giovedì 22 febbraio 2024

Il 57° Rallye Elba-Trofeo Bardahl IRC saluta con gioia l’arrivo della Mitropa Rally Cup

Riconfermata nella International Rally Cup, questa edizione vedrà l’ingresso della gara nella prestigiosa serie centroeuropea.

Due grandi storie e tradizioni sportive che si incontrano dando una connotazione sempre più internazionale alla competizione, per comunicare il territorio con il motorsport, per il quale l’Isola d’Elba è conosciuta da anni in tutto il mondo. 

La competizione sarà anche “virtuale”, grazie alla collaborazione con Seven Speed Racing con la Mitropa Rally Cup.


Livorno, 22 febbraio 2024 – E’ nel pieno della sua fase organizzativa, il 57° Rallye Elba-Trofeo Bardahl, in programma per il 26 e 27 aprile, prima prova dell’International Rally Cup.

Aci Livorno Sport, insieme alla comunità elbana, sta vivendo giorno per giorno un lavoro preparatorio sempre più pressante, per dare all’evento una connotazione sempre più qualitativa, con la sostanza che rimane sempre la stessa, quella dei caratteri forti di un percorso di alto livello e di un occhio molto attento alla sicurezza attiva e passiva. E l’occhio, come la mente e il cuore vanno al territorio, per il quale la gara è pensata. Un sostegno al settore turistico dato con la spinta del motorsport, del quale l’isola d’Elba è icona mondiale.

Una sostanza sottolineata anche dall’avere la novità della validità per la celebre MITROPA RALLY CUP, della cui stagione duemilaventiquattro è la terza tappa.

In un panorama nazionale sempre più ricco ma anche frammentato di campionati e trofei, l’orientamento di un pilota privato, gentleman driver, per partecipare da protagonista in un respiro internazionale l’alternativa più valida è Mitropa Rally Cup. 

Nata nel 1965 per volontà di personaggi importanti dello sport motoristico internazionale, la Mitropa Cup era stata così chiamata per seguire il successo dell’omonimo campionato di calcio. Ben presto numerose sono state le nazioni interessate ad entrare nel circuito di gare, dando uno stimolo importante al rallismo continentale.

Molti, anche, sono stati i piloti italiani che hanno battuto le strade di mezza Europa con la Mitropa Rally Cup, tra cui Cavallari, Munari, Pinto, Lucky, Ceccato, “Peter” Zanchi. Nella storia recente il friulano Claudio De Cecco si è imposto per ben tre volte, nel 1996, 2004 e 2005 ed il pilota che vanta il maggior numero di vittorie di Campionato è il tedesco Hermann Gassner Senior, che ha vinto sette volte tra il 2001 e il 2022. 

Correre in questo campionato significa sperimentare un nuovo modo di intendere il rally, con tipologie di gare molto diverse tra loro, molto tecniche e selettive e soprattutto coltivare amicizie che negli anni rimangono cementate.

Mitropa Rally Cup significa inoltre scoprire nuove città, correre con lo spirito di un tempo e, soprattutto risparmiando, visto che sono previste agevolazioni per gli equipaggi, poi vi sono anche le vetture storiche ed il montepremi è di sicuro interessante. Il calendario prevede nove appuntamenti, due in Italia (Elba e Casentino), due in Austria, due in Slovenia, uno in Croazia come anche in Ungheria e in Svizzera.

Grazie all’ingresso nella Mitropa Rally Cup, al Rallye Elba “moderno” saranno ammesse anche le vetture storiche, che ne fanno parte dalla stagione 2005, anche in questo caso con interessanti spunti tecnici e partecipazioni di livello.

IL RALLYE ELBA E ANCHE LA MITROPA RALLY CUP ANCHE IN VIRTUALE

Seven Speed Racing Sim World e Mitropa Rally Cup sono entusiasti di annunciare la loro collaborazione per il lancio del nuovo campionato virtuale della Mitropa Rally Cup 2024, sulla nota piattaforma Ungherese di Richard Burns Rally,  RallySimFans.hu.

Questa partnership combinerà le risorse e le competenze delle due organizzazioni per offrire agli appassionati di simulazione di guida un'esperienza eccezionale su una delle piattaforme più rinomate nel mondo del rally virtuale.

Il campionato offrirà ai partecipanti l'opportunità di competere su prove speciali scelte tra le 470 e più prove di iconici rally conosciuti, utilizzando auto da rally realistiche e affrontando sfide uniche e coinvolgenti.

Grazie alla combinazione di Seven Speed Racing Sim World e Mitropa Rally Cup, i piloti avranno l'opportunità di dimostrare le proprie abilità di guida in un ambiente competitivo e stimolante basato su rally reali.

Il calendario delle gare presenta nove tappe, che si dividono in Austria, Slovenia, Italia, Ungheria, Croazia e Svizzera, i regolamenti completi del campionato sono disponibili sul canale Discord dedicato (al link https://discord.gg/8b75jvWqfA).

Questo canale fornirà un luogo centrale per i partecipanti per ricevere aggiornamenti, interagire con altri concorrenti e discutere delle ultime notizie e sviluppi riguardanti il campionato.

Tra i riconoscimenti per i vincitori è in palio la possibilità di essere presenti alla premiazione ufficiale che si svolgerà in Baviera nel novembre 2024 assieme ai campioni della Mitropa Rally Cup.

www.rallyelba.com

#RallyeElba2024 #AciLivornoSport #AciLivorno #IRC #MitropaRallyCup #rally #motorsport #elba #isoladelba #italy #mare #sea #elbaisland #toscana #island #travel #tuscany #italia #seaside #beach #Portoferraio #Capoliveri #PortoAzzurro #MarinadiCampo


mercoledì 21 febbraio 2024

Il 3° Rally Città di Foligno presenta le sfide: un percorso molto tecnico, con molte novità

Grande attesa, per la competizione della PRS Group, in calendario per il 9 e 10 marzo, prima prova di due campionati italiani su terra.

Foligno e Nocera Umbra di nuovo sotto i riflettori nazionali del motorsport, con un programma di 9 prove speciali, 3 tra ripetere, in un percorso in ampia parte rivisto.

Sarà la prima gara “tricolore” in cui verrà introdotta la “slow zone”, tracciata con il nuovo sistema GPS a bordo delle vetture in gara.


Foligno (Perugia), 21 febbraio 2024 – Il 3° Rally Città di Foligno,previsto per il 9 e 10 marzo, è da due settimane nel vivo della sua fase organizzativa, con il periodo delle iscrizioni, che andrà ad allungarsi fino a mercoledì 28 febbraio. 

C’è grande attesa, nel mondo rallistico italiano, per la doppia promozione che la gara ha ottenuto nella sua breve storia: alla sua terza edizione, infatti, ha l’onore e l’orgoglio di essere la prima prova stagionale del Campionato Italiano Rally Terra e del Campionato Italiano Rally Terra storico, inaugurato appunto con il 1° Rally Storico Città di Foligno. Proprio per questa doppia validità, intorno alla gara si sta registrando un notevole fermento, in diversi hanno già confermato la loro presenza, per dare il giusto abbrivio alla loro stagione su terra.

Con al fianco coinvolte le Amministrazioni Comunali di Foligno e Nocera Umbra, l’organizzazione PRS Group ha cementato quest’anno più che mai la collaborazione  con esse, guardando al favorire l’immagine e il turismo sul territorio mediante il notevole afflusso di appassionati ed addetti ai lavori che porterà sul luogo.

UN PERCORSO DI LIVELLO 

Il percorso, che si snoda sui territori di Foligno (con una prova speciale) e Nocera Umbra (con altri due tratti cronometrati), presenta 286 chilometri dei quali 76 di Prove Speciali, nel dettaglio 3 da ripetere 3 volte.  Sono “piesse” nella quasi totalità inedite, rispetto alle due precedenti edizioni, ciò per rendere ancora più appassionante e avvincente la sfida in terra umbra. Eccole descritte nei loro caratteri più significativi: 

Qualifyng Stage/Skakedown “San Lorenzo” (km. 2,290)

Si utilizza un percorso alle porte di Foligno nelle vicinanze della tenuta San Lorenzo, molto comodo da raggiungere dal Parco Assistenza di La Paciana. La partenza è in falsopiano ed alterna curve a medio raggio. Nella parte centrale si velocizza un po' per poi ridiventare più tortuoso nella parte finale. Il fondo è molto buono e corrisponde alle caratteristiche delle prove speciali della gara.

P.S. 1/4/7 “Scopoli” (km. 12,140)

Prova speciale inedita e sicuramente determinante per la classifica, in quanto è la più lunga della gara, con molte variazioni di tipologia e che richiede molta attenzione.  La prova parte alle porte di Scopoli e la prima parte è tutta in salita con l’alternarsi di tornanti e pezzi medio veloci, con un buon fondo e la careggiata abbastanza larga. Arrivati alla sommità nelle vicinanze di Cancelli, inizia un tratto all’interno del bosco con un fondo più duro e lento rispetto alla parte iniziale. Nella parte terminale del boschetto è anche prevista una Slow Zone per circa 300 metri ed alla fine inizia la discesa, che porterà verso il fine prova, posto nelle vicinanze di Casenove. Questa porzione finale è molto simile alla prima parte, con tratti medio-veloci che vengono spezzati da tornanti.

P.S. 2/5/8 “Colle Croce” (km 7,050)

Prova speciale già utilizzata in precedenza, anche se in senso contrario, con la parte finale comunque inedita. Parte alle porte di Collecroce con un primo tratto veloce e careggiata larga per poi discendere verso metà ps con strada più stretta e fondo più mosso. Arrivati a metà prova vi è una inversione in discesa molto stretta e spettacolare, che porterà alla parte finale della prova tutta in leggera discesa e con andamento medio veloce. Il fine prova è alle porte di Bagnara di Nocera Umbra. Prova molto bella con un tracciato vario ed un fondo molto buono.

P.S. 3/6/9 “Monte Alago” (km. 6,270)

Prova già utilizzata in precedenza anche dal Rally Nido dell’Aquila, anche se in senso contrario. La prova parte alle porte di Bagnara con la prima parte in salita e tracciato duro e tortuoso, che poi si velocizza nelle vicinanze della cima del Monte Alago, dove vi è anche un tratto di 400 metri di asfalto. Terminato l’asfalto si inizia a scendere verso Schiagni con un pezzo tortuoso, che poi si velocizza nella parte finale in falsopiano.  Prova comunque difficile, anche se è la più corta, perché varia tipo di fondo più volte e quindi va interpretata bene per non perdere il ritmo. 

LA PRIMA GARA “TRICOLORE” CON LA “SLOW ZONE”

L’organizzazione comunica che il briefing con gli equipaggi (venerdì 8 marzo alle ore 17,00 alla direzione gara ubicata al Delfina Palace Hotel in Foligno) sarà obbligatorio, importante anche per illustrare le caratteristiche del nuovo sistema GPS di tracciamento. 

Il Rally Città di Foligno sarà la prima gara “tricolore” dell’anno che vedrà introdotta la “Slow Zone” un breve tratto in una prova speciale dove i concorrenti dovranno procedere ad una velocità ridotta e costante, pena sanzioni.

IL PROGRAMMA

Il Rally Città di Foligno 2024 entrerà nella sua fase “calda” venerdì 8 marzo, dalle 08:00 alle 16:00, con le ricognizioni del percorso, seguite (ore 17,00) dal briefing in presenza obbligatoria organizzato alla Direzione Gara nel Delfina Palace Hotel, sede anche delle successive operazioni di verifica sportiva.

Intensa la giornata di sabato 09 marzo, con inizio dalle ore 08,00 e fino alle 12,30 con le verifiche tecniche organizzate al Parco Assistenza, zona Industriale “La Paciana” in Foligno. Poi, dalle 11,00 alle 12,30 avranno luogo le prove libere della “Qualifying stage” e dalle 13,00 alle 14,00 la “Qualifying Stage” riservata ai Prioritari ed alle vetture Rally2/R5.

Dalle 14,15 alle 17,00 è in programma lo “Shakedown” (il test con le vetture da gara, riservato a chi non farà la “Qualifying Stage”), per arrivare quindi alla cerimonia di partenza in Piazza della Repubblica in Foligno alle ore 19,01, dopo la quale i concorrenti porteranno le vetture al riordinamento notturno in Viale Marconi a Foligno.

Domenica 10 marzo il clou della competizione: i concorrenti lasceranno il riordinamento notturno dalle ore 07,31. Le 9 sfide cronometrate saranno nell’arco di tutta la giornata con la bandiera a scacchi pronta a sventolare in Piazza della Repubblica dalle ore 17,30, con premiazione sul palco. 


Foto di raceemotion


domenica 18 febbraio 2024

IL 1° TUSCANY RALLY E’ DI SENIGAGLIESI-LUPI (SKODA FABIA)

Con tre prove speciali inedite da ripetere tre volte, partenza da Buonconvento e arrivo a Montalcino, sui luoghi dove si correva il mondiale rally, la gara ha inaugurato la propria storia con il successo dell’equipaggio pisano. 

Al secondo posto Rossi-Zanella (Hyundai i20), terzi Giordano-Cerone (Skoda Fabia).

Tra le vetture storiche vittoria assoluta di Bergamo-Simioni con una BMW.


Buonconvento (Siena), 18 febbraio 2024 – La prima firma sull’albo d’oro del Tuscany Rally è stata quella del pisano della Valdicecina Carlo Alberto Senigagliesi, in coppia con Marco Lupi, su una Skoda Fabia R5 “evo”.

L’evento, organizzato da Jolly Racing Team insieme a Deltamania Montalcino, seconda gara dell’anno in Italia e prima in Toscana, si è corso nella giornata odierna su nove prove speciali in totale (tre da ripetere), confortato da una piacevole giornata primaverile. Una giornata che ha acceso gli animi di tutti, soprattutto che ha scaldato i concorrenti in gara, sia con le vetture moderne che con le “storiche”, attori di momenti di grande sport e spettacolo.



Senigagliesi ha preso il comando dalla seconda prova speciale in programma, su quella inaugurale un’esitazione per aver perso il segnale GPS del nuovo sistema di tracciamento per affrontare le “virtual chicane” lo ha limitato ma successivamente ha preso il giusto ritmo per portarsi in testa alla classifica e poi allungare sugli avversari firmando il miglior riscontro cronometrico sulle restanti otto “piesse”. Con questo successo, il pilota di Pomarance porta a ben 27 i suoi successi assoluti in carriera.

Con Senigagliesi che ha accarezzato per primo la bandiera a scacchi in centro a Montalcino, la seconda piazza l’ha fatta sua con ampio merito il modenese Franco Rossi. Alla guida di una Hyundai i20 Rally2, con al fianco l’esperto Flavio Zanella, il gentleman emiliano ha saputo subito interpretare al meglio le insidie della gara chiudendo con la seconda moneta una prestazione di carattere, avendo anche costantemente ragione di avversari che di certo lo hanno sempre avuto nel mirino.

La terza posizione finale, aggiudicata quasi sul filo di lana, è stata appannaggio di Davide Giordano, in coppia estemporanea con Tony Cerone, che lo affiancava per la prima volta. Con la Skoda Fabia R5, il pilota di Pistoia, Campione in carica “over 55” di zona, aveva iniziato bene la competizione, dopo due prove era secondo assoluto nonostante problemi all’interfono, poi ben 2’ di penalità per aver “sforato” la velocità da tenere nella zona delle “virtual chicane” lo avevano cacciato in retrovia, ben oltre la top ten. Una reazione concreta e decisa, la sua, che lo ha riportato sopra il podio a due prove dal termine suggellando così una prestazione cristallina confortata da indicazioni cronometriche di rispetto e soprattutto da ottime sensazioni alla guida della vettura boema dopo quasi quattro mesi di pausa.

Quarta piazza finale, primo fra le due ruote motrici, il fiorentino di Fiesole Gianfranco Sunzeri, con al fianco Barbara Neri. Per loro a disposizione una datata ma efficace Renault Clio Williams, con la quale è riuscito sempre a rimanere in scia dei migliori e mai al di fuori della top five assoluta. Ha duellato, Sunzeri, per tutta la gara con il livornese Giancarlo Bubola, assecondato dalla figlia Irene, su una più recente Renault Clio R3. Anche loro si sono resi autori di una performance costantemente di alto livello chiudendo quindi al quinto posto, palesando un feeling con la vettura arrivato ad un livello considerevole.

Tra coloro che erano attesi ad una prova di forza, sfortuna per i sardi Dettori-Demontis, traditi dal cambio della loro Skoda poco prima di affrontare il primo tratto cronometrato. 


Assai frizzante anche la gara “historic”, con la vittoria andata nelle mani del veneto di Jesolo Matteo Bergamo, in coppia con Giorgio Simioni. A bordo di una BMW STR4, hanno preso il comando dalla prima prova speciale senza più lasciarlo, aggiudicandosi anche il quarto raggruppamento, davanti all’attesissimo driver locale Nicolò Fedolfi, con alle note il sammarinese Livio Ceci, su una Lancia Delta integrale.  E sempre dalla Repubblica “del Titano” arrivano i terzi saliti sul podio assoluto, vale a dire Nemo Massa e Riccardo Biordi, vincitori del terzo raggruppamento con una Ford Escort MK 1. C’è una storia sfortunata anche qui, con il repentino ritiro del romagnolo Riccardo Errani, in coppia con il maremmano Mischi. Anche per loro nessuna adrenalina indossando il casco, essendosi fermati per problemi meccanici alla loro Lancia Delta integrale, pure in questo caso prima di arrivare al primo impegno cronometrato.

Questa nuova competizione vuole ritagliarsi un proprio importante spazio nel calendario sportivo nazionale per diventarne un appuntamento fisso e irrinunciabile. Una gara che guarda lontano insieme al territorio, soprattutto per dargli voce e immagine mediante il motorsport e per questo si è avuta ampia apertura e massima collaborazione da parte delle Amministrazioni locali, dal Comune di Montalcino a quelli di Buonconvento, Murlo e San Quirico d’Orcia.

NELLE FOTO:  Senigagliesi-Lupi e Bergamo-Simioni (foto AmicoRally)

#TuscanyRally2024 #JollyRacingTeam #DeltamaniaMontalcino #cretesenesi #rally #rallycar #rallyracing #rallying #motorsport #Buonconvento  #Montalcino #Murlo #SanQuiricod’Orcia #provaspeciale #rallyshow #rallypassion 


http://www.jollyracingteam.it

http://www.tuscanyrally.com


mercoledì 14 febbraio 2024

IL 1° TUSCANY RALLY E’ PRONTO AL VIA

“MODERNE” E “STORICHE” ANNUNCIANO AGONISMO E SPETTACOLO

In programma per questo fine settimana, la gara propone tre prove speciali inedite da ripetere tre volte, con partenza da Buonconvento e arrivo a Montalcino, andando a toccare i luoghi dove si correva il mondiale rally.

L’evento, secondo rally dell’anno in Italia e il primo in Toscana, è organizzato da Jolly Racing Team e Deltamania Montalcino ed ha visto forte la collaborazione dal Comune di Montalcino oltre a quelli di Buonconvento, Murlo e San Quirico d’Orcia.


Buonconvento (Siena), 14 febbraio 2024 – Tutto pronto, per il 1° Tuscany Rally, in programma per questo weekend 17 e 18 febbraio, con previste vetture sia moderne che storiche, organizzato da Jolly Racing Team insieme a Deltamania Montalcino.

Quartier generale a Buonconvento e teatri delle sfide completamente inediti e tutti su fondo asfaltato, abbracciate dai classici paesaggi delle colline senesi che paiono delle cartoline, sono i valori aggiunti di questa nuova competizione che vuole ritagliarsi un proprio importante spazio nel calendario sportivo nazionale per diventarne un appuntamento fisso e irrinunciabile. Una gara che guarda lontano insieme al territorio, soprattutto per dargli voce e immagine mediante il motorsport. Per questo si è avuta ampia apertura e massima collaborazione da parte delle Amministrazioni locali, dal Comune di Montalcino a quelli di Buonconvento, Murlo e San Quirico d’Orcia.

Sono in programma tre diverse prove speciali da correre tre volte, tutte nell’intero arco della giornata di domenica 18 febbraio, 52,320 chilometri cronometrati sui 350,500 del percorso complessivo. Un percorso che tocca “nomi” che hanno ricordi “mondiali”, il Campionato del Mondo Rally, da queste parti, hanno scritto anni fa pagine importanti di storia sportiva. 

I MOTIVI SPORTIVI: SENIGAGLIESI E LA SKODA PRENOTANO IL SUCCESSO

Riflettori puntati certamente sul pisano Carlo Alberto Senigagliesi, in coppia con Marco Lupi. Il blasonato pilota pisano, con la Skoda Fabia R5 Evo, si pone come il candidato principale per il successo, dovendosi comunque guardare da diversi che possono tenerlo sulla corda. A partire dal pistoiese Davide Giordano, in coppia con Cerone, anche loro su una Fabia R5. Giordano, campione in carica “di zona” nella categoria over 55 ha intenzione pure lui di iniziare al meglio stagione, come anche vorrà fare il modenese Franco Rossi, con la Hyundai i20 Rally2 condivisa con l’esperto Flavio Zanella.  In lizza per un posto al sole anche il sardo Antonio Dettori, con Demontis alle note, che avrà l’onore di aprire le partenze con il numero uno sulle fiancate, anche in questo caso con una Fabia Rally2. Il driver sassarese, che ha esordito nei rallies lo scorso settembre con un nono posto assoluto in Gargano, vuole dare continuità ad altri due piazzamenti di vertice ottenuti a San Marino e Sperlonga, a fine anno scorso.

In chiave due ruote motrici, proverà a fare bella figura “in casa” il senese Eugenio Alfieri, con la Renault Clio S1600, affiancato da Piazzini e certamente anche il livornese Giancarlo Bubola, con alle note la figlia Irene sulla Renault Clio R3 avrà voglia di farsi notare in alto. 

Tra le “piccole” attenzione ad Alessio Vargiu ed anche al locale Rudy Cosimi, entrambi con una Peugeot 106, pronti di certo a farsi valere nelle zone alte della classifica. Si segnala anche il tocco “rosa”, con al via la brava Paola Fedi, sui una Renault Clio Rally5, in coppia con Francesco Bartali.

LO SPETTACOLO DELLE “STORICHE”

Nutrita la schiera delle vetture storiche iscritte, i cui interpreti hanno accettato la sfida in terra senese. Ad aprire le sfide ci sarà il forte sammarinese Bruno Pelliccioni, con la sua Ford Escort RS, vettura che lo ha sempre portato in alto nel tricolore su terra nelle stagioni passate. Gioca “in casa” Nicolò Fedolfi, l’appassionato collezionista di Lancia Delta Integrale. Proprio con tale vettura, affiancato dal fedele Livio Ceci, proverà a piazzare il risultato di vertice sulle strade amiche e come lui si pone per un posto al sole anche il romagnolo, pilota di lungo corso, Riccardo Errani, anche lui su una delta integrale, condivisa con Emanuele Mischi. Lancia Delta, poi, anche per il gentleman Carlo Falcone.Ha accettato la sfida del “Tuscany” anche il pistoiese Paolo Lulli, con la Peugeot 205 GTi, protagonista lo scorso anno in ambito internazionale con il successo nella Mitropa Cup Historic e certamente saranno da seguire le prestazioni dell’umbro Giorgio Sisani, con la piccola A112 Abarth, vettura intramontabile, la stessa che avrà Alessandro Fedolfi che cercherà pure lui lo spunto nella gara casalinga.  


IL NUOVO SISTEMA GPS DI TRACCIAMENTO: 

PREVISTO UN BRIEFING CON GLI EQUIPAGGI PER SPIEGARNE IL FUNZIONAMENTO

Essendo una delle prime gare su strada dell’anno, il Tuscany Rally sarà anche tra le prime ad adottare il nuovo sistema di “tracking” GPS, il tracciamento che per regolamento di sicurezza deve essere a bordo di ogni vettura in corsa. Per questo, l’organizzazione, in accordo con la Direzione di Gara, nel pomeriggio di sabato 17 febbraio dopo lo shakedown, organizzerà un importante briefing atto a spiegare ai concorrenti e a tutti gli interessati, il funzionamento del nuovo dispositivo, alla luce delle nuove normative, che prevedono di trovare sul percorso una “virtual chicane” che impone una ridotta velocità di transito a 50 km/h controllata appunto dal GPS Tracker che segnalerà la velocità corretta è raggiunta e in caso contrario il concorrente incorrerà in una penalità.


PROGRAMMA DI GARA


Venerdì 16 febbraio 2024

Distribuzione road book, documenti sportivi per le ricognizioni

Presso parco assistenza - Azienda Fior di Montalcino – Buonconvento (SI)

dalle ore 09:00 alle ore 12:00

Ricognizioni con vetture di serie

- Tutte le prove speciali:

- ore 09:30-12:00 

- ore 13:30-18:00

Sabato 17 febbraio 2024

Verifiche sportive

Presso parco assistenza – Azienda Fior di Montalcino – Buonconvento (SI)

Sessione riservata agli equipaggi iscritti allo shakedown dalle ore 09:30 alle ore 11:30

Sessione aperta a tutti dalle ore 11:30 alle ore 13:00

Verifiche tecniche

Presso parco assistenza – Azienda Fior di Montalcino – Buonconvento (SI)

Sessione riservata agli equipaggi iscritti allo shakedown dalle ore 09:30 alle ore 12:00

Sessione aperta a tutti dalle ore 12:00 alle ore 13:30

Shakedown – (lunghezza Km 2,930 in località San Quirico D’Orcia) dalle ore 13:30 alle ore 16:30 

Domenica 18 febbraio 2024

Partenza prima vettura

Uscita dal parco assistenza - Azienda Fior di Montalcino – Buonconvento (SI)

ore 07:31

Arrivo prima vettura e premiazioni

Piazza del Popolo – Montalcino (SI) ore 17:30


NELLA FOTO: Carlo Alberto Senigagliesi, principale favorito per la vittoria (foto AmicoRally)


#TuscanyRally2024 #JollyRacingTeam #DeltamaniaMontalcino #cretesenesi #rally #rallycar #rallyracing #rallying #motorsport #Buonconvento  #Montalcino #Murlo #SanQuiricod’Orcia #provaspeciale #rallyshow #rallypassion 


http://www.jollyracingteam.it


http://www.tuscanyrally.com


martedì 13 febbraio 2024

DP AUTOSPORT-TRONY NEL CAMPIONATO ITALIANO ASSOLUTO RALLY

DAPRA’, GUERRA E DI PIETRO PER FARLA DA PROTAGONISTI 

La struttura bresciana che fa capo ad Alessandro Pedrocchi, in collaborazione con Trony e SpotUp punta ad un ruolo di primo piano per la massima espressione del rallismo italiano, che andrà ad iniziare a metà marzo dalle strade del Ciocco, in Toscana.

La presentazione del programma sportivo, con gli equipaggi e le vetture, avrà luogo a Villa Baiana di Monticelli Brusati (Brescia), venerdì 16 febbraio, dalle ore 18.00. 


Esine (Brescia), 13 febbraio 2024 – DP Autosport-Trony annuncia i programmi sportivi che la vedranno protagonista nel Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco 2024. 

La struttura bresciana che fa capo ad Alessandro Pedrocchi ha definito dunque la propria presenza nella massima espressione dei rallies italiani confermando tre equipaggi al via di sei delle sette competizioni che punteggeranno la stagione, escludendo la trasferta della Targa Florio.

I riflettori saranno certamente puntati sull’equipaggio di Aci Team Italia nel mondiale Rally WRC-2 formato dal 22enne Roberto Daprà affiancato dall’esperto 31enne Luca Guglielmetti. Giunti secondi assoluti, nel 2023, nella classifica “Junior” del Campionato Europeo Rally, a loro sarà fornita una Skoda Fabia R5 Evo. L’equipaggio sarà impegnato nella stagione italiana al fine di proseguire il proprio programma di crescita e certamente sarà interessante seguirne l’evoluzione a fronte di una competizione con i migliori piloti italiani. 

Al via del Campionato Italiano Rally Assoluto-Sparco vi sarà anche il valtellinese Fabrizio Guerra, settimo assoluto lo scorso anno alla finale di Coppa Italia a Cassino e secondo nella Coppa Rally di seconda zona. In coppia con Giovanni Maifredini, avrà a disposizione una Skoda Fabia RS Rally2.

Entrambi gli equipaggi, che concorreranno sia per il titolo assoluto che per il “promozione” sono affiliati alla storica scuderia torinese Meteco Corse e saranno supportati da Trony, Pirelli, All-in Srl e SpotUp.

Forte interesse anche per la corsa tricolore “Due Ruote Motrici”, con designato l’equipaggio “Under 25” formato dal 22enne Gabriel Di Pietro e Andrea Dresti, in collaborazione la scuderia EASI Srl. Per loro una Renault Clio Rally4 ultima evoluzione, con la quale ripartono per l’avventura tricolore di categoria con il riferimento del 2023, dove hanno chiuso la stagione in quarta posizione oltre ad essersi aggiudicati la classifica del Trofeo Pirelli Star Rally4. 

La presentazione del programma sportivo, con gli equipaggi e le vetture, avrà luogo nella seicentesca Villa Baiana di Monticelli Brusati (Brescia), venerdì 16 febbraio dalle ore 18.00. Per l’occasione sarà possibile la visita cantina dove si produce il vino Franciacorta. 

Il primo appuntamento tricolore della stagione sarà il 47° Rally il Ciocco e Valle del Serchio, in provincia di Lucca, il 15 e 16 marzo.


AUTOSOLE A PODIO NEL DEBUTTO STAGIONALE: ARZA’ MORICONI TERZI AL “VAL MERULA”. AL “TUSCANY RALLY” TORNA SENIGAGLIESI

La struttura di Quarrata già dal primo via nazionale del fine settimana passato ha fatto sentire la propria presenza.

Questo week-end al via in provincia di Siena con il pilota pisano sulla Fabia “evo”


Quarrata (Pistoia), 13 febbraio 2024 – Prima gara dell’anno, per AutoSole 2.0 e prima soddisfazione. E’ quella che hanno assicurato lo spezzino Claudio Arzà ed il suo copilota Massimo Moriconi, con la Skoda Fabia R5 Evo gommata Michelin, alla 10^ Ronde Val Merula, in provincia di Savona.  

Alto, il livello tecnico della gara ligure, con la pioggia che ha condizionato il fondo amplificando la selettività della prova speciale “Madonna della Guardia” che i concorrenti hanno affrontato quattro volte. Una performance convincente, quella di Arzà, seppur limitata da una errata valutazione nella scelta degli pneumatici per il terzo passaggio cronometrato della prova. Con il risultato conquistato ad Andora, Claudio Arzà ha dato continuità ad un trend che lo ha visto – negli ultimi tre impegni affrontati – sempre sul podio assoluto, a conferma dell'ottimo feeling con la Fabia.

Si volta velocemente pagina, alle porte vi è la prima edizione del Tuscany Rally, in provincia di Siena, questo fine settimana. Seconda gara dell’anno e prima in Toscana, avrà al via una Skoda Fabia R5 “evo” predisposta per Calo Alberto Senigagliesi e Marco Lupi, alla loro terza esperienza con il team. Pilota blasonato, dal lungo e qualificato palmares, il driver della Valdicecina si pone di diritto tra i favoriti al successo, in un percorso inedito, completamente su asfalto. 

Sono in programma tre diverse prove speciali da correre tre volte, tutte nell’intero arco della giornata di domenica 18 febbraio, 52,320 chilometri cronometrati sui 350,500 del percorso complessivo. Un percorso che tocca “nomi” che hanno ricordi “mondiali”, il Campionato del Mondo Rally, da queste parti, ha scritto anni fa momenti importanti della propria storia. I territori interessati sono quelli di Montalcino, Buonconvento, Murlo e San Quirico d’Orcia.


Nella foto: Senigagliesi in azione (foto Luca Barsali)


PAVEL GROUP AL PRIMO VIA STAGIONALE

AL “TUSCANY RALLY” DEBUTTA LA COPPIA INEDITA GIORDANO-CERONE (SKODA)

La prima gara dell’anno, questo fine settimana, sarà in provincia di Siena, tra Montalcino e Buonconvento, dove la nuova coppia sarà al via con una Fabia R5.


Serravalle Pistoiese (Pistoia), 13 febbraio 2024Prima uscita stagionale, per Pavel Group, questo fine settimana, alla prima edizione del “Tuscany Rally”, in provincia di Siena, tra Buonconvento e Montalcino.

Per l’occasione la scuderia pistoiese proporrà ai nastri di partenza il Campione di zona in carica “over 55”, il pistoiese Davide Giordano, al cui fianco debutterà Tony Cerone.

L’inedita coppia avrà a disposizione una Skoda Fabia R5 con la quale cercherà di riprendere il ritmo dopo la pausa invernale, utile test in vista della stagione nella Coppa Rally di Zona 7, dove Giordano avrà da difendere il titolo. 

Giordano e Cerone si pongono anche tra i candidati al podio assoluto della competizione organizzata da Jolly Racing Team insieme a Deltamania Montalcino.

Sono in programma tre diverse prove speciali da correre tre volte, tutte nell’intero arco della giornata di domenica 18 febbraio, 52,320 chilometri cronometrati sui 350,500 del percorso complessivo. Un percorso che tocca “nomi” che hanno ricordi “mondiali”, il Campionato del Mondo Rally, da queste parti, ha scritto anni fa momenti importanti della propria storia. I territori interessati sono quelli di Montalcino, Buonconvento, Murlo e San Quirico d’Orcia.


NELLA FOTO: GIORDANO IN AZIONE (AMICORALLY)