prestazione altisonante, chiusa con il quarto posto nella generale.

Sempre sulla Skoda Fabia R5 di GIMA Autosport, il portacolori di Movisport era uno degli “osservati” speciali dell’evento natalizio per eccellenza a tema rallistico, nel quale si è visto a duellare con fior di “nomi”, avversari di rango, contro i quali si è confrontato a spada tratta.

Terminata la prima tappa del sabato in quinta posizione, attardato a causa di un testacoda iniziale in una strada come al solito indecifrabile e resa ancora più tale dalla pioggia, nella giornata di domenica Tosi e del Barba hanno immediatamente cercato l’attacco per il podio e firmando un secondo parziale assoluto nella terz’ultima prova hanno aggredito la quarta piazza, mantenuta poi sino all’arrivo, peraltro sfiorando di nuovo il terzo posto, mancato per soli quattro secondi.

“Dai, alla fine il 2020 lo abbiamo terminato con il sorriso - commenta Tosi – al Ciocchetto diciamo che veniamo sempre e solo a divertirsi poi quando siamo in macchina ci diamo dentro ed è bello così. Una bella gara, anche se con una prima tappa sofferta, ma comunque sempre esaltante, peccato che mancasse quella cornice di pubblico che avrebbe avvalorato le prestazioni di tutti. Alla fine, via sarà un Buon Natale, grazie a tutti coloro che ci hanno supportato e seguiti, sperando di rivedersi già in primavera e senza mascherina, vorrà dire che avremo ripreso la normalità che tanto ci manca  . . . ”.

#TosiDelBarba  #Movisport  #GianlucaTosi #Rally #Bardahl  #BardahlItalia #SkodaFabiaR5 #Rally #Motorsport #CiocchettoEvent  


FOTO MARIO LEONELLI


mercoledì 16 dicembre 2020

PAVEL GROUP GIA’ PROIETTATA AL 2021: ARRIVATA LA SECONDA FABIA R5, IN ATTESA DELLA “EVO2”

Acquisito dalla struttura pistoiese il secondo esemplare della vettura boema, in attesa di far entrare, in officina il terzo, la versione Evo2, attesa per metà anno.  La squadra pronta ad un 2021 di alto profilo, anche con due Renault Clio R3.


Serravalle Pistoiese (Pistoia), 16 dicembre 2020 –  E’ già al lavoro per il 2021, con tanti e più stimoli, Pavel Group, avendo acquisito una seconda Skoda Fabia R5, entrata nell’officina della compagine pistoiese la settimana passata, andando a far coppia con l’esemplare già presente da oltre un anno ed in attesa di veder arrivare la versione “Evo2” della vettura boema, attesa entro l’estate.


La struttura pistoiese si propone quindi per una fascia di rallismo importante, per l’organizzazione e la gestione di programmi sportivi e singoli appuntamenti, potendo contare anche sulle possibilità offerte dalle due Renault Clio R3C, già viste sino ad oggi disputare diversi appuntamenti rallistici in tutta Italia con la massima affidabilità. 

In questi giorni il direttivo della squadra ha avviato molte trattative per il 2021 avendo ricevuto molte richieste da piloti interessati ad organizzare programmi sportivi con le Fabia R5.

#rally #motorsport #PavelGroup  #SkodaFabiaR5 #WRC #rallying #rallye #rallycar #racing #rallysport #rallyracing #rallycars #rallylife #rallylovers #rallyfans #motorsport  #rallypassion  #cars #rallydriver #rallyes #maximumattack #rallytime 



Per Andrea Volpi è di nuovo “Ciocchetto”

Per il pilota di Portoferraio ultimo impegno dell’anno con la classica gara natalizia al Ciocco con al fianco nuovamente Jessica Fredianelli, sulla Skoda Fabia R5, stavolta della GIMA Autosport. 

La trasferta, organizzata con lo stimolo di Bardahl Italia, sarà la terza partecipazione al rally “sotto l’albero”.

Portoferraio, Isola d’Elba (Livorno), 16 dicembre 2020 – Andrea Volpi questo fine settimana andrà a terminare la propria stagione al 29° Rally “Ciocchetto Event”, il classico impegno “natalizio” di sport e spettacolo, offerto dentro la tenuta del Ciocco, a Castelvecchio Pascoli (Lucca).

Il pilota di Portoferraio sarà alla sua quinta gara di una stagione avvalorata da due quarti posti (Maremma e Pomarance), un sesto posto all’Elba tricolore WRC ed un ritiro, sempre nella sua isola, ma alla gara storica, mentre al “Ciocchetto” sarà alla terza esperienza, l’ultima delle quali lo scorso anno chiusa ai piedi del podio in quarta posizione.

Ci riprova, il portacolori del Bardahl Rally Team Elba di nuovo al volante della Skoda Fabia R5, stavolta firmata dalla alessandrina GIMA Autosport, proprio con la regia di Bardahl Italia che non ha voluto mancare all’appuntamento di chiusura stagionale, ritrovando al suo fianco la giovane copilota lucchese Jessica Fredianelli (che lo ha affiancato al Trofeo Maremma), andando alla ricerca di una conferma del feeling con la gara, sempre ricca di insidie, magari anche cercando di salire sul podio assoluto.

 “Il Ciocchetto – commenta Volpi – è dalla sua nascita il classico di fine anno direi immancabile, per l’atmosfera “natalizia” che si respira ed anche per l’agonismo che sprigiona dato che il percorso si presta bene alle sfide più accese per quanto anche assai insidioso. Lo scorso anno finii quarto, quest’anno, ritrovando accanto a me Jessica Fredianelli non mi dispiacerebbe fare un salto in avanti e salire sul podio, ma leggendo l’elenco iscritti credo sarà dura, ci saranno grandi avversari, tra l’altro ben forniti. Sotto l’aspetto tecnico-sportivo dovrò prendere confidenza con la Fabia della Gima, ma non credo di avere problemi, team e vettura sono al top. La cosa più importante credo comunque sarà, per tutti, il dare il proprio contributo mediante lo sport a guardare avanti e cercare di superare questo lungo momento che ci ha condizionati praticamente in tutto. Quello del Ciocchetto sarà dunque un nuovo messaggio forte dato dal mondo dei rallies a guardare avanti e pensare in positivo. Un grazie a Bardahl Italia per il forte stimolo che ci ha dato a partecipare”.

Il 29° Il Ciocchetto Event avrà inizio venerdì 18 dicembre, con l’apertura delle verifiche tecnico sportive presso lo Stadio de Il Ciocco, dove sarà ubicato poi il Parco Assistenza, e con base alla accogliente Locanda Alla Posta. Stesse location dove, il giorno successivo, sabato 19 dicembre, proseguiranno le operazioni preliminari di verifica, mentre prenderanno avvio le ricognizioni del percorso.

La partenza de Il Ciocchetto Event è prevista per sabato 19 dicembre, alle ore 15.00, con arrivo alle ore 21.45.

Domenica 20 dicembre, alle ore 10.00 lo start della seconda e ultima tappa, che si concluderà alle ore 13.50.

Tredici in totale le prove speciali comprese nelle due tappe, che includono una Super Prova Speciale in notturna, al sabato.

FOTO: VOLPI IN AZIONE (FOTO AMICORALLY)

#Rally #motorsport  #Rallypassion #AndreaVolpi #JessicaFredianelli #VolpiFredianelli #Bardahl #BardahlItalia #CIocchettoEvent2020 #SkodaFabiaR5 #GIMA






GIANLUCA TOSI AL “CIOCCHETTO” PER RITROVARE IL SORRISO

Il pilota reggiano portacolori della Scuderia Movisport, insieme ad Alessandro Del Barba, sarà di nuovo al via della classica gara in lucchesia cercando di dimenticare un 2020 sfortunato nell’ IRCup 2020.


- 16 dicembre 2020 - 

Tre mesi circa, dopo l’ultima e sfortunata apparizione in gara a Bassano, per Gianluca Tosi è tempo di rimettersi in macchina, per partecipare, questo fine settimana, al 29° Rally “Ciocchetto Event”, una gara che nel recente passato gli ha dato ampie soddisfazioni.


Per il pilota di Castelnuovo Monti, reduce da una stagione nell’IRCup decisamente da dimenticare (indorata dal secondo posto a Salsomaggiore, in Coppa Italia), la gara del “Ciocchetto” dovrà essere quella per ritrovare il sorriso, correndo su strade che lo scorso anno, alla sua prima partecipazione, lo ispirarono a tal punto che lo portarono bene al terzo posto assoluto.

In coppia con il fido Alessandro Del Barba, sulla Skoda Fabia R5 di GIMA Autosport, il portacolori di Movisport sarà dunque uno degli “osservati” speciali dell’evento natalizio nella tenuta del Ciocco, dovendo comunque affrontare avversari di rango, in una due giorni di sfide altamente adrenaliniche, come nella più vera tradizione della gara che da quasi trent’anni infiamma il periodo natalizio.

“Il 2020 per noi è decisamente da dimenticare - commenta Tosi – a parte le difficoltà date dalla pandemia, che non fa star bene nessuno, il campionato IRCup non è andato come volevamo e poi contiamo anche che ci è sparita la gara di casa dell’Appennino Reggiano . . .  Contiamo dunque su quest’ultima gara del Ciocchetto non certo per risollevare l’intera stagione ma se non altro per chiudere con il sorriso e fare un pieno di fiducia per l’anno prossimo. Lo scorso anno salimmo sul podio, quest’anno come minimo vorremmo rifare uguale, pur se la vedo dura, con il valore degli avversari che è annunciato . . . ”.

Il 29° Il Ciocchetto Event avrà inizio venerdì 18 dicembre, con l’apertura delle verifiche tecnico sportive presso lo Stadio de Il Ciocco, dove sarà ubicato poi il Parco Assistenza, e con base alla accogliente Locanda Alla Posta. Stesse location dove, il giorno successivo, sabato 19 dicembre, proseguiranno le operazioni preliminari di verifica, mentre prenderanno avvio le ricognizioni del percorso.La partenza de Il Ciocchetto Event è prevista per sabato 19 dicembre, alle ore 15.00, con arrivo alle ore 21.45.Domenica 20 dicembre, alle ore 10.00 lo start della seconda e ultima tappa, che si concluderà alle ore 13.50.Tredici in totale le prove speciali comprese nelle due tappe, che includono una Super Prova Speciale in notturna, al sabato.

#TosiDelBarba  #Movisport  #GianlucaTosi #Rally #Bardahl  #BardahlItalia #SkodaFabiaR5 #Rally #Motorsport #CiocchettoEvent  

FOTO MARIO LEONELLI

mercoledì 9 dicembre 2020

LA 12^ RONDE DI SPERLONGA E’ ANNULLATA


Sperlonga Racing comunica che non sono state concesse le autorizzazioni necessarie 
da parte dell’Ente preposto per competenza, a causa della persistente emergenza epidemiologica.


Sperlonga (Latina), 09 dicembre 2020 – Sperlonga Racing, con estremo rammarico annuncia che la 12^ edizione della Ronde di Sperlonga, in programma per il 18 e 19 dicembre viene annullata.

La notizia viene diffusa nel pomeriggio odierno avendo appena ricevuto il parere negativo allo svolgimento dell’evento da parte dell’Autorità competente a causa della persistente difficoltà di emergenza sanitaria da Covid-19.

Purtroppo non è stato possibile un dialogo con la sopradetta Autorità preposta al rilascio delle autorizzazioni, nonostante Sperlonga Racing avesse organizzato l’evento nel rigoroso rispetto del protocollo sanitario predisposto da Aci Sport, lo stesso adottato ovviamente dalle altre manifestazioni che sino ad oggi, in Italia, hanno potuto svolgersi regolarmente. 

Era stata infatti operata una modifica alla logistica ed anche previsto lo svolgimento al sabato per non essere troppo invasivi sul territorio e non creare momenti di difficoltà alla vita quotidiana della popolazione. 

Inoltre, il Rally era stato previsto “a porte chiuse”, quindi senza prevista presenza di pubblico lungo il percorso e nelle aree nevralgiche della competizione (partenza/arrivo, riordinamenti e Parco Assistenza) era prevista soltanto la presenza degli addetti ai lavori. Di questo era stato dato ampio risalto tramite i media da oltre un mese.

Sperlonga Racing aveva visto anche quest’anno il proprio sforzo umano ed economico premiato, gratificato con la solita stima ed apprezzamento del passato avendo nuovamente raggiunto il massimo delle adesioni consentite (120 equipaggi), con un plateau di piloti e vetture importanti (25 di classe R5, alcune World Rally Car, con anche una “plus”), certamente celebrando lo sport al meglio possibile, dando con esso anche un messaggio solare e confermando il proprio ruolo di sostegno economico al territorio. 

Vi è la delusione del non poter dare continuità ad una lunga storia sportiva interrotta, in quest’annata condizionata in tutto dall’emergenza sanitaria, non certamente dalla propria volontà, esprimendo anche rammarico al pensiero che le normative vigenti non vengono accolte ed interpretate in egual misura nel territorio nazionale. Ne sono evidenza le diverse manifestazioni rallistiche che hanno potuto prendere il via dallo scorso luglio sino ad oggi.

Lo staff di Sperlonga Racing ringrazia tutti coloro che sino ad oggi hanno lavorato all’organizzazione dell’evento, gli sponsor per essere stati al fianco della gara in un momento così difficile, e ringrazia oltremodo piloti e squadre che soltanto con la loro iscrizione hanno dimostrato il loro affetto alla Ronde di Sperlonga.

Che tornerà con tante motivazioni in più nel 2021.


#RallyRondesperlonga2020 #rally #rallycar #rallyracing #rallying #motorsport #sperlonga 
 #provaspeciale #lamagliana #rallyshow #RivieradiUlisse





domenica 6 dicembre 2020

PER PAVEL GROUP BUONA LA “PRIMA” NEL MONDIALE RALLY: MORICCI/GARAVALDI HANNO ACCAREZZATO LA BANDIERA A SCACCHI DI UN’EDIZIONE EPICA

Terminata oggi la tre giorni rallistica che ha messo il sigillo al mondiale rally 2020. L’equipaggio pistoiese ha visto il traguardo nonostante le difficoltà incontrate dall’essere al debutto mondiale, alle condizioni meteo a tratti proibitive incontrate.

Moricci: “Al termine dell’ultima prova sono scoppiato a piangere, da tanta era la gioia!”

Monza (MB), 06 dicembre 2020 – Obiettivo raggiunto, per Pavel Group, che al debutto nel Campionato del Mondo Rally, all’ACI RALLY MONZA, ultima prova del torneo iridato 2020 ha potuto accarezzare la bandiera scacchi grazie alla prestazione di spessore offerta dai propri portacolori, i montecatinesi Paolo Moricci e Paolo Garavaldi, a bordo della Skoda Fabia R5 della squadra.

Anche per l’equipaggio, dopo ben 22 anni collaborazione (avvalorati da sette vittorie assolute, una in Coppa Italia di VI zona ed una nel Trofeo Renault), era il debutto nel mondiale rally e dopo tre duri giorni di gara, punteggiati e condizionati da diverse vicissitudini e dalle condizioni meteorologiche proibitive, hanno salutato il traguardo in 33^ posizione assoluta sui 71 arrivati di un rally rivelatosi indiscutibilmente ostico anche per gli equipaggi ufficiali che lottavano per il titolo mondiale. Una nuova firma, dunque, messa bene ed a tratto marcato andando a definire una prestazione di alto valore.


Al via in un contesto totalmente nuovo, sia per l’approccio mentale che sotto l’aspetto tecnico, Moricci e Garavaldi, portacolori della scuderia Porto Cervo Racing, non hanno mai guardato ai riscontri cronometrici, per quante erano le variabili cui dovevano far fronte e comunque hanno saputo sempre gravitare a metà classifica, assecondati al meglio dalla vettura, tanto competitiva quanto affidabile, oltre che dall’intero staff di Pavel Group.

L’intero arco dei tre giorni di gara è stato difficile, per Moricci e Garavaldi, tra l’essere stati subito rallentati dal riprendere in prova concorrenti che partivano davanti a loro, per poi soffrire una foratura e due pneumatici “stallonati”, oltre che un problema all’alternatore, per finire poi con l’appannamento del parabrezza nelle prove disputate il secondo giorno nell’alta provincia di Bergamo, corse anche con la neve, che per loro era la prima volta in assoluto. Tutte difficoltà superate con la volontà, con la voglia di riuscire nell’impresa di accarezzare la bandiera a scacchi di un rally rivelatosi fatale a molti, anche a tanti “nomi” del torneo iridato.


“Appena finita l’ultima prova speciale mi sono messo a piangere - dice Paolo Moricci – un pianto di gioia. Ed anche il mio copilota aveva gli occhi lucidi.  Ed era tanto che accadeva . . . Perchè il “gioco” era finito, e perché comunque eravamo consapevoli, insieme ai tanti altri equipaggi con cui abbiamo passato una settimana indimenticabile, di aver fatto qualcosa di importante. Era il nostro primo “mondiale”, un contesto che se non lo vivi non puoi capirlo, era inutile pensare di fare “il risultato”, le forze in campo erano troppe e troppo forti, dovevamo solo acquisire esperienza ed unirsi con la squadra, sfruttando al meglio possibile il mezzo che ci hanno fornito. Un mezzo sempre all’altezza, veloce ed affidabile nel quale ci siamo resi conto che non eravamo soltanto in due, ma c’era sempre tutta la squadra. Si, è stato un gioco di team, che grazie alla direzione tecnica di Stefano Rafanelli ci ha permesso ad ogni prova di migliorare le sensazioni alla guida, peraltro in condizioni che non abbiamo quasi mai incontrato. E’ stato un bagaglio di esperienza che vale tutte le altre gare che abbiamo fatto sinora, ci sono stati momenti anche di debolezza, di scoramento, pure di delusione, però subito “coperti” dalla grinta e dalla voglia di fare di tutti nel cercare il target, che era l’arrivo. Questo “Monza”, per quel che mi riguarda mi ha riconciliato con i rallies, il cui ambiente che frequentiamo, negli anni è diventato troppo “pesante” e credo sia così anche per Garavaldi. In una settimana siamo stati spesso insieme ai campioni più celebrati, che non parevano per nulla essere quei “mostri sacri” inarrivabili che tutti pensano anzi, persone semplici. Un’esperienza formativa, che per un rallista almeno una volta nella vita va fatta e di questo ringrazio Pavel Group oltre all’organizzazione della gara, messa in piedi in neppure due mesi, per via della pandemia che ha falcidiato il mondiale rally. Adesso sarà dura tornare  . . .  “coi piedi per terra!”.

Una manifestazione perfetta, l’ultima tappa del mondiale rally, organizzata da Automobile Club d’Italia, Autodromo Nazionale Monza e SIAS, che ha convinto tutti, piloti, team e autorità sportive internazionali. Una manifestazione resa straordinaria anche dall’essere stata decisiva per l’assegnazione dei maggiori titoli iridati: il WRC, il WRC2, il WRC3 e il titolo di campione del mondo Junior.

FOTO : Moricci-Garavaldi in azione  (BY Massimo Bettiol)

#rally #motorsport #PavelGroup  #AciRallyMonza2020  #MoricciGaravaldi #PortoCervoRacing  #SkodaFabiaR5 #WRC #rallying #rallye #rallycar #racing #rallysport #rallyracing #rallycars #rallylife #rallylovers #rallyfans #motorsport  #rallypassion  #cars #rallydriver #rallyes #maximumattack #rallytime #MonzaEniCircuit  



mercoledì 2 dicembre 2020

LA 12^ RONDE DI SPERLONGA SARA’ . . . “PLUS”

Ricevuta l’autorizzazione federale per poter ammettere al via anche le vetture WRC “plus”,

le Regine del mondiale rally, le quali avranno una classifica a parte.

Iscrizioni aperte sino al 9 dicembre, per la gara che per la prima volta nella sua storia si correrà al sabato,

quattro passaggi sul classico tracciato della”Magliana”.

Confermato l’evento “a porte chiuse”, non essendo prevista presenza di pubblico lungo la prova speciale, dovendo seguire le rigorose norme sanitarie volte al contenimento dell’epidemia da Covid-19.

 

Sperlonga (Latina), 02 dicembre 2020 – Marcia a pieno regime, la macchina organizzativa della 12^ edizione della Ronde di Sperlonga, in programma per il 18 e 19 dicembre. Sino al 9 dicembre sarà possibile iscriversi alla gara organizzata da Sperlonga Racing, una delle poche Ronde perdurate nel tempo, che quest’anno presenta due grandi novità.

 

La prima, già peraltro annunciata da tempo, è quella del corrersi nell’intera giornata di sabato 19 dicembre. I quattro passaggi sulla celebre prova speciale “La Magliana” saranno dunque anticipati di un giorno, lasciando libera la domenica per poter far rientrare comodamente i partecipanti alle proprie abitazioni visto il periodo natalizio.


La seconda, grande, news è quella che la gara è stata autorizzata dalla Federazione a poter schierare al via le vetture World Rally Car “plus”, le protagoniste assolute del mondiale rally, l’ultimo ritrovato della tecnica automobilistica riferita alle corse su strada. Si tratta di un vanto, per la gara, in quanto tali vetture sono state ammesse, in Italia, (a parte le competizioni valide per il mondiale) in numero estremamente limitato. Le vetture WRC “plus” avranno una classifica a se stante.

Una piccola, grande rivoluzione sul programma della manifestazione ed una grande novità riguardante chi corre, dunque, per una delle gare più apprezzate ed amate del centro sud, che prevede al venerdì le operazioni preliminari, quindi verifiche sportive e tecniche, ed appunto l’impegno agonistico nell’intero arco della giornata di sabato.

Sarà dunque un impegno importante, anche un nuovo esame, quello che lo staff di Sperlonga Racing, insieme alle amministrazioni del territorio pontino, dovrà sostenere per tenere viva la gara: dal surplus di lavoro per il rigoroso rispetto dei protocolli sanitari previsti per il contenimento epidemiologico, al fattore economico, ciò dovuto alla difficoltà per reperire sponsor e partner a sostegno della macchina organizzativa.

Sperlonga Racing tiene a sottolineare che, seguendo le normative governative e federali per il contenimento dell’epidemia da Covid-19, la gara sarà “a porte chiuse”. Lungo la prova speciale, che verrà disputata per quattro volte, NON sono previste zone specifiche per il pubblico e tutte le aree nevralgiche della competizione non ammetteranno presenza di persone se non gli addetti ai lavori, nel numero previsto dal protocollo sanitario vigente. Il parco assistenza, il riordino, la direzione gara oltre alla partenza e l’arrivo permetteranno l’accesso solo al personale addetto ai lavori, con possibili limitazioni previste anche per gli operatori media al fine di evitare assembramenti di persone.

#RallyRondesperlonga2020 #rally #rallycar #rallyracing #rallying #motorsport #sperlonga 

 #provaspeciale #lamagliana #rallyshow #RivieradiUlisse

www.rallydisperlonga.it

FACEBOOK: www.facebook.com/RallyRondeSperlonga