mercoledì 22 giugno 2022

AL 14. RALLY DI REGGELLO-CITTA’ DI FIRENZE SI INFIAMMA LA COPPA RALLY DI SESTA ZONA

La quarta prova della stagione, questo fine settimana, valida a coefficiente 1,5, arriva in una fase “calda” e Reggello Motor Sport ha visto adesioni “di nome” per una sfida di alto profilo, che si annuncia ricca di motivi sportivi e di spettacolo.

Il pisano Senigagliesi rincorre il sesto sigillo, a contrastarlo ci sarà il parmense Vescovi, ma anche Pinelli, Segantini, Cresci, Fiore e molti altri.

Due i giorni di gara, con la serata di sabato 25 giugno impegnata con la prima prova di “Pietrapiana-Frantoio Santa Tea”, ed un percorso di elevato livello tecnico che propone tradizione e novità.

Reggello (Firenze), 22 giugno 2022 – Sono 82, gli iscritti al 14 ^ edizione del Rally di Reggello-Città di Firenze, in programma questo fine settimana nel Valdarno fiorentino, quarta prova della Coppa Rally di VI zona, l’ultima a coefficiente 1,5.

L’evento organizzato dalla Reggello Motor Sport con la collaborazione di Aci Firenze come al solito sarà “sdoppiato” comprendendo pure anche la classica “Coppa Città dell’Olio, occasione imperdibile per le vetture storiche, negli anni diventata un “classico”. 

Il Rally di Reggello-Città di Firenze, proprio con il coefficiente massimo di punteggio e valido per l’R Italian Trophy, per il Trofeo Rally Toscano e per il Premio Rally Aci Lucca, si pone come uno dei rallies regionali di maggior interesse sotto il profilo sportivo, con un plateau di partenti di alto livello, che non mancheranno di dare spettacolo e fornire importanti indicazioni tecnico-sportive.

I MOTIVI SPORTIVI: SARA’ DUELLO SENIGAGLIESI-VESCOVI?

Insegue il sesto alloro il pisano Carlo Alberto Senigagliesi, con la Skoda Fabia Rally2, ma sulla sua strada troverà avversari di livello, a partire dal blasonato parmense Roberto Vescovi, su vettura analoga, recente secondo assoluto al rally “Abeti” di fine maggio e deciso a mettere in cassaforte punti pesanti per la Coppa di Zona. Il valdinievolino Fabio Pinelli, il fiorentino Nicola Fiore, l’aretino Roberto Cresci, tutti pure loro con una Skoda, sono pronti a dare battaglia per i vertici, così come, entrambi con la Fabia, Leonardo Santoni e Paolo Segantini, quest’ultimo terzo assoluto al “BiancoAzzurro” di San Marino due settimane fa. Tutto da scoprire il senese Alberto Salvini, che dopo le tante vincenti esperienze con le vetture storiche si cimenterà con una VolksWagen Polo R5, che guiderà per la prima volta in una gara cui è affezionato, avendola vinta con la Porsche storica alla prima edizione del 2008.

Per la “Over 55” i gentlemen Marco Cavalieri (Polo R5 anche per lui) e Pierluigi della Maggiora (Skoda) si pongono tra i più agguerriti, ma attenzione al pistoiese Davide Giordano, alla seconda gara con una Skoda Fabia, deciso a riscattare la recente delusione del Rally “Abeti”. Si attende poi una gara di livello dal giovane livornese David Tanozzi (pure lui in Skoda) e sarà interessante seguire il debutto con una supercar (una Skoda) di Sandro Sanesi, il pluridecorato copilota fiorentino che spesso passa al volante. 

L’attenzione sarà poi anche per le vetture a due ruote motrici, dove diversi “nomi” avranno da farsi notare anche nei quartieri alti dell’assoluta. Sarà una sfida spettacolare, con il ritorno sulla Renault Clio Super 1600 del forte lucchese Luca Panzani, che abbandonata momentaneamente la Skoda (una vittoria già per lui quest’anno al “Carnevale” di febbraio) cercherà il risultato d’effetto dovendo però battagliare con il lombardo Garuti, con l’aretino Cappelletti ed il veneto Casarotto, tutti con la sua stessa vettura. 

Spettacolo e grandi performance li daranno poi il lucchese Stefano Gaddini, che debutterà con una Peugeot 208 Rally4, vedendosi opposto al giovane e veloce pisano Lorenzo Sardelli, ma anche all’esperto montecatinese Paolo Moricci, che finalmente testerà la sua nuova Renault Clio Rally4. Attenzione poi a Marco Betti (Peugeot 208) ed anche al locale Tiberio Bettini, che certamente farà gli “onori di casa”, anche lui debuttando con la 208 Rally4. 

Tre le “dame” in gara: la pratese Susanna Mazzetti che ci riprova con la Skoda Fabia Rally2, la folignate Chiara Galli (Peugeot 208) e la pistoiese naturalizzata elbana Paola Fedi, che torna sulla Renault Clio Rally5, stavolta affiancata dal marito Andrea Volpi, valido pilota nelle gare di zona, decisa a rifarsi della sfortuna sofferta anche lei al Rally Abeti. 

SEI SFIDE IN TOTALE

Strade reggellesi che proporranno la stimolante esperienza di sfidarsi su strade molto tecniche, che punteggiano un tracciato che unisce tradizione e novità.  Sono sei, nel complesso, le prove speciali in programma, una da ripetere per due volte, una per tre occasioni, più una terza prevista per un solo passaggio.  Proprio quest’ultima, dopo la partenza da Cascia di Reggello di fronte alla bellissima Pieve romanica (alle ore 21,30), denominata “Pietrapiana-Frantoio Santa Tea” (Km. 9,730), aprirà la contesa nella serata di sabato 25 giugno alle ore 21,58, mentre le altre prove, “Figline” (Km. 8,790) e “Montanino-Giusti e Torricelli” (Km. 14,940) sono previste alla domenica. L’uscita dal riordinamento notturno (a Cascia) sarà dalle ore 08,15 e l’arrivo finale dalle ore 17,09, sempre a Cascia di Reggello. Il totale della distanza coperta dalle prove speciali sarà di 65,980 chilometri sul totale di 183,510.

PROGRAMMA DI GARA:

VERIFICHE TECNICHE

c/o Service Area   Figline Valdarno (FI) 

Sabato 25 Giugno 2022 dalle 08:30 alle 13:30 

SHAKEDOWN

c/o SP 17 Alto Valdarno 

Sabato 25 Giugno 2022 dalle 13:00 alle 17:00 

PARTENZA 

c/o Cascia-Reggello (FI) 

Sabato 25 Giugno 2022 ore 21:30 

ARRIVO

c/o Cascia-Reggello (FI) 

Domenica 26 Giugno 2022 ore 17:09

NELLA FOTO: IL PARMENSE VESCOVI, TRA I FAVORITI AL SUCCESSO (foto Amicorally)

#Rally #Motorsport  #RallyReggello2022  #Valdarnofiorentino  #Reggello #Cascia #Firenze  #CoppaRallydiZona #CRZ #VIzona #AutomobileClubFirenze  #TrofeoRallyToscano #CoppaCittàdellOlio #R_ItalianTrophy








RALLY DI ALBA: TORNA AD ACCENDERSI IL “TRICOLORE” RALLY

Questo fine settimana riflettori puntati sul territorio Langhe, Monferrato-Roero, patrimonio UNESCO,

per la quarta prova del Campionato Italiano Assoluto Rally-Sparco, 

valido anche per la Coppa Rally di 1^ Zona, per il TER ed il Campionato Svizzero.

Il plafond è arrivato a ben 189 adesioni, una lista lunga e qualificata, che promette agonismo e spettacolo.


ALBA (Cuneo), 22 giugno 2022


16° Rally di Alba, 24 e 25 giugno,189 iscritti. Su questi tre dettagli si poggerà il fine settimana che sta arrivando per la quarta prova del Campionato Italiano Assoluto Rally-Sparco del quale la gara proposta da Cinzano Rally Team rappresenta la grande novità in un calendario altamente qualificato.

LE TANTE TITOLAZIONI UFFICIALI ED IL PALCOSCENICO INTERNAZIONALE

Sarà un appuntamento di lega pregiata, il Rally di Alba 2022 (con un iscritto in più rispetto al 2021), che si annuncia dunque avvincente, come nella più viva tradizione della competizione: arriva a metà del cammino di Campionato, assegnerà quindi punti “pesanti” sia per i Conduttori che per i Costruttori, per le “Due Ruote Motrici”, con quattro titoli distinti, per il Campionato Italiano Rally Promozione - Sparco, che prevede un titolo anche per le Due Ruote Motrici, per il Campionato Italiano R1, oltre ad annunciare le numerose Coppe ACI Sport di categoria. Non da meno sarà la validità per la Coppa Rally di Zona (CRZ), la quale avrà una distanza ridotta, secondo i regolamenti vigenti. 

Ci saranno poi altre importanti validità di respiro internazionale, come il TER-Tour European Rally ed il Campionato Svizzero. 

Per la totalità dei piloti italiani che inseguono scudetto e titoli Aci Sport il tracciato albese sarà una novità. Il Campionato è già al giro di boa, e presenta una situazione di classifica quanto mai incerta di sicuro dopo questa prova ci saranno diversi verdetti.

La classifica assoluta vede al comando il varesino Andrea Crugnola con la Citroen C3, con 66,5 punti conquistati nelle prime tre gare. Al secondo posto il suo conterraneo Damiano De Tommaso (Skoda Fabia) con 61 punti e terzo è il savonese Fabio Andolfi (Skoda) con 43 punti. Sono i tre diversi vincitori dei tre rallies fin qui disputati (Ciocco, Sanremo e Targa Florio).

Al quarto posto si trova, con 33 punti, il bresciano Stefano Albertini (Skoda), davanti al Campione in carica Giandomenico Basso con 28 punti, protagonista di un avvio stagionale un poco sofferto, soprattutto per l’adattamento alla nuova Hyundai Rally2. Ad Alba ci sono in palio 20 punti per il vincitore del rally e 3 punti per il vincitore della “Power Stage”, salvo naturalmente inserimenti nelle parti alte della classifica da parte dei non iscritti al Campionato. Gli stranieri saranno importanti non solo per il proprio blasone ma anche perché saranno un ottimo paragone per gli italiani e saranno comunque “trasparenti” ai fini dei punteggi di campionato. Come “trasparente”, ma che invece “toglierà” i punti (perché non iscritto al campionato) sarà l’attesissimo Paolo Andreucci (Skoda), dodici volte Campione italiano, che torna nella massima serie tricolore (adesso corre nel Campionato su terra, dove è Campione in carica e attualmente capoclassifica nella stagione corrente) dopo aver lasciato il massimo campionato in pianta stabile dal 2018. 

Si prospetta effervescente anche la corsa per il Campionato “promozione”, dove al comando c’è Damiano De Tommaso con 71 punti, davanti a Fabio Andolfi con 58,5 ed il pavese Giacomo Scattolon con 48. Più lontani i toscani Rudy Michelini (28) e Tommaso Ciuffi (22). Ruoli di primo piano si aspettano poi anche dal reggiano Antonio Rusce (Hyundai), dal milanese Simone Miele (Skoda) e dal comasco Alessandro Re (VolksWagen Polo), quest’ultimo al suo debutto stagionale nel Campionato. 

Nell’importante, anche come montepremi, “Due Ruote Motrici Promozione” al comando c’è il bresciano Andrea Mabellini (46,5 punti) davanti al versiliese Gianandrea Pisani (30 punti), che dopo due vittorie iniziali ha fatto assenza alla Targa Florio e l’altro è passato in testa. Terzo è  Stefano Santero (29 punti), il quale farà certamente i classici “onori di casa”. Da seguire anche l’altro toscano Daniele Campanaro, con la Ford Fiesta.

I più forti piloti italiani di rally si troveranno poi a duellare non soltanto tra di loro ma anche con alcuni “nomi” di rilevanza internazionale che debuttano ad Alba, a partire dal capoclassifica provvisorio del Campionato Europeo, lo spagnolo Efren Llarena (Citroen C3), Nikolay Gryazin (Skoda Fabia), recente vincitore della WRC-2 al Rally d’talia/Sardegna, il francese Stephane Lefebvre (Citroen C3), ex iridato del WRC-3 ed anche il neozelandese Hayden Paddon (Hyundai i20 Rally2), già campione mondiale “produzione” nel 2011. Per tutti sarà il debutto in gara ad Alba, in una sfida certamente non facile nel fronteggiare gli italiani che mirano al titolo. 

Notevole e qualificata la presenza dei Trofei Monomarca: nella GR Yaris Rally Cup comanda il toscano di Pistoia Thomas Paperini, con 60 punti, davanti al valtellinese Gianesini e terzo è il finlandese Manninen. Ad Alba si aspetta la riscossa del Campione in carica Ciardi, ma anche dei giovani Grossi e Romagnoli rimasti a bocca asciutta alla prima stagionale della Targa Florio.

Nella Suzuki Rally Cup dopo tre gare comanda Matteo Giordano (79 punti), davanti a Roberto Pellè (64), Igor Iani (46), Stefano Martinelli (38) e Giorgio Fichera (35 punti). Da tutti si attendono scintille, come sempre hanno fatto i trofeisti della casa giapponese.

Nella Peugeot 208 Rally Cup Top dopo la prima fase, al comando c’è Fabio Farina con 46 punti, quindi Stefano Santero con 39, Christian Tiramani con 32, Nicola Cazzaro con 25 (qui assente), Emanuele Fiore e Fabrizio Giovanella con 14. Da Alba sarà iscritto al trofeo anche Gianandrea Pisani, che naturalmente partirà da zero con il punteggio e il confronto si annuncia quanto mai acceso. 


Se la gara tricolore ed internazionale ha numeri da capogiro e promette effetti speciali, non da meno è l’appuntamento per la Coppa Rally di 1^zona. Saremo al terzo appuntamento (dopo il “Valli Ossolane” ed il “Grappolo”), e la “star”, tra gli 89 iscritti, sarà Alessandro Gino, che sarà al via con una Citroen C3 WRC “plus”, che non mancherà di certo di essere ammirata. Poi, l’aostano Elwis Chentre (Skoda), il leader della classifica, ha davanti a sé l’occasione d’oro per allungare con decisione sui diretti inseguitori, vale a dire Caffoni e Margaroli, qui assenti. Ma dovrà guardarsi certamente dalle incursioni di Jacopo Araldo (Skoda), non troppo lontano in classifica. La situazione sarà poi di certo movimentata da diversi altri, a partire da Federico Santini, poi da Bruno Godino, Alessandro Poggio, Mauro Beltramo, Pierangelo Tasinato, Carlo Berchio e Daniele Berger con le Skoda Fabia, ed anche la velocissima ligure Patrizia Sciascia con la VolksWagen Polo si farà notare, come pure Daniel Minerdo, con una Ford Fiesta.

Per il TER – Tour European Rally, il Rally di Alba rappresenta il giro di boa della stagione.  La classifica, dopo tre delle sette gare in programma, vede al comando il 4 volte Campione Francese Yoann Bonato, assente in questa occasione. In seconda posizione ex aequo lo svizzero Jonathan Michellod, vincitore allo Chablais e che sarà al via ad Alba con una Skoda.

Nella classifica del TER Junior, riservata ai piloti under 26 (nati dopo il 01/01/1996) al volante di auto RC4-R2/Rally4 e RC5/Rally5, comandano appaiati il messicano Patrice Spitalier, Campione NACAM Junior 2021, e lo svizzero Sacha Althaus. Tra loro due sarà duello acceso, sicuramente.

Il Rally di Alba è poi la terza prova del Campionato Rally Svizzero, che conta 13 iscritti. Dopo il Criterium Jurassien ed il Rally du Chablais.  Al comando c’è Jonathan Michellod (Skoda Fabia) con 67 punti, davanti a Jonathan Hirschi (VW Polo) 64 punti, terzo è Mike Coppens (Citroën DS3) con 52 punti. Tutti saranno al via della gara, tutti avranno voglia di staccare l’un l’altro.

La “permanence” del rally rimane il Palacongressi di Alba con adiacente il Parco Assistenza, in Piazza Medford. Il Rally di Alba, con un’altra edizione da sogno torna quindi a confermare con forza il proprio ruolo di ambasciatore del territorio, ribadisce l’inciso di “Passione, Internazionalità & Territorio”, le tre ispirazioni sulle quali si lavora da tempo per far conoscere in un ambito sempre più internazionale l’area estesa di Langhe-Monferrato-Roero, patrimonio Unesco, oltre che l’intera Regione Piemonte. 

Alba sarà il cuore pulsante del rally, con partenza/arrivo, ed anche con i riordinamenti ma lo sarà tutto il territorio, che andrà ad abbracciare la competizione ed i suoi attori. Partenza da Piazza San Paolo alle 15,30 di venerdì 24 giugno e termine della prima giornata dalle ore 18,05, dopo aver disputato la sola “Power Stage” in diretta televisiva. L’indomani, sabato 25 giugno uscita dal riordino notturno dalle ore 07,00 ed arrivo finale, in Via della Liberazione in Alba, dalle 19,35. 

Nove, in totale, le prove speciali in programma, per una distanza competitiva di 121,070 chilometri sul totale che è di 424,980. La gara della Coppa di zona misura invece, in totale, 247,730 chilometri, dei quali 68,270 di prove speciali (sei in tutto).

A Santo Stefano Belbo avrà luogo lo “shakedown”, il test con le vetture da gara, previsto venerdì 24 giugno dalle 08,00 alle 13,00.

NELLA FOTO, SOPRA: CRUGNOLA-OMETTO, I LEADER DEL CAMPIONATO (foto M. Bettiol)


Tutte le informazioni inerenti la gara sono disponibili, aggiornate quotidianamente, su: 

www.rallyalba.it/


I CANALI SOCIALI DEL RALLY DI ALBA:

Facebook: @rallyalba

Instagram: @rallyalba_official


#Rally  #motorsport  #rallypassion  #RallyAlba2022 #RA #CIARSparco #RAplus #WorldRallyCar  #Langhe #Monferrato  #Roero #Alba  #Cuneo #Piemonte  #Cherasco 


martedì 21 giugno 2022

LUCA PANZANI TORNA “A DUE RUOTE” A REGGELLO

Con la Renault Clio S1600 e con alle note Federico Grilli, il pilota di Lucca sarà al via a Reggello, questo fine settimana, portacolori di una joint tra Pavel Group e Jolly Racing Team.

Lucca, 21 giugno 2022 – Luca Panzani è pronto a tornare in gara. Un’assenza, quella del pilota lucchese che dura dallo scorso marzo, dallo sfortunato rally al Ciocco quando dovette gettare la spugna alla guida della Skoda Fabia quando era al comando della gara valida per la Coppa di Zona.

Panzani, che quest’anno aveva esordito nella stagione con la perentoria vittoria al “Carnevale”, sempre con la Fabia, sarà al via questo fine settimana al 14. Rally di Reggello-Città di Firenze, quarta prova della Coppa di VI zona, tornando “all’antico”, alle due ruote motrici.

Avrà a disposizione una Renault Clio S1600 messa a disposizione dalla Laserprom 015 di Gianni Lazzeri, in quella che sarà di nuovo una joint tra Jolly Racing Team e Pavel Group, le due scuderie con cui collabora già da tempo. 

Sarà un ritorno al passato anche per quanto riguarda il copilota, ritrovando al suo fianco Federico Grilli, mentre questa di Reggello sarà la seconda occasione in carriera, per Panzani, di stringere tra le mani il volante della Clio S1600. La prima volta, infatti, avvenne nel 2016, al Rally 2 Valli di Verona, gara con la quale chiuse il Campionato Italiano “due ruote motrici” al secondo posto al termine di una gara travagliata (l’ultima di stagione) da problemi di set-up e di freni.

Il Rally di Reggello Luca Panzani lo ha corso una sola volta, nel 2012, con la MG ZR 105, vincendo la classe A5. 

DICHIARAZIONE DI LUCA PANZANI: “Dopo tre mesi torno a correre, purtroppo quest’anno è difficile mettere insieme il budget per correre una stagione intera e con macchine importanti. Ho accettato di buon grado di poter correre con la Clio S1600 perché la ritengo ancora estremamente competitiva e affidabile, una vera macchina da corsa. E’ un’opportunità importante che mi sta dando Gianni Lazzeri insieme a Pavel Group ed a Jolly Racing Team, che ringrazio. Una fiducia importante, che sento, quella che mi danno e che spero di ripagare con un risultato importante. Proverò la vettura solo allo shakedown, sarà tutto nuovo, una sfida nuova. Ma a me piacciono e stimolano tanto!”.

Sono sei, nel complesso, le prove speciali in programma, una da ripetere per due volte, una per tre occasioni, più una terza prevista per un solo passaggio.  Proprio quest’ultima, dopo la partenza da Cascia di Reggello di fronte alla bellissima Pieve romanica (alle ore 21,30), denominata “Pietrapiana-Frantoio Santa Tea” (Km. 9,730), aprirà la contesa nella serata di sabato 25 giugno alle ore 21,58, mentre le altre prove, “Figline” (Km. 8,790) e “Montanino-Giusti e Torricelli” (Km. 14,940) sono previste alla domenica. L’uscita dal riordinamento notturno (a Cascia) sarà dalle ore 08,15 e l’arrivo finale dalle ore 17,09, sempre a Cascia di Reggello. Il totale della distanza coperta dalle prove speciali sarà di 65,980 chilometri sul totale di 183,510.

Nella foto Panzani al vittorioso Rally “Carnevale” di febbraio scorso con la Skoda Fabia/Pavel Group (FOTO AMICORALLY)

#LucaPanzani #FedericoGrilli #PanzaniGrilli #RenaultClioS1600 #motorsport  #rallypassion #Laserprom015  #PavelGroup #JollyRacingTeam #racing #race #car #speed #cars #driver #wheels #drive #engine #road #horsepower #sportscars #wheel #RallyReggello2022


TIBERIO BETTINI TORNA IN GARA AL RALLY DI REGGELLO E . . . FA 14!

Nuovi stimoli, per il pilota reggellese torna nella gara “casalinga” questo fine settimana con una vettura nuova, la Peugeot 208 Rally4 firmata da PR2 Sport, ed ancora con al fianco Christian Soriani.


REGGELLO (Firenze), 21 giugno 2022 – E’ tempo di Rally di Reggello ed è tempo che Tiberio Bettini, già pilota di motocross di livello, ed adesso rallista “una tantum”, torni a stringere un volante da corsa. 

Il pilota reggellese non mancherà neppure quest’anno, alla gara casalinga, e la sua sarà ben la 14^ volta al via, ha sempre preso il via alla “sua” gara. Un piccolo, grande record che ha deciso di onorare al meglio dotandosi di una vettura dell’ultima generazione, una Peugeot 208 Rally4 della PR2 Sport e con al fianco il fido Christian Soriani a leggere le note. 


L’ultima apparizione agonistica di Bettini, di professione barista assai estroso e protagonista, per diletto, di numerosi video esilaranti che hanno un grande seguito pubblicati sulla piattaforma “You Tube”,  è stata lo scorso settembre proprio a Reggello ed ha voglia di riscatto dall’edizione 2021 conclusa con un non soddisfacente terzo posto di classe. Proverà dunque ad entrare nel vivo del confronto tra le due ruote motrici contando anche sul “calore” del contesto “casalingo”, delle strade amiche, che negli anni addietro gli hanno spesso consentito risultati di rilievo.

Tiberio Bettini: “Non corro dallo scorso “Reggello”, logico vi sia tanta ruggine da smaltire ed il ritmo di gara da ritrovare. Poi avrò una vettura tutta nuova, dell’ultima generazione, la Peugeot 208 Rally4 di cui tutti ne parlano con toni entusiastici, spero di potermela “vestire” al meglio e onorare al meglio la gara di casa cui tengo tanto. Sarà tutto nuovo, confido nel “pacchetto” macchina-team-equipaggio, sono sicuro che avremo a disposizione il meglio e noi in abitacolo daremo il massimo possibile!”.



RALLY REVOLUTION+1 IN CERCA DI RISCATTO A REGGELLO: DELLA MAGGIORA “SENIOR” E FARNOCCHIA AL VIA CON LA SKODA

Al volante della supercar firmata MM Motorsport e con al fianco  di nuovo Sauro Farnocchia, il portacolori della scuderia lucchese torna nella gara del Valdarno fiorentino deciso a riprendere ritmo e fiducia dopo la disavventura patita al rally “Abeti”, cercando di voltare pagina da un avvio stagionale nella Coppa di VI zona condizionato dalla sfortuna.

Lucca, 20 giugno 2022 – Di nuovo in gara, questo fine settimana, la scuderia lucchese Rally Revolution+1, con  Pierluigi Della Maggiora, che sarà impegnato al 14. Rally di Reggello-Città di Firenze, con al fianco Sauro Farnocchia, sulla  Skoda Fabia Rally2 della MM Motorsport.

Il gentleman driver lucchese, reduce dalla disavventura al Rally degli Abeti, sulla Montagna Pistoiese, dove si dovette fermare per incidente causato dal contatto con un animale in libertà che aveva improvvisamente attraversato la strada, ha voglia di girare pagina.

Voglia di girare pagina per riprendere ritmo e fiducia da una prima porzione di stagione dove il Campione in carica “Over 55” ha sofferto tanta sfortuna, cercando nel Valdarno fiorentino il risultato di vertice in modo da rilanciarsi in concreto in classifica di categoria, sfruttando il coefficiente maggiorato di punteggio. 


In più, c’è anche voglia di riscatto dalle ultime due partecipazioni di Della Maggiora “senior” a Reggello, condizionate da due ritiri, mentre il miglior risultato conseguito è stato il quinto assoluto del 2018.

 “Reggello deve servirci per voltare pagina - commenta Pierluigi Della Maggiora – Si deve invertire la tendenza negativa, vogliamo riprendere bene il ritmo e soprattutto il sorriso, con al fianco Sauro Farnocchia. Confidiamo in Reggello ed il suo bello e veloce tracciato per ritrovare quelle sensazioni che quest’anno abbiamo riassaporato solo al “Valdinievole” ma non con la Skoda. Abbiamo poi perso troppi punti per cercare di riconfermare il titolo Over 55, si deve davvero far bene e sfruttare al massimo il punteggio maggiorato dato dal coefficiente 1,5”.

Sono sei, nel complesso, le prove speciali in programma, una da ripetere per due volte, una per tre occasioni, più una terza prevista per un solo passaggio.  Proprio quest’ultima, dopo la partenza da Cascia di Reggello di fronte alla bellissima Pieve romanica (alle ore 21,30), denominata “Pietrapiana-Frantoio Santa Tea” (Km. 9,730), aprirà la contesa nella serata di sabato 25 giugno alle ore 21,58, mentre le altre prove, “Figline” (Km. 8,790) e “Montanino-Giusti e Torricelli” (Km. 14,940) sono previste alla domenica. L’uscita dal riordinamento notturno (a Cascia) sarà dalle ore 08,15 e l’arrivo finale dalle ore 17,09, sempre a Cascia di Reggello. Il totale della distanza coperta dalle prove speciali sarà di 65,980 chilometri sul totale di 183,510.

FOTO AMICORALLY

#RallyRevolution #PierluigiDellaMaggiora #DellaMaggioraFarnocchia #SkodaFabiaRally2 #motorsport  #rallypassion #MMmotorsport  #racing #race #car #speed #cars #driver #wheels #drive #engine #road #horsepower #sportscars #wheel #RallyReggello2022





lunedì 20 giugno 2022

PAVEL GROUP & ENGINE SPORT A REGGELLO : DUE SKODA FABIA PER SEGANTINI E GIORDANO

La gara, valida per la coppa di VI zona a coefficiente 1,5, vedrà al via il pilota aretino, reduce da un podio due settimane fa ed il pistoiese, che ci riprova dopo la delusione del rally Abeti.


Serravalle Pistoiese (Pistoia), 20 giugno  2022 – Ritorno in Coppa di VI zona con due Skoda Fabia R5, questo fine settimana, per Pavel Group, insieme a Engine Sport, al 14. Rally di Reggello-Città di Firenze.

Saranno al via Paolo Segantini/David Castiglioni e Davide e Andrea Giordano, pronti a farla da protagonisti in un plateau annunciato di supercar e di “nomi”, che alla gara della Reggello Motor Sport sfiorerà le venti unità.

Segantini e Castiglioni hanno debuttato nella stagione due settimane fa al rally “Biancoazzurro” di San Marino cogliendo la terza piazza assoluta, sintomatico pensare quindi che la coppia  - riformatasi dopo quasi venti anni – voglia cercare la continuità di prestazioni nonostante sia al debutto nel tracciato veloce e tecnico incastonato nel Valdarno Fiorentino.


Stessa lunghezza d’onda per i fratelli Giordano, che dopo il repentino ritiro al Rally Abeti ci riprovano a Reggello, che hanno già disputato per tre volte, due delle quali finite nella top ten assoluta. La coppia pistoiese conosce dunque bene il percorso valdarnese ed in più ha voglia di riscatto, andando alla ricerca di stimoli rinnovati con la Fabia.

Sono sei, nel complesso, le prove speciali in programma, una da ripetere per due volte, una per tre occasioni, più una terza prevista per un solo passaggio.  Proprio quest’ultima, dopo la partenza da Cascia di Reggello di fronte alla bellissima Pieve romanica (alle ore 21,30), denominata “Pietrapiana-Frantoio Santa Tea” (Km. 9,730), aprirà la contesa nella serata di sabato 25 giugno alle ore 21,58, mentre le altre prove, “Figline” (Km. 8,790) e “Montanino-Giusti e Torricelli” (Km. 14,940) sono previste alla domenica. L’uscita dal riordinamento notturno (a Cascia) sarà dalle ore 08,15 e l’arrivo finale dalle ore 17,09, sempre a Cascia di Reggello. Il totale della distanza coperta dalle prove speciali sarà di 65,980 chilometri sul totale di 183,510.

NELLA FOTO: Segantini in azione (foto Zini)



APOTEOSI IN ROMANIA PER AUTOSOLE 2.0:

CONQUISTATA LA TESTA DEL CAMPIONATO 

CON LA SECONDA VITTORIA DI BARBU-IANCU

Terza gara stagionale e seconda vittoria, al Raliul Bucovinei, con acquisita la leadership di Campionato. 

Soddisfazione anche per Gianluca d’Alto al “Terra d’Argil” dove ha finito quarto.

Questo fine settimana ritmo serrato a Reggello con al via Fiore, Santoni ed il rientrante Biagini, oltre alla gara tricolore di Alba con il laziale Liberato Sulpizio, di nuovo sulla Fabia R5.


Quarrata (Pistoia), 20 giugno 2022 – E’ stato un altro fine settimana di alto profilo, decisamente esaltante, quello appena passato, per Autosole 2.0, insieme alla Scuderia FC Competition. 

Alla quarta prova del Campionato Nazionale di Romania, il Raliul Bucovinei, a Câmpulung Moldovenesc, nel nord-est della Romania, Sebastian Barbu, in coppia con Bogdan Iancu, hanno conquistato la vittoria assoluta, la loro seconda stagionale in tre gare, una performance di alto livello che ha consentito alla coppia di andare al comando della classifica di campionato. 

Barbu e Iancu già lo scorso anno vinsero questa gara e con essa si assicurarono il secondo posto assoluto in campionato, quest’anno hanno concesso il bis staccando la agguerrita concorrenza con distacchi decisamente pesanti, partendo da quasi un minuto al secondo arrivato.  Il risultato è estremamente importante e significativo, per la struttura quarratina, giovane ma comunque ben organizzata, che porta il nome del territorio pistoiese all’estero con il motorsport.

La soddisfazione è arrivata anche al Rally “Terra di Argil” nel Lazio, valido per la Coppa Rally di VII zona, giunto alla 9^ edizione. La sede della gara era a Pofi, in provincia di Frosinone, e la Skoda Fabia Rally2 affidata al salernitano Gianluca D’Alto, alla sua seconda gara con la squadra, affiancato da Mirko Liburdi, ha finito al quarto posto assoluto La coppia era in cerca di riscatto dopo la sfortuna delle due forature patite a Casarano lo scorso aprile quando era ai vertici ed il pilota di Sala Consilina ha confermato l’ottimo feeling con la competizione frusinate.

ARRIVANO STIMOLI FORTI AL “REGGELLO” ED “ALBA”

Un tris di partecipazioni a Reggello ed una nuova ed importante presenza nel Campionato Italiano Rally Assoluto ad Alba (Cuneo), in programma questo fine settimana. Il programma di Autosole 2.0 e FC Competition prosegue fitto ed anche qualificato, con il deciso ritorno di Nicola Fiore-Alessio Natalini, che hanno voglia di riscatto dalla prestazione non appagante al recente Rally “Abeti”. Correranno al 14. Rally di Reggello/Città di Firenze, quarta prova della Coppa di VI zona a coefficiente 1,5, dove saranno della partita con la Skoda Fabia R5. E nel Valdarno fiorentino tornerà alla guida della Fabia anche Leonardo Santoni, in coppia di nuovo con Umberto Butelli, mentre sarà al suo rientro dopo ben quattro anni di pausa Davide Biagini, con la Renault Clio R3, condivisa con Andrea Musolesi.

Sapore “tricolore”, poi, ad Alba, per la quarta prova del Campionato Italiano Assoluto Rally-Sparco, dove una Skoda Fabia R5 sarà affidata al laziale Liberato Sulpizio, in coppia con Alessio Angeli. La coppia, iscritta dalla BB Competititon, cercherà di centrare un risultato d’effetto nella classifica riservata ai piloti privati. 

#Rally #Rallye #PassionForExcellence #Motorsport #RacingIsLife #FCcompetition #Autosole2_0  #SkodaFabiaRally2 #BarbuIancu #RaliulBucovinei #CoppaRallydiZona  #VIzona  #CRZ 


NELLA FOTO:  Barbu-Iancu in azione (foto mihneatatu.ro)




SUSANNA MAZZETTI TORNA SULLA SKODA FABIA R5: AL VIA A REGGELLO CON SANTINI COPILOTA

Un mese dopo l’esordio stagionale sulla Montagna Pistoiese, la driver pratese torna al volante della Skoda Fabia R5 di Roger Tuning, nella gara che disputò alla sua prima edizione del 2008.

Prato, 20 giugno 2022 – Un mese dopo la soddisfacente prestazione fornita al Rally degli Abeti, sulla Montagna Pistoiese,  Susanna Mazzetti, tornerà al volante nel fine settimana che sta arrivando, sempre sulla Skoda Fabia R5, di  Roger Tuning, in occasione del 14. Rally di Reggello-Città di Firenze. 

Sulla vettura boema, la lady driver pratese sarà assecondata da Alessio Santini, che abitualmente è il suo pilota quando fa da navigatrice, proseguendo il programma sportivo favorito dalla propria scuderia, il Team Katori, insieme al partner Luilor.

Sulla Montagna Pistoiese, oltre al successo nella categoria femminile, per Mazzetti è stata un’esperienza importante sotto il profilo tecnico, con ottime sensazioni trasmesse dal mezzo, dagli pneumatici, dal set-up, in un percorso molto tecnico, per cui la gara di Reggello, che torna a disputare dopo averla corsa nella prima edizione del 2008, dovrà rappresentare la continuità.  

L’importante bagaglio tecnico acquisito al rally “Abeti” servirà infatti per affrontare al meglio le insidie e la particolarità del percorso reggellese, certamente più veloce di quello appena incontrato nel pistoiese, e di proseguire nella crescita tecnico-sportiva. 

“Sicuramente tornare a correre sulla Fabia dopo un mese – commenta Susanna Mazzetti – è positivo, su queste vetture, molto professionali e che chiedono molto al pilota, più si sta sopra e meglio è. L’esperienza al Rally Abeti credo sia astata molto importante, non è stata una gara facile, per cui dovrò cercare di capitalizzare tutto quanto “sentito” su quelle strade molto tecniche e su questo conto molto sull’apporto di Alessio Santini ed ovviamente sull’esperienza della squadra”.

Sono sei, nel complesso, le prove speciali in programma, una da ripetere per due volte, una per tre occasioni, più una terza prevista per un solo passaggio.  Proprio quest’ultima, dopo la partenza da Cascia di Reggello di fronte alla bellissima Pieve romanica (alle ore 21,30), denominata “Pietrapiana-Frantoio Santa Tea” (Km. 9,730), aprirà la contesa nella serata di sabato 25 giugno alle ore 21,58, mentre le altre prove, “Figline” (Km. 8,790) e “Montanino-Giusti e Torricelli” (Km. 14,940) sono previste alla domenica. L’uscita dal riordinamento notturno (a Cascia) sarà dalle ore 08,15 e l’arrivo finale dalle ore 17,09, sempre a Cascia di Reggello. Il totale della distanza coperta dalle prove speciali sarà di 65,980 chilometri sul totale di 183,510.

#SusannaMazzetti #MazzettiSantini #rally #racing #motorsport #ladydriver  #SkodaFabiaR5  #RogerTuning   #RallyReggello2022 #ValdarnoFiorentino #TeamKatori  #Luilor




PER NDM TECNO UN BIS “TRICOLORE” NEL CLIO TROPHY ITALIA: LANZALACO-MARCHICA IN TRIONFO AL RALLY “DELLA MARCA”

Il driver siciliano, dopo la grande performance al Rallye Elba dello scorso aprile, ha concesso il bis 
con una prestazione di progressione su strade mai viste prima. 

Perfetta la sintonia con la Clio Rally5, confermatasi competitiva e soprattutto affidabile.

Questo fine settimana al via un tris di vetture al “Reggello”.

Massarosa (Lucca), 20 giugno – Un esaltante bis, al Rally della Marca, per NDM TECNO, per Giovanni Lanzalaco e l’esperto Antonio Marchica, sulla Renault Clio Rally5. La coppia siciliana ha primeggiato nella seconda occasione del Renault Clio Trophy alla gara corsa nella provincia trevigiana, con base a Conegliano Veneto (Treviso).

La squadra di Leonardo Bertolucci, alla terza prova del Campionato Italiano Rally Asfalto, in uno dei suoi percorsi più celebri, ha dato conferma di forza dopo il successo sulle strade dell’isola d’Elba, lo scorso aprile. Il 24enne Lanzalaco, portacolori del Team Phoenix, ha infatti dominato pure il rally veneto precedendo, al termine delle sei prove speciali disputate, gli equipaggi composti da Andrea Scalzotto e Nicola Rutigliano e da Nicola Schileo con Flavio Garella, in una sfida assai accesa che ha visto al via ben nove equipaggi al volante delle Clio Rally5.


Una gara che Lanzalaco disputava per la prima volta, quella del “Marca”, con la classifica in continua evoluzione, ma che il pilota siciliano ha saputo subito interpretare al meglio migliorando notevolmente i riscontri cronometrici nei secondi passaggi sulle prove speciali.

La trasferta veneta ha prodotto soddisfazione doppia, aggiungendo pure la vittoria nel raggruppamento delle classi Rally 5 - Rally5/R1 - Ra5N-Ra5H, rafforzando la leadership in campionato oltre che aver permesso un allungo importante nel monomarca Renault.

Il Clio Trophy Italia tornerà in occasione del 35° Rally della Lana (Biella), in programma il 29-30 luglio.

A REGGELLO CON TRE PUNTE
Sarà un trio di Renault Clio, la forza schierata da NDM Tecno per il 14. Rally di Reggello e Città di Firenze, questo fine settimana, nel Valdarno Fiorentino. Quarta prova della Coppa Rally di VI zona a coefficiente 1,5, la gara proporrà molti contenuti, a partire dal ritorno di Paolo Moricci e Paolo Garavaldi sulla Renault Clio Rally4, in quella che sarà una nuova ed importante tappa di “studio” sulla vettura. 


Al via con due Renault Clio Rally5 vi saranno invece il locale Filippo Bonechi, in coppia con Marco Cappai e dopo la sfortuna sofferta al Rally Abeti si rimetterà al volante pure Paola Fedi, stavolta in coppia inedita con il marito Andrea Volpi, abitualmente pilota, alla sua terza esperienza sul sedile di destra, la seconda al fianco della consorte.


Sono sei, nel complesso, le prove speciali in programma, una da ripetere per due volte, una per tre occasioni, più una terza prevista per un solo passaggio.  Proprio quest’ultima, dopo la partenza da Cascia di Reggello di fronte alla bellissima Pieve romanica (alle ore 21,30), denominata “Pietrapiana-Frantoio Santa Tea” (Km. 9,730), aprirà la contesa nella serata di sabato 25 giugno alle ore 21,58, mentre le altre prove, “Figline” (Km. 8,790) e “Montanino-Giusti e Torricelli” (Km. 14,940) sono previste alla domenica. L’uscita dal riordinamento notturno (a Cascia) sarà dalle ore 08,15 e l’arrivo finale dalle ore 17,09, sempre a Cascia di Reggello. Il totale della distanza coperta dalle prove speciali sarà di 65,980 chilometri sul totale di 183,510.

#NDMtecno  #mcracing #Rally #Rallye #Motorsport #PassionForExcellence #fullgas #RacingIsLife #RenaultClioRally5
#LanzalacoMarchica #RallydellaMarca #CIRA



 

martedì 14 giugno 2022

ISCRIZIONI PROROGATE AL 14. RALLY DI REGGELLO-CITTA’ DI FIRENZE

La quarta prova della Coppa Rally di VI zona, valida a coefficiente 1,5, chiuderà definitivamente le adesioni sabato 18 giugno per le vetture “moderne” e lunedì 20 per le “storiche”.

Due i giorni di gara, con la serata di sabato 25 giugno impegnata con la prima prova di “Pietrapiana-Frantoio Santa Tea”, ed un percorso di elevato livello tecnico che propone tradizione e novità.

Reggello (Firenze), 14 giugno 2022 – Reggello Motor Sport comunica che il 14 ^ edizione del Rally di Reggello-Città di Firenze, in programma per il 25 e 26 giugno, ha ricevuto assenso federale alla proroga delle iscrizioni.

Per le vetture moderne il termine ultimo di accoglienza delle adesioni sarà sabato 18 giugno, mentre le storiche avranno il periodo allungato sino a lunedì 20.

La gara, con la collaborazione di Aci Firenze, propone la grande novità del ritorno “alle origini”, quindi al mese di giugno, nel modo in cui accadde già alla prima edizione del 2008 ed in un’altra occasione più recente, come “tradizione”, non sarà una sola gara, ma due, comprendendo anche la classica “Coppa Città dell’Olio, occasione imperdibile per le vetture storiche, negli anni diventata un “classico”. 

Il Rally di Reggello-Città di Firenze targato duemilaventidue avrà il coefficiente di 1,5 per la Coppa Rally di Vi zona, un “plus” toccato ai blasonati rallies del Ciocco e dell’Isola d’Elba, validi per il tricolore, occasione unica per chi insegue il campionato di VI zona di acquisire punti “pesanti” ed occasione anche per i “delusi” dall’avvio di stagione per rimettersi in gioco sulle strade reggellesi.

SEI SFIDE IN TOTALE

Strade reggellesi che proporranno la stimolante esperienza di sfidarsi su strade molto tecniche, che punteggiano un tracciato che unisce tradizione e novità.  Sono sei, nel complesso, le prove speciali in programma, una da ripetere per due volte, una per tre occasioni, più una terza prevista per un solo passaggio.  Proprio quest’ultima, dopo la partenza da Cascia di Reggello di fronte alla bellissima Pieve romanica (alle ore 21,30), denominata “Pietrapiana-Frantoio Santa Tea” (Km. 9,730), aprirà la contesa nella serata di sabato 25 giugno alle ore 21,58, mentre le altre prove, “Figline” (Km. 8,790) e “Montanino-Giusti e Torricelli” (Km. 14,940) sono previste alla domenica. L’uscita dal riordinamento notturno (a Cascia) sarà dalle ore 08,15 e l’arrivo finale dalle ore 17,09, sempre a Cascia di Reggello. Il totale della distanza coperta dalle prove speciali sarà di 65,980 chilometri sul totale di 183,510.

#Rally #Motorsport  #RallyReggello2022  #Valdarnofiorentino  #Reggello #Cascia #Firenze  #CoppaRallydiZona #CRZ #VIzona #AutomobileClubFirenze  #TrofeoRallyToscano #CoppaCittàdellOlio #R_ItalianTrophy


DOPPIO IMPEGNO PER AUTOSOLE 2.0: IN ROMANIA E AL “TERRA DI ARGIL”

Due Skoda Fabia R5 rispettivamente per Sebastian Barbu al Rally e per Gianluca d’Alto nella classica gara laziale.

Quarrata (Pistoia), 14 giugno 2022 – Sarà un fine settimana “di fuoco”, quello che sta arrivando, per Autosole 2.0, insieme alla Scuderia FC Competition. 

Sono infatti in programma due trasferte d spessore con altrettante Skoda Fabia R5, una delle quali impegnata nel terzo appuntamento stagionale in Romania mentre l’altra sarà al Rally “Terra di Argil”nel Lazio, valido per la Coppa Rally di VII zona.

Alla quarta prova del Campionato Nazionale di Romania, il Raliul Bucovinei, a Câmpulung Moldovenesc, nel nord-est della Romania nella regione storica della Bucovina, Sebastian Barbu, in coppia con Bogdan Iancu, andranno alla ricerca del bis di successi dopo quello del mese scorso al Rally Arges, una performance di alto livello che ha consentito alla coppia di rilanciarsi concretamente in campionato nonostante abbia una gara in meno dei suoi competitor.

Barbu e Iancu lo scorso anno vinsero questa gara e con essa si assicurarono il secondo posto assoluto in campionato, sintomatico quindi pensare ad un nuovo risultato di spessore.

Saranno 11, le Prove Speciali che dovranno affrontare, per 122,700 chilometri di distanza competitiva, sui 384,70 dell’intero percorso.

La joint pistoiese, si poterà poi in contemporanea nel Lazio, in una delle gare più iconiche del centro-sud Italia, il Rally Terra di Argil, giunto alla 9^ edizione. La sede della gara sarà a Pofi, in provincia di Frosinone, e sarà il terzo appuntamento della Coppa Rally VII Zona, che comprende un’ampia porzione del centro sud, con le regioni di Abruzzo/Campania/Lazio/Molise/Puglia/Basilicata/Calabria). 

Al via vi sarà Il salernitano Gianluca D’Alto, alla sua seconda gara con la squadra, affiancato da Mirko Liburdi. La coppia andrà in cerca di riscatto dopo la sfortuna delle due forature patite a Casarano lo scorso aprile quando era ai vertici. Una gara, quella di Pofi, che al pilota di Sala Consilina ha già dato in passato soddisfazioni, come la vittoria assoluta del 2019 o come anche il terzo posto della passata edizione. 

Saranno, tre i tratti cronometrati, da percorrersi per tre volte nell’arco della competizione, per un totale di nove prove speciali e 70,400 km sui 224 totali della manifestazione. 

#Rally #Rallye #PassionForExcellence #Motorsport #RacingIsLife #FCcompetition #Autosole2_0  #SkodaFabiaRally2 #BarbuIancu #RaliulBucovinei  #Pitesti  #RallyTerraArgil2022 #CoppaRallydiZona  #VIzona  #CRZ

NELLA FOTO:  Barbu-Iancu in azione


NDM TECNO DI NUOVO ALL’ATTACCO NEL CLIO TROPHY ITALIA

LANZALACO-MARCHICA AL VIA DEL “MARCA” 

Il driver siciliano, torna sulla Renault Clio Rally5, dopo la grande performance al Rallye Elba dello scorso aprile, sua prima gara dell’anno, cercando adesso il secondo risultato nel monomarca francese in terra trevigiana.

Massarosa (Lucca), 14 giugno – Sarà il Rally della Marca, a Conegliano Veneto (Treviso), questo fine settimana, la seconda occasione per NDM TECNO, per andare all’attacco del Renault Clio Trophy.

La squadra di Leonardo Bertolucci lo farà per mano di Giovanni Lanzalaco e Antonio Marchica, sulla Renault Clio Rally5, che dopo l’esaltante vittoria dello scorso aprile all’isola d’Elba, alla terza prova del Campionato Italiano Rally Asfalto, in uno dei suoi percorsi più celebri, proveranno a cercare il bis. 

Il 24enne Lanzalaco, portacolori del Team Phoenix, all’Elba l’aveva fatta da protagonista, oltre alla vittoria firmata Renault aveva incamerato pure la seconda posizione tra le vetture a due ruote motrici.  Un impegno di spessore, quello che si profila nel trevigiano, caratterizzato anzitutto da una nutrita schiera di competitor, i quali certamente renderanno l’impegno della coppia siciliana assai difficoltoso.

Lanzalaco comanda la classifica del Clio Trophy con 36,6 punti, con secondo Andrea Scalzotto a 26,4 punti, nella classifica Under 25 del campionato è terzo ma con una gara in meno (avendo saltato l’impegno in Salento, non valido per il trofeo Clio) e nel raggruppamento delle classi Rally 5 - Rally5/R1 - Ra5N-Ra5H è al comando.

Sei le Prove Speciali in programma per il Rally della Marca, con i classici percorsi del “Monte Tomba” e del “Cesen” per km. 84,220 sul totale di 356,080. La gara partirà venerdì 17 giugno da piazza Moro a Conegliano e terminerà il giorno successivo alle ore 18.45 nella stessa location.

Nella foto :  Lanzalaco/Marchica in azione (foto di Bettiol)

#NDMtecno  #mcracing #Rally #Rallye #Motorsport #PassionForExcellence #fullgas #RacingIsLife #RenaultClioRally5 #LanzalacoMarchica #RallydellaMarca #CIRA




lunedì 13 giugno 2022

PAVEL GROUP & ENGINE SPORT VINCENTI AL RALLY “BIANCOAZZURRO”

CONQUISTATI DUE TERZI DEL PODIO E LA COPPA PREPARATORI

Il ligure Alessio Pisi vincitore e l’aretino Paolo Segantini al terzo posto hanno assicurato un ruolo di primo piano nella gara sammarinese, dove è stata conquistata anche la coppa riservata ai preparatori. 

Serravalle Pistoiese (Pistoia), 13 giugno  2022 – E’ stata una domenica da “grandi firme”, quella appena passata, per Pavel Group, insieme a Engine Sport, tornati in gara in occasione del 21° Rally BiancoAzzurro, a San Marino.

Le due Skoda Fabia R5 della squadra hanno conquistato due terzi del podio assoluto, con la vittoria andata alla “new entry” Alessio Pisi, in coppia con Daniele Conti, mentre Paolo Segantini, ritornato con David Castiglioni al fianco, ha chiuso al terzo posto. 

Un dominio assoluto, mai messo in discussione, quello di Pisi, il quale era al debutto con la vettura, con la quale si è ben adattato riuscendo sempre ad aver ragione di avversari di livello. Stessa lunghezza d’onda pure per Segantini, che ha sempre gravitato in posizioni da podio pur tenendosi un margine di sicurezza al fine di trovare il miglior feeling con pneumatici e vettura in vista dell’imminente secondo impegno di Reggello a fine mese. 

Due prestazioni altisonanti, per Pavel Group in terra sammarinese, conferma dell’ottimo lavoro svolto dal team, consegnando agli equipaggi vetture affidabili e competitive, grazie al lavoro “dietro le quinte” dello staff tecnico, gestito con passione e massima professionalità dal giovane William Poli. Un lavoro dunque di squadra che ha portato pure  alla conquista della Coppa riservata ai preparatori, degna conclusione di una domenica indimenticabile, scritta a tratto marcato e sicuro stimolo per nuovi traguardi.

NELLE FOTO: Pisi e Segantini in azione 



domenica 12 giugno 2022

IL RALLY STORICO CITTA’ DI PRATO VINTO DA BRUSORI-VALDISERRA (Porsche 911)

Tra ieri pomeriggio ed oggi la gara ha vivacizzato l’alta Val Bisenzio, con tanto pubblico accorso sulle prove speciali per ammirare lo spettacolo e l’agonismo.

Il pilota bolognese ha preso il comando dalla metà della prima tappa, dopo aver rilevato al comando il senese Pierangioli, tradito dal cambio della sua Ford Sierra.

Il resto del podio andato ai fratelli pratesi Buglisi (Opel Corsa), veloci ed esenti da errori, ed al pisano Fantei (VolksWagen Golf GTi).

Prato, 12 giugno 2022 – Il 1° Rally Storico Città di Prato, ha parlato bolognese, con il successo andato nelle mani di Simone Brusori e Lucia Valdiserra, a bordo di una Porsche 911 Rs. 

Brusori e Valdiserri hanno dunque messo la prima firma sull’albo d’oro della competizione con una vittoria sicura che gli consentito di aggiudicarsi anche il 4° Raggruppamento. 

Per le prime due prove speciali la classifica era stata in mano al senese Valter Pierangioli, in coppia con Rita Ferrari su una Ford Sierra Cosworth 4x4, poi il pilota di Montalcino ha alzato bandiera bianca per rottura del cambio e da allora in poi Brusori, che aveva già un buon margine sugli inseguitori, si è trattato soltanto di controllare e gestire al meglio per tenere in cassaforte il primato.

Alle spalle del vincitore, che nelle prime prove ha lamentato problemi ai freni e di rottura dello scarico, si è formata una spettacolare bagarre, con protagonisti assoluti i fratelli pratesi Tommaso e Federico Buglisi, con una piccola Opel Corsa. Con una prova di forza in entrambe le giornate di gara sono riusciti ad accarezzare la bandiera a scacchi in seconda posizione assoluta, risultato pregevole per i due ragazzi, già Campioni 2021 di classe A5 in Coppa Italia. 

Sino alla sesta prova hanno combattuto con un altro pratese DOC di lungo corso, Brunero Guarducci, in coppa con Migliorati sulla più potente BMW M3. Il duello è stato serrato per poi vedersi smorzato dai circa 20” persi da Guarducci durante la sesta “piesse” causa un “lungo”. Guarducci, la cui vettura ha sofferto la tortuosità del percorso, ha poi chiuso in quinta posizione.

La terza posizione finale è andata al pisano Tommaso Fantei, con la sua gialla ed agile VolksWagen Golf GTI 1600, in coppia con Calandroni. Limitato nelle prestazioni da un indurimento dell’idroguida nella prima giornata di gara, Fantei si è rivalutato al meglio nella giornata di domenica, firmando tempi da alta classifica, quelli che gli hanno consentito anche di aggiudicarsi il 3° Raggruppamento.

Quarti assoluti, con la loro affascinante Ford Sierra Cosworth a due ruote motrici (il “palettone”) i fratelli veronesi Gianluca e Giorgio Pesavento, autori di un esaltante rincorsa dalla nona posizione iniziale ed anche loro primattori della parte domenicale della competizione.

Tra gli altri pratesi in gara, ha chiuso settimo nella generale Federico Zelko, in crisi di adattamento con la Ford Escort RS 2000 che guidava per la prima volta, mentre sfortunati sono stati sia Fabio Bolognesi (Ford Sierra Cosworth), attardato nella prima giornata da problemi di idroguida e ripartito poi per la seconda tappa con la riammissione in gara, che pure Emanuele Corti. Quest’ultimo, pilota di Montemurlo, per la prima volta con la Lancia Delta integrale si è fermato durante le prime battute di gara per problemi meccanici. Lacrime, infine pure per un altro driver molto atteso, il veloce lucchese Giovanni Mori: anche lui ha gettato la spugna dopo due prove per problemi di alimentazione alla sua BMW M3. 

IL RICORDO PER  MASSIMO BORETTI

Il Rally Storico Città di Prato è stata anche l’occasione per ricordare il grande motorsport che ha caratterizzato gli anni ottanta non solo nel comprensorio laniero ma anche in tutta Italia. E’ stato infatti assegnato il “Memorial Massimo Boretti”, fortemente voluto dalla famiglia dell’indimenticato pilota pratese scomparso nel 2021, Campione TRN nel 1983 insieme al fratello Maurizio. Il trofeo è stato assegnato al primo equipaggio locale classificato, quindi i fratelli Buglisi. 

Nella competizione riservata alla “Regolarità Sport” il successo è andato alla Peugeot 205 di Carcerieri-Norbiato, con 145 penalità, davanti a Faccio-Gaio (Opel Kadett, con 176 penalità) e terzi Franchini-Coato Peugeot 205, con 204 penalità)

Organizzato congiuntamente da Pistoia Corse e Sport e Motori, con partner Nuova 4M Automobili di Prato, l’evento ha riportato con forza e passione le corse su strada sul territorio laniero dopo un’assenza che durava ben dal 2009 e lo ha fatto con un plateau di partenti di livello.  Per riportare un rally automobilistico a Prato, l’organizzazione ha lavorato in forte sinergia con i Comuni di Prato, Vaiano, Cantagallo, Vernio, Barberino, Sambuca Pistoiese, Montale e Montemurlo, trovando ampia collaborazione ed entusiasmo, ponendo avanti a tutto la volontà di comunicare il territorio e far diventare la gara anche un utile stimolo per l’economia turistica del luogo. Significativa anche la vicinanza dell’Automobile Club Prato, che ha patrocinato l’evento.

NELLE FOTO (di Simonelli e Ferrari), i primi tre dell’assoluta.

#RallyStoricoCittàdiPrato2022 #rally  #rallystorici  #Prato  #SporteMotori  #PistoiaCorseSport #autostoriche  #Valbisenzio #Vaiano #Cantagallo #Vernio  #Barberino #SambucaPistoiese #Montale #Montemurlo  #motorsport  #passionerally 


sabato 11 giugno 2022

TRADIZIONE E NOVITA’ NEL PERCORSO DEL 14. RALLY DI REGGELLO-CITTA’ DI FIRENZE

La quarta prova della Coppa Rally di VI zona, valida a coefficiente 1,5, è nella fase “calda” delle iscrizioni e Reggello Motor Sport vuole far conoscere i caratteri della sfida, anticipata a giugno, per quello che è una sorta di ritorno alle origini.

Come consuetudine vi sarà la “Coppa Città dell’Olio”, la gara riservata alle auto storiche.

Due i giorni di gara, con la serata di sabato 25 giugno impegnata con la prima prova di “Pietrapiana-Frantoio Santa Tea”, ed un percorso di elevato livello tecnico che propone tradizione e novità.

Reggello (Firenze), 11 giugno 2022 – Mancano due settimane, al via della 14 ^ edizione del Rally di Reggello-Città di Firenze, organizzato dalla Reggello Motor Sport con la collaborazione di Aci Firenze.

La gara, in programma per il 25 e 26 giugno, è nella sua fase decisiva, quella delle iscrizioni, periodo che chiuderà il 15 giugno, proponendo la grande novità del ritorno “alle origini”, quindi al mese di giugno, nel modo in cui accadde già alla prima edizione del 2008 ed in un’altra occasione più recente, come “tradizione”, non sarà una sola gara, ma due, comprendendo anche la classica “Coppa Città dell’Olio, occasione imperdibile per le vetture storiche, negli anni diventata un “classico”. 

Il Rally di Reggello-Città di Firenze targato duemilaventidue avrà il coefficiente di 1,5 per la Coppa Rally di Vi zona, un “plus” toccato ai blasonati rallies del Ciocco e dell’Isola d’Elba, validi per il tricolore, occasione unica per chi insegue il campionato di VI zona di acquisire punti “pesanti” ed occasione anche per i “delusi” dall’avvio di stagione per rimettersi in gioco sulle strade reggellesi.

SEI SFIDE IN TOTALE

Strade reggellesi che proporranno la stimolante esperienza di sfidarsi su strade molto tecniche, che punteggiano un tracciato che unisce tradizione e novità.  Sono sei, nel complesso, le prove speciali in programma, una da ripetere per due volte, una per tre occasioni, più una terza prevista per un solo passaggio.  Proprio quest’ultima, dopo la partenza da Cascia di Reggello di fronte alla bellissima Pieve romanica (alle ore 21,30), denominata “Pietrapiana-Frantoio Santa Tea” (Km. 9,730), aprirà la contesa nella serata di sabato 25 giugno alle ore 21,58, mentre le altre prove, “Figline” (Km. 8,790) e “Montanino-Giusti e Torricelli” (Km. 14,940) sono previste alla domenica. L’uscita dal riordinamento notturno (a Cascia) sarà dalle ore 08,15 e l’arrivo finale dalle ore 17,09, sempre a Cascia di Reggello. Il totale della distanza coperta dalle prove speciali sarà di 65,980 chilometri sul totale di 183,510.

Eccole descritte nei suoi caratteri più marcati: 

SHAKEDOWN

Tratto di Km 3,000 ricavato sul tracciato della prova “Pietrapiana”, ne sfrutta la parte iniziale. E’ la riproposizione di una delle prove Speciali di quando il Reggello era un rallysprint. Largo e veloce all’inizio, largo e tortuoso il resto, comunque divertente da affrontare. Inizia poco dopo la frazione di Leccio, termina prima di arrivare a Cancelli.


PS 1 “PIETRAPIANA” Km 9,730

Torna la notte al Rally di Reggello, e torna con una prova che mixa “brani” di prove speciali già percorsi negli anni.

Si inizia con la prima parte che altro non è che lo Shakedown del pomeriggio, fino a Cancelli, da qui si percorre il tratto più sfruttato del rally in ogni sua edizione, quello che va da Cancelli fino al bivio con la SP 86. Una bella inversione e si va verso Pietrapiana come si faceva negli anni scorsi, quando si arrivava al Saltino, stavolta ci si ferma a Pietrapiana, subito dopo l’altra inversione storica della nostra gara.

Larga e veloce la prima parte, stretta la seconda e di nuovo larga nel finale. Due cambi strada decisi ed impegnativi, il fascino del buio… 

Un prologo abbastanza selettivo prima di affrontare le fatiche della domenica.

Riordino notturno a Cascia, e pronti per il giorno dopo.

PS 3-5 “MONTANINO” Km 14,940

Che dire…oramai un classico, la prova per antonomasia del rally. Stesso tracciato della edizione 2021. Inizia in località Ponte all’ Olivo, Strada comunale della Castellina, Cancelli, SP 17, via Cristoforo Colombo, Via di Sant’ Agata fino ad intersezione con strada comunale dei Bonsi, poi strada comunale “del cellaino” fino ad intersezione con SP 86, San Donato in Fronzano, deviazione nella piazzetta del paese, poi SP 86 fino all’ abitato di Donnini, SP 88 di Sant’ Ellero fino al fine prova speciale su SP 88 intersezione con via Contessa Itta. 

Tali tratti di strada fanno parte della storia del rally di Reggello, sfruttati in pratica ogni anno.

Stretta, larga; si sale e si scende; lenta e veloce, anzi…velocissima. Tra chicanes e divagazioni in piazza, un bivio che diventa variante, tre frazioni attraversate per intero e due salti.  

PS 2-4-6 “FIGLINE” Km 8,790

A volte ritornano...e finalmente riecco dopo una decina di anni questa Prova.

Tra oliveti e boschi, un continuo saliscendi, una inversione stretta in salita, una frazione da attraversare...se vi scappa un secondo, magari nelle ricognizioni si “raccomanda” uno sguardo alla bellissima Pieve Romanica di Gaville. 

Si parte subito dopo Ponte agli Stolli, lungo la Via di Gaville, si va verso Gaville, lo si attraversa, poi in discesa verso Figline, strada un poco più larga del tratto iniziale che diventa poi molto stretta dopo l’inversione, e di nuovo salita, con un bel tornante.

Alla fine della salita un chilometro veloce pianeggiante, poi tutta discesa sino al fine prova speciale, posizionato poco prima della frazione Stecco. Molta tecnica, poche pause. Tre volte per una prova che potrebbe diventare un classico.

Domenica, dopo le Ps 2 e 3, avrà luogo il riordino nella splendida piazza Marsilio Ficino di Figline Valdarno mentre il secondo riordino sempre dopo le prove ripetute Ps 4 e 5 sarà al centro commerciale “Bianchi” sempre a Figline Valdarno.

Il Rally di Reggello e Città di Firenze oltre che per la Coppa di VI zona, sarà valido per valido per il sempre apprezzato 

R Italian Trophy, per il Trofeo Rally Toscano e per il Premio Rally Aci Lucca.

Lo scorso anno la vittoria andò al pisano Carlo Alberto Senigagliesi, con Marco Lupi alle note su una Skoda Fabia R5, in quello che fu il loro “full” di allori, mentre la gara storica andò al sammarinese Giuliano Calzolari, in coppia con Silvia Barsotti, su una Ford Escort RS. 


PROGRAMMA DI GARA:


CONSEGNA ROADBOOK E ACCREDITI

c/o Caffe’ L’incontro - Via J.F. Kennedy (Road Book)

Domenica 19 Giugno 2022  dalle 9:00 alle 13:00 

Venerdì 24 Giugno 2022 dalle 14:00 alle 18:00


c/o Scuole Elementari Cascia  (Accrediti) 

Sabato 25 Giugno 2022 dalle 08:30 alle 12:30


RICOGNIZIONI AUTORIZZATE 

Domenica 19 Giugno 2022 

dalle 13:00 alle 21:00


Venerdì 24 Giugno 2022 

dalle 19:00 alle 23:00 


VERIFICHE TECNICHE

c/o Service Area   Figline Valdarno (FI) 

Sabato 25 Giugno 2022 dalle 08:30 alle 13:30 


SHAKEDOWN

c/o SP 17 Alto Valdarno 

Sabato 25 Giugno 2022 dalle 13:00 alle 17:00 


PARTENZA 

c/o Cascia-Reggello (FI) 

Sabato 25 Giugno 2022 ore 21:30 


ARRIVO

c/o Cascia-Reggello (FI) 

Domenica 26 Giugno 2022 ore 17:09


#Rally #Motorsport  #RallyReggello2022  #Valdarnofiorentino  #Reggello #Cascia #Firenze  #CoppaRallydiZona #CRZ #VIzona #AutomobileClubFirenze  #TrofeoRallyToscano #CoppaCittàdellOlio #R_ItalianTrophy


Reggello Motor Sport A.s.d.

Via Casaromolo 10/12

50066 Reggello (FI)

info@rallyreggello.it

Tel. e Fax 0559361377


www.rallyreggello.it



APPUNTAMENTO AL 2-3 SETTEMBRE PER IL 57° RALLY DEL FRIULI - 26°ALPI ORIENTALI HISTORIC

La gara sarà la sesta prova del Campionato Italiano Rally Auto Storiche, cui si affianca l’ultimo atto della Coppa Rally 4^ zona a coefficiente 1,5.

Confermata la validità per il CEZ-Central European Zone e per la neonata FVG Rally Cup.

Riproposta la sede a Cividale del Friuli,  percorso che proporrà tradizione e novità. 

UDINE, 11 giugno 2022 – Appuntamento al 2 e 3 settembre, per il rallismo di alto livello, di spessore. 

Si parla del 57° Rally del Friuli – 26° Alpi Orientali Historic, che farà di nuovo base a Cividale del Friuli (Udine), organizzato come consuetudine dalla Scuderia Friuli ACU.

Conferma la validità “storica”, quella che vi è appunto da anni del Campionato Italiano Rally Auto Storiche (CIRAS), del quale sarà la sesta prova delle otto in calendario, alla quale si affianca la validità per la Coppa Rally di IV zona, di cui sarà l’ultimo impegno, peraltro a coefficiente 1,5. Confermata anche la validità per il Central European Zone (CEZ) e per la neonata FVG Rally Cup, che riunisce le tre gare friulane valide per la Coppa  Rally IV di zona, quindi i rallies di Piancavallo, Valli della Carnia e Friuli.

Tutta in un giorno, la sfida, al sabato 3 settembre, la gara conta circa 100 chilometri di prove speciali per la parte “tricolore” storica, mentre per la coppa di zona avrà la distanza ridotta a 73.

Il lavoro dell’organizzazione, presieduta da Giorgio Croce sta lavorando in forte sinergia con il territorio delle Valli del Torre e Natisone, del quale il rally è ambasciatore da sempre nel mondo del motorsport e per questo si stringono rapporti sempre più forti con i comuni che saranno interessati dalla competizione vale a dire, oltre a Cividale del Friuli,  Attimis, Faedis, Prepotto, Pulfero, San Leonardo e San Pietro al Natisone.

Si torna dunque nella “città ducale” come sede di partenza ed arrivo ed anche come “quartier generale” e per quanto riguarda il percorso viene evidenziato che pur essendo ricavato dalla tradizione, sarà rinnovato per circa il 70% rispetto al passato. Un incentivo in più per accettare la sfida su strade che ogni anno hanno contribuito a scrivere pagine di grande storia rallistica.

Lo scorso anno, il Rally Alpi Orientali “Historic” fu appannaggio del valtellinese Lucio Da Zanche che, in coppia don Daniele De Luis, su una Porsche 911. Per l’albergatore di Sondrio fu il poker di allori. Tra le vetture moderne il successo fu invece per Andrea Crugnola, al debutto con la Hyundai i20 Rally2 (NELLA FOTO, SOPRA, DI MASSIMO BETTIOL/ACI SPORT)

#RallyFVG #alpiorientali #inrallywetrust  #rally #CoppaRallyIVZona #CIRAS #motorsport  #FVGcup  #CentralEuropeanZone  #CRZ 

http://www.rallyalpiorientali.it/




giovedì 9 giugno 2022

IL RALLY STORICO CITTA’ DI PRATO AL VIA: SI RINNOVA LA SFIDA DEI DRIVER PRATESI

In programma per questo fine settimana, la gara organizzata congiuntamente  da Sport e Motori e Pistoia Corse, si annuncia avvincente e ricca di contenuti.

Alcuni driver pratesi “di nome” sfidano i driver di livello nazionale in una gara tutta da gustare.

Notevole l’interesse per la “regolarità sport”.

Verrà assegnato il “Memorial Massimo Boretti”, in ricordo del grande pilota pratese scomparso prematuramente l’anno scorso, Campione TRN 1983, che verrà assegnato al primo equipaggio locale.

Prato, 08 giugno 2022 – Il 1° Rally Storico Città di Prato, previsto per questo fine settimana è pronto a dare il via alle sfide. Organizzato congiuntamente da Pistoia Corse e Sport e Motori, l’evento riporta le corse su strada sul territorio laniero dopo un’assenza che dura ben dal 2009 e lo fa con un plateau di partenti di livello. Una lista di adesioni dove i piloti pratesi la fanno da padroni e dove andranno a sfidare diversi “nomi” che hanno accettato la sfida proposta sulle strade della vallata del Bisenzio. 

Per riportare un rally automobilistico a Prato, l’organizzazione ha lavorato in forte sinergia con le Amministrazioni del territorio, con i Comuni di Prato, Vaiano, Cantagallo, Vernio, Barberino, Sambuca Pistoiese Montale e Montemurlo, trovando ampia collaborazione ed entusiasmo, ponendo avanti a tutto la volontà di comunicare il territorio e far diventare la gara anche un utile stimolo per l’economia turistica del luogo. Significativa anche la vicinanza dell’Automobile Club Prato, che patrocina l’evento.

LA SFIDA PROPONE UN PRONOSTICO DIFFICILE

Riflettori puntati ovviamente sui piloti locali, “nomi” che hanno scritto pagine di storia sportiva nazionale, come Fabio Bolognesi o come anche Alessandro Gori e Brunero Guarducci, la “vecchia guardia” i quali hanno voluto onorare la gara casalinga presentandosi al via al meglio possibile. Bolognesi e Grossi saranno al via con una Ford Sierra Cosworth, Guarducci (NELLA FOTO SOTTO) sarà della partita con la sua bellissima BMW M3 con la quale corre abitualmente nelle gare toscane.

Pratesi di livello al via sono anche Emanuele Corti, da Montemurlo, velocissimo con le due ruote motrici, che debutterà con una trazione integrale, una Lancia Delta, Federico Zelko (Ford Escort) ed i fratelli Tommaso e Federico Buglisi, al via con una Opel Corsa.

Puntano certamente alla vittoria assoluta il bolognese Simone Brusori, iscritto con una Porsche 911 RS, ma puntano all’alloro pure il senese Valter Pierangioli (Ford Sierra Cosworth 4x4) ed il lucchese Giovanni Mori, pure lui con una BMW M3. 

Da seguire poi l’emiliano Stefano Gilli (Ford Sierra Coworth), spesso protagonista tra le “storiche”, come da seguire sarà il trentino Diego Gonzo, uno dei grandi protagonisti delle gare su terra anni novanta, al via con una Opel Corsa. Si presenta invece al via con una Opel Kadett GSi il giovane elbano Leonardo Pierulivo, spesso protagonista nelle gare su terra nazionali, mentre con la fida VolksWagen Golf GTI sarà al via Fabrizio Pierucci..

Tra le vetture della “regolarità sport” svetta nell’elenco iscritti la bellissima Lancia Stratos del livornese Walter Peccianti, ma sarà interessante ammirare anche vetture dal passato storico come le Lancia Delta integrale o le Toyota Celica St 185

SI RICORDERA’ MASSIMO BORETTI

Il Rally Storico Città di Prato sarà anche l’occasione per ricordare il grande motorsport che ha caratterizzato gli anni ottanta non solo nel comprensorio laniero ma anche in tutta Italia. Verrà infatti assegnato il “Memorial Massimo Boretti”, fortemente voluto dalla famiglia dell’indimenticato pilota scomparso nel 2021, Campione TRN nel 1983 insieme al fratello Maurizio. Il trofeo andrà nelle mani del primo equipaggio locale classificato. 

QUATTRO PROVE SPECIALI “DI TRADIZIONE” 

Con questo rally, l’organizzazione si prefigge di far tornare in pianta stabile una competizione rallistica nell’area pratese, ponendo l’evento come stimolo per l’indotto turistico ricettivo, grazie alle presenze assicurate dal respiro nazionale della competizione, in grado di portare molte persone al seguito del rally sul territorio.  

Le prove speciali saranno 4 diverse da disputare due volte, da corrersi in due giorni, tra sabato 11 giugno e domenica 12, per una distanza competitiva di 61,580 chilometri sui 352,570 totali. Saranno tutte nell’alta Valle del Bisenzio, 

La partenza sarà da Piazza del Mercato Nuovo in Prato, alle ore 16,00 di sabato 11 giugno, dopo la quale i concorrenti affronteranno le prime quattro “piesse”, per poi fare rientro a Prato per il riordinamento notturno a partire dalle ore 22,45. L’indomani, dalle ore 09,00, la sfida riprenderà per altre quattro fatiche cronometrate, con la bandiera a scacchi che sventolerà, sempre in Piazza del Mercato Nuovo dalle ore 15,25. 

Il quartier generale dell’evento sarà all’Art Hotel Museo, in viale della Repubblica, vicino al Casello autostradale “Prato Est” della A-11. Verifiche Tecniche e consegna documenti saranno alla Concessionaria Mazda, Volvo e Dr “Nuova 4M”, sulla tangenziale che da Prato porta ad Agliana e Pistoia. 

#CoppaCittàdiPrato2022 #rally  #rallystorici  #Prato  #SporteMotori  #PistoiaCorseSport #autostoriche  #Valbisenzio #motorsport  #passionerally


mercoledì 8 giugno 2022

IL 2° MASTER SHOW TERRA DEI PILOTI “MEMORIAL ANDREA MARINELLI” PRONTO AD ACCENDERE I MOTORI: LE VETTURE “N5” REGINE DELLA SCENA

La gara, in programma questo fine settimana nel circuito di asfalto nel comune di Vallefoglia (Pesaro/Urbino) sarà la terza prova del Trofeo N5 Italia ed ha confermata la validità del Trofeo N5 Open. 

L’organizzazione, che ha stabilito un montepremi che sfiora i 20mila euro, proseguirà a devolvere i proventi dell’evento in beneficienza.

Il programma dell’evento prevede tre giorni di motorsport, con drifting, vetture speciali e storiche esposte,  ed esibizioni con gli Ape.


08 giugno 2022 -

E’ la settimana, questa, del 2° Master Show Terra dei piloti “Memorial Andrea Marinelli”, in programma a Talacchio-Città di Vallefoglia (provincia di Pesaro/Urbino) organizzato congiuntamente da Team RCM e PRS Group.

la gara sarà un parterre privilegiato, quest’anno, riservata esclusivamente alle innovative vetture di classe N5, essendo inserita nel Trofeo N5 Italia, del quale sarà la terza prova dopo i rallies di Sanremo e Adriatico.


Non un rally “tradizionale” ma una competizione ad inseguimento, una sfida strutturata su più manche con due piloti in contemporanea sullo stesso tracciato fac-simile al celebre “Memorial Bettega”. Il format dell’evento ricalcherà comunque in ampia parte quello visto nella prima edizione del 2019, con una grande componente di spettacolo ed adrenalina, che non mancherà di soddisfare i palati “più fini”.

I MOTIVI SPORTIVI: TUTTI CONTRO IL TRENTINO RIGO, ARRIVA IL “BIG” RICCI
La classifica di campionato vede sempre più al comando il trentino di Borgo Valsugana Riccardo Rigo (NELLA FOTO SOPRA DI MASSIMO BETTIOL), che dopo il successo di Sanremo, con la sua Citroen DS3 si è riproposto pure sugli sterrati del Rally Adriatico, allungando (46 punti), con decisione sui diretti inseguitori Fabrizio Paris e Pietro Porro, entrambi fermi a 17 punti. Ci sarà da divertirsi, apprezzando pure argomenti tecnico-sportivi di spessore, come quello dell’arrivo di un “big” delle gare su terra tricolori, il bresciano Luigi Ricci, che debutterà con una N5 proprio in questa occasione, nel dettaglio una Renault Clio. Pietro Porro sarà della partita con la Toyota Yaris e l’emiliano Piergiorgio Bedini, anche lui alla prima gara in questa categoria, sarà al via con una Ford Fiesta. Roberto Camporese avrà una Citroen DS3, Andrea Dini pure lui una Fiesta e si attendono spunti spettacolari dalle due Volkswagen Polo di Lorenzo Camporese e Alessandro Scalia. Sarà una sfida accesa, dato dall’essere in una vera e propria arena  del motorismo e dato anche dal “plus” del Mastershow Terra dei Piloti, il montepremi, che sfiora i 20.000 €uro.

IL MONTEPREMI:

1. PREMIO: 1 vettura Toyota Yaris (valore 14mila euro), grazie alla partnership con Conti Corrado Compessori, PCM, Tauro Trasporti e Concessionaria Dini Motors di Sant’Angelo in Vado.

2. PREMIO: 1 moto Brix Stone 125 CC (valore 3500 euro), grazie alla partnership con Brunitura Lombardi e Cardellini Moto di Pesaro.

3. PREMIO: 1 completo “racing” di marca HRX, grazie alla collaborazione con l’Azienda piemontese e con Agostino Alberghino.

4. PREMIO: trofeo d’onore.

UN PROGRAMMA DI TRE GIORNI “A TUTTO GAS”
Non sarà solo competizione, il Master Show Terra dei Piloti, ma sarà un evento articolato su TRE giorni, con esibizioni di drifting, di Ape, con mostra di vetture storiche, tanto da essere definito una vera propria kermesse:

VENERDÌ  10 GIUGNO
20.00 Taglio del nastro
20.30-21.30 2* master show Terra dei piloti SHAKE DOWN
21.30-22.00 Special car e History car
22.00-23.00 Drifting
(Costo del biglietto 3 €uro)

SABATO 11 GIUGNO
15.00-16.00 2* master show Terra dei piloti PROVE DI QUALIFICA
16.00-17.30 Drifting
17.30-18.00 Special car e History car
18.00-18.15 Ape proto e prototipi
18.15-19.00 Drifting
19.00-20.00 2* master show Terra dei piloti GARA 1
20.00-20.30 Special car e History car
20.30-20.45 Ape proto e prototipi
20.45-22.00 Drifting 
(Costo del biglietto 7 €uro)

DOMENICA 12 GIUGNO
09.00-10.00 2* master show Terra dei piloti GARA 2
10.00-11.00 Drifting 
11.00-11.30 Special car e History car
11.30-11.45 Ape proto e prototipi
11.45-12.45 2* master show Terra dei piloti GARA 3
12.45-13.45 Drifting
13.45-14.15 Special car e History car
14.15-14.30 Ape proto e prototipi
14.30-15.30 2* master show Terra dei piloti SEMIFINALI
15.30-16.30 Drifting
16.30-17.15 2* master show Terra dei piloti FINALI / FINALISSIMA
17.15-17.45 2* master show Terra dei piloti PREMIAZIONI
17.45-18.15 Special car e History car
18.15-18.30 Ape proto e prototipi
18.30-19.30 Drifting 
(Costo del biglietto 10 €uro)

Bambini sotto a 12 anni INGRESSO GRATUITO;
Ingresso al Paddock gratuito


IL CALENDARIO DEL TROFEO N5 ITALIA
L’entourage di N5 Italia, in collaborazione con M33, ha dunque scelto questa gara per la quale certamente l’organizzazione è lusingata per essere affiancata a rallies importanti e di tradizione come il Rallye di Sanremo il Rally dell’Adriatico, il San Marino Rally (10 luglio), il Rally di Roma Capitale (dal 21 al 24 luglio), il Rally del Vermentino (18 settembre) ed il Trofeo ACI Como (23 ottobre).

L’organizzazione Team RCM, essendo una Associazione senza scopo di lucro, “forte” dei ben 150 volontari ad essa affiliati, devolverà tutti i proventi della manifestazione a scopo benefico.

#mastershowterradeipiloti #repartocorsemontefelcino #TrofeoOpenN5 #N5 #TrofeoItaliaN5 #teamrcm  #rally  #rallypassion  #fullgas #show  #marche  #vallefoglia  
#talacchio