domenica 24 ottobre 2021

AL 45° TROFEO MAREMMA VITTORIA PER TUCCI-FARNOCCHIA (SKODA FABIA R5 EVO)

Successo di adesioni e successo anche sotto l’aspetto sportivo, con una gara 

come al solito tirata e ricca di spunti tecnici e sportivi.

Il pilota di Venturina, affiancato per la prima volta dall’esperto Sauro Farnocchia, ha riscattato la sfortuna della passata edizione con una prestazione maiuscola, mentre il resto del podio è andato agli elbani Volpi-Maffoni (Skoda Fabia R5) ed a Ricaldone-Ceschino (VolksWagen Polo R5).

Performance d’effetto per il locale Francesco Paolini, dentro la top ten assoluta e primattore 

tra le vetture a due ruote motrici con la Renault Clio S1600.

Tra le vetture storiche il successo è andato al senese Valter Pierangioli con una Ford Sierra Cosworth. 

Follonica (Grosseto), 24 ottobre 2021 – Il livornese di Venturina Roberto Tucci, con al fianco l’esperto lucchese Sauro Farnocchia, su una Skoda Fabia R5 Evo hanno vinto oggi il 45. Trofeo Maremma, il classico appuntamento autunnale come al solito sempre partecipato ed avvincente. 

L’evento, organizzato da MaremmaCorse 2.0, valido per il Trofeo rally Toscano, oltre che per il Trofeo Rally di Zona per autostoriche, ha contato 110 iscritti, a conferma della grande stima di chi corre verso questo rally, uno dei più longevi in Italia.

Nove, in totale, le prove speciali previste, tre da ripetere tre volte, in un percorso ricavato dalla tradizione, che ha esaltato Tucci il quale, ben guidato da Farnocchia (con cui era al debutto) ha fornito una prestazione di alto profilo, condotta con autorità dalla seconda prova speciale rilevando al comando l’attesissimo Alessio Santini, con Susanna Mazzetti a destra sulla VolksWagen Polo R5, poi fermato da un incidente nel trasferimento per raggiungere la seconda prova, travolto da un’auto in manovra di sorpasso. 

Da quel momento in poi Tucci (che ha iscritto il proprio nome per la prima volta nell'albo d'oro della gara) ha saputo tenere ben salda in mano la situazione riuscendo a contenere i diversi attacchi che arrivavano soprattutto dall’elbano Andrea Volpi, con Maffoni, su una Skoda Fabia R5 non evoluta, il quale ha confermato il particolare feeling con le “piesse” maremmane. 

Ci è voluta l’ultima prova speciale, decretare il vincitore, l’attacco di Volpi si è fatto deciso proprio sul passaggio conclusivo della celebre “Marsiliana”, con il quale ha quasi azzerato il vantaggio che Tucci si era conquistato. Tucci ha infatti accarezzato per primo la bandiera a scacchi posta sul palco di arrivo allestito al Palagolfo per solo 1”7 sul rivale. 

Perfetto dunque Tucci, perfetto anche Volpi, ma esaltante pure l’alessandrino, follonichese di adozione, Matteo Ricaldone, tornato alle gare dopo due anni ed al debutto con la non facile VolksWagen Polo R5 gemella a quella di Santini. L’incognita della lunga pausa dalle gare e l’incognita anche del dover gestire la vettura tedesca con la quale approcciava per la prima volta non hanno messo in crisi Ricaldone, decisamente definibile “uomo partita”.  

Quarta piazza per l’altro locale Leopoldo Maestrini, con Eleonora Mori, alla seconda gara con la Citroen C3 R5. Hanno avviato la gara con cautela per poi terminarla in crescendo sia di sensazioni che di risultati parziali, anche loro meritandosi l’applauso. La top five è stata chiusa dal lucchese Alessio Della Maggiora  navigato da Favali, sempre gravitati nelle posizioni al sole della classifica. 

Prestazione sopra le righe, come consuetudine concreta quanto veloce per gli altri locali acclamatissimi, Francesco Paolini e Marco Nesti, ottavi assoluti nel bel mezzo della sfida delle top car di categoria R5 a trazione integrale, ed ovviamente vincitori tra le due ruote motrici, in un confronto popolato da grandi piloti. 


Un confronto frizzante quanto anche spettacolare pure tra le auto storiche dell’ultima prova disponibile del Trofeo Rally di terza zona (TRZ), con vittoria alla fine per il senese Valter Pierangioli, con Piazzini alle note su una Ford Sierra Cosworth. La vittoria del veloce pilota di Montalcino, anche trionfatore nel quarto raggruppamento, è arrivata dopo un serrato dualismo con il lucchese Giovanni Mori, con Frosini al fianco sulla BMW M3. Pierangioli ha sempre condotto in testa, ma l’altro gli è rimasto sempre alle costole, arrivando sotto la bandiera a scacchi divisi da pochi secondi, con ottimo terzo l’altro lucchese Mauro Lenci, in coppia con Ronny Celli sulla loro Peugeot 205 GTi, vettura certamente meno potente delle altre due che la hanno preceduta quindi meritevoli, Lenci ed il suo copilota, di applausi a scena aperta. Come applausi li ha presi certamente l’ebano Efisio Gamba, con la ancora meno potente Peugeot 205 1,6, condivisa con il fido Olla, quarti. Fuori di scena Gaspare Alessi e la sua Ford Sierra Cosworth, fermati da un guasto nel finale di gara quando gravitavano a ridosso del podio. Il secondo raggruppamento è andato nelle mani del tedesco Stoschek, con una Porsche 911, il terzo invece al pistoiese Adelchi Gasperetti con la Renault 5 Alpine.

 

ENI REWIND ANCORA AL FIANCO DELL’EVENTO

Anche per quest’anno il main sponsor della competizione è stato Eni Rewind, la società ambientale di Eni  che opera secondo i principi dell’economia circolare per valorizzare i terreni industriali, le acque e i rifiuti attraverso progetti di bonifica e di recupero efficienti e sostenibili. Per la società è una conferma della sinergia con il territorio e una rinnovata occasione per confermare il proprio impegno nelle attività di risanamento ambientale e di valorizzazione delle ex aree minerarie che hanno un forte valore identitario per la comunità locale. Un momento di partecipazione in cui Eni Rewind racconta agli stakeholder la visione strategica delle proprie attività anche per il recupero efficiente e sostenibile di risorse e asset.  


www.maremmacorse.com


#Rally #motorsport  #MaremmaCorse  #TrofeoMaremma2021 #Gavorrano  #Marsiliana #Capanne #TrofeoRallyToscano   #Follonica #EniRewind


Foto: Tucci e Farnocchia in azione (FOTO ALTERO LAZZERINI/AMICORALLY)


UNA NUOVA AVVENTURA PER ART MOTORSPORT 2.0: THOMAS PAPERINI NEL MONOMARCA GR YARIS RALLY CUP

Il programma, ideato insieme a Lion Motor Events, prevede la partecipazione alle ultime due prove del monomarca giapponese, quindi Modena il prossimo fine settimana ed il mondiale di Monza a novembre.

Soddisfazione anche per la scuderia che ha conquistato il secondo posto tra i sodalizi nella Coppa Rally di Zona. 

Questo fine settimana al via in Maremma con presenze di spessore.


23 ottobre 2021

Una nuova e stimolante avventura è all’orizzonte per ART Motorsport 2.0, in un palcoscenico di prim’ordine. Il progetto ruota intorno al giovane Thomas Paperini, recente vincitore del Rally Città di Pistoia e segnalatosi anche nella prima parte di stagione come uno dei migliori “under 25” del Campionato Italiano rally prima dello stop obbligato per un infortunio in allenamento.

La scuderia ha gettato le basi, insieme a Lion Motor Events per la partecipazione del giovane pilota pistoiese alle ultime due prove del Toyota GR Yaris Rally Cup, il primo monomarca al mondo ideato da Toyota, partito a luglio con il rally di RomaCapitale. Paperini, insieme al fido copilota Simone Fruini, sarà quindi al via del Rally Città di Modena, il prossimo fine settimana, per chiudere poi l’avventura all’ACI Rally Monza dal 18 al 21 novembre, un parterre esclusivo in quanto sarà l’ultima prova del Campionato del Mondo Rally.

“Thomas è un pilota giovane e valido – commenta Luca Artino, presidente della scuderia e primo ispiratore del progetto insieme a Jacopo Civelli  – merita quindi una chance in palcoscenici importanti e riteniamo che il Trofeo Toyota sia quello ad hoc per lui. Il programma prevede le ultime due gare del trofeo, con l’importante opportunità del mondiale a Monza e noi siamo felici che Thomas possa sfruttarla al massimo. Poi vedremo il da farsi per il 2022”. 

Intanto, proseguono le vibranti soddisfazioni per la scuderia, che alla resa dei conti della Coppa Rally di VI zona ha chiuso la stagione al secondo posto tra le scuderie, confermandosi sodalizio vivace, attivo e sempre al fianco dei propri affiliati, i quali evidentemente poi “ripagano” con l’impegno agonistico. 

QUESTO FINE SETTIMANA AL VIA IN MAREMMA

Presenze importanti al 45. Trofeo Maremma, questo fine settimana. Al via nella gara “casalinga” ci sarà Leopoldo Maestrini, in coppia con la vicentina Eleonora Mori, sulla Citroen C3 R5. Dopo la sfortunata parentesi di Pistoia, la coppia cercherà il pronto riscatto, pensando soprattutto che per il driver è appunto l’impegno sulle strade amiche. Al via in Maremma anche Bonuccelli-Luisotti, alla loro quinta gara di una stagione che li ha sempre visti a podio. Avranno per la seconda volta la Peugeot 106 Gruppo N, con la quale contano di dare continuità al secondo posto di classe ottenuto a Casciana Terme e, perche no, magari alzare l’asticella. 

Ci riprova poi Ronny Celli, a leggere le note al sempreverde Mauro Lenci, tra le vetture storiche, sulla Peugeot 205 GTI, stessa vettura che la coppia ebbe anche lo scorso anno in questa gara, terminata ai vertici assoluti contro avversari dotati di macchine di categoria superiore. 

#artmotorsport20  #rally  #motorsport  #rallypassion #racing #race #car #speed #cars #driver #wheels #drive #engine #road #sportscar #horsepower #sportscars #wheel #GRYarisRallyCup  #ThomasPaperini  #PaperiniFruini


NELLA FOTO: Paperini 


sabato 23 ottobre 2021

Il Rallye Elba a ”Auto e Moto d’Epoca” di Padova

La prolifica attività motoristico-sportiva dell’Automobile Club Livorno e ACI Livorno Sport in vetrina alla kermesse più importante d’Europa


LIVORNO, 23 OTTOBRE 2021 - Automobile Club Livorno e ACI Livorno Sport, visto il successo di visitatori e di consensi registrati l’anno passato in occasione della prima, storica partecipazione attiva alla kermesse, hanno deciso di concedere il bis anche nel 2021. Il contesto è offerto dalla prestigiosa passerella rappresentata dalla Fiera  “Auto e Moto d’Epoca” che ha aperto i battenti a Padova. Uno stand analogo a quello dell’anno passato, allestito in collaborazione con Saradecals di Mauro Parra, posizionato presso il Padiglione 5B e allestito all’interno di una vetrina di respiro internazionale: il più grande mercato di auto e ricambi d’epoca d’Europa, che rappresenta da anni l’appuntamento più importante per gli appassionati di motori e della più vasta cultura legata all’automotive. Un evento che coniuga bellezza, sogni e creatività e che non poteva non ospitare un ‘corner’ dedicato al Rallye Elba.

Attraverso questa significativa presenza, l’Automobile Club provinciale intende promuovere e veicolare il fascino intramontabile di una gara storica che rappresenta, per il territorio elbano, un’ambasciatrice imprescindibile sotto i profili sportivo, turistico ed economico. Soprattutto, alla luce dei numeri davvero da record registrati complessivamente sia per le edizione primaverile in versione ‘moderna’, sia per quella settembrina che lascia spazio alle vetture storiche: 229 iscrizioni, anche da molti paesi europei, per un numero di presenze totali transitate all’Elba (tra equipaggi, addetti ai lavori e appassionati) che si attesta intorno alle 7500 unità. 


Nello stand non passerà inosservata la collezione di merchandising: un’occasione imperdibile per gli appassionati di incrementare la propria collezione con gadget, abbigliamento e libri a tema. Veri e propri ‘must have’ per ogni amante dei tornanti elbani in chiave sportivo-motoristica. Novità dell’edizione 2021, è l’accordo stretto con il famoso brand norvegese d’abbigliamento HELLY HANSEN per la realizzazione di alcuni capi (una giacca, una polo e un maglione girocollo) sempre a marchio Rallye Elba. 
Altra ‘chicca’ per gli appassionati che approderanno fisicamente allo stand 2021 è l’esibizione in bella mostra di una spettacolare A112, ancora nella livrea originale con la quale ha affrontato la corsa elbana nel 1977, allora guidata dal driver Mauro Simontacchi. 

venerdì 22 ottobre 2021

VIA ALLE ISCRIZIONI PER IL 1° RALLY DI CHIUSDINO

Grande fermento, tanto interesse intorno alla nuova proposta di Jolly Racing Team e Laserprom 015, affiancati dall’entusiasmo dell’Amministrazione Comunale, che vede la gara come occasione importante per comunicare il territorio. 

Adesioni aperte sino al 10 novembre.

Chiusdino (Siena), 22 ottobre 2021 – Dalle ore 08,00 di ieri, giovedì 21 ottobre sono ufficialmente aperte le iscrizioni al  1° Rally di Chiusdino,  la nuova proposta di Jolly Racing Team e Laserprom 015 per il 20-21 novembre. 

In poche ore dall’apertura delle iscrizioni sono giunte già oltre dieci adesioni, “nell’aria” c’è dunque voglia di tornare in luoghi che per l’immaginario collettivo rallistico sono un’icona, un nome che evoca ricordi indelebili nel cuore e nella mente di appassionati ed addetti ai lavori.

Il periodo di accoglienza delle iscrizioni si allungherà sino alle ore 24,00 del 10 novembre.

La passione per le corse su strada ha portato gli organizzatori a ritrovare Chiusdino, luogo evidentemente “magico” per chi sa di rally, reso tale dal famoso “tornantino del terrazzo”, croce e delizia per i piloti, luogo di estasi per i cultori della speciali. E proprio la grande passione sportiva si è incontrata con il tanto entusiasmo da parte dell’Amministrazione Comunale di Chiusdino, che proprio con questo evento vuole dare un forte input all’immagine del territorio, un territorio carico di storia e conosciuto in tutto il mondo sia per l’abbazia cistercense, mèta di grandi flussi turistici, che per l’eremo di Montesiepi, ove è conservata la spada che, secondo la tradizione, Galgano Guidotti avrebbe infisso nella roccia in segno di rinuncia alla vita mondana.

Proprio l’Abbazia sarà lo scenario che potrà essere ammirato dall’area assistenza che servirà lo Shakedown, ed al vicino agriturismo “Terre di San Galgano” sarà ubicata la “permancence” dell’evento, ospitando la Direzione Gara, la segreteria, il centro accrediti per i team e la sala stampa. 

Saranno due, le prove in programma: a quella di Chiusdino (Km. 6,400) sarà affiancata un’altra classica del rallismo toscano, quella di Montieri (Km. 5,300), nella cui zona verranno organizzati i riordinamenti, mentre il service area sarà nella zona industriale di Valpiana. Le due prove saranno disputate tre volte: la distanza competitiva è di 35,100 chilometri sui totali 234,890.

Il 1° Rally di Chiusdino ospiterà anche il “4° Renault Rally Event”, organizzato in collaborazione con Emanuel Forieri, riservato alle inossidabili Clio Gruppo A e Super 1600.

PROGRAMMA MANIFESTAZIONE

Giovedì 21 ottobre 2021

Apertura iscrizioni

Mercoledì 10 novembre 2021

Chiusura iscrizioni

Sabato 20 novembre 2021

Distribuzione road book, targhe e numeri di gara, documenti sportivi ai Referenti dei Team Centro Accrediti c/o Agriturismo e Casale “Terre di San Galgano” Strada Comunale di San Galgano 15, Loc. San Galgano - Chiusdino (SI)

dalle ore 07:30 alle ore 17:00

Ricognizioni con vetture di serie

dalle ore 08:00 alle ore 12:00

Verifiche tecniche presso il parco assistenza

Sessione riservata ai concorrenti iscritti allo shakedown    dalle ore 11:30 alle ore 14:00

Per tutti dalle ore 15:30 alle ore 18:00

Shakedown (prima parte prova speciale “Chiusdino” – lunghezza km 03,00)

dalle ore 14:45 alle ore 18:00

Domenica 21 novembre 2021

Partenza prima vettura

Piazza 20 Settembre – Chiusdino (SI) ore 08:01

Arrivo prima vettura

Piazza 20 Settembre – Chiusdino (SI) ore 16:25

http://www.jollyracingteam.it/

#Rally #motorsport #RallyChiusdino2021 #Laserprom015  #JollyRacingTeam #Montieri  #Chiusdino #SanGalgano



mercoledì 20 ottobre 2021

PAVEL GROUP AL TROFEO MAREMMA: UNA SKODA FABIA PER ANDREA MAZZOCCHI

Un nuovo arrivo in squadra, alla sue terza esperienza con una trazione integrale dopo diverse stagioni con le trazioni anteriori. Al suo fianco, come copilota, Denise Manassero.

Al via anche la Clio R3 sulla quale tornerà, dopo tre mesi, Giulia Serafini.

Serravalle Pistoiese (Pistoia), 20 ottobre 2021 – Torna a gareggiare in Toscana, Pavel Group, questo fine settimana. L’occasione sarà il 45° Trofeo Maremma, una delle gare più longeve in Italia, ricca quindi di storia.

Per l’occasione la struttura pistoiese andrà a schierare una Skoda Fabia R5 che verrà affidata ad Andrea Mazzocchi, nuovo arrivo nelle fila del Team, affiancato da Denise Manassero.

Per Mazzocchi sarà la terza gara al volante di una vettura a trazione integrale dopo significative esperienze con le trazioni anteriori, Pavel Group metterà a sua disposizione tutta la propria esperienza acquisita in ambito anche internazionale per consentirgli una prestazione di alto livello in un plateau di concorrenti che si annuncia qualificato.

Al via anche la Renault Clio R3 della squadra, affidata nuovamente a Giulia Serafini, per l’occasione navigata (prima volta) da Massimo Moriconi. Per Serafini è il rientro alle gare dopo la sfortunata esperienza a Lucca lo scorso luglio, cercando quindi il riscatto tentando il successo in “rosa”. 

Il 45° Trofeo Maremma si avvierà sabato 23 ottobre, con la disputa dello shakedown sul classico tratto di Scarlino, mentre le sfide sono previste nell'intera giornata di domenica 24. La gara si articolerà su 9 prove speciali, i tre tratti  diversi di "Gavorrano – Eni Rewind" (8,04 km), "Capanne" (6,61 km) e "Marsiliana" (6,32 km) da ripetersi tre volte ciascuno, per 62,91 km complessivi, su un percorso totale di 250,95 km. Fulcro dell'evento sarà il “Palagolfo” di Follonica, che ospiterà il parco assistenza ed i riordini, oltre alle fasi di partenza, alle 08.01, e di arrivo, dalle 17.11.

FOTO: una Skoda Fabia di Pavel Group in azione

#PavelGroup  #motorsport  #rallypassion  #SkodaFabiaR5 #NewCar #racing #race #car #Rally #speed #cars #driver #wheels #drive #engine #road #horsepower #sportscars #wheel #TrofeoMaremma2021


CARTE SCOPERTE PER IL RALLY CITTA’ DI SCHIO: ECCO LE PROVE SPECIALI

Posticipata al 26 e 27 novembre, la competizione scledense ripropone un percorso ispirato alla tradizione, con ricordi importanti. Tre i tratti cronometrati diversi, da correre per due volte.

Schio (Vicenza), 20 ottobre 2021 – Da oggi carte scoperte per il 30° Rally Città di Schio. Previsto per il 26 e 27 novembre, il rally si presenta oggi con il percorso, tre diverse prove speciali da ripetere due volte in un tracciato disegnato da Power Stage, con la collaborazione dell’Automobile Club Vicenza, ispirandosi al passato.

Sarà l’edizione dei trenta anni di rally a Schio. Una tradizione, dunque, per le corse su strada del triveneto, per questa competizione che ha sempre tenuta alta la passione come pochi altri, peraltro ribadita anche lo scorso anno quando in piena emergenza sanitaria proprio il Rally a Schio fu una delle poche gare che in Italia ebbero la forza e la voglia di potersi disputare.

Si è dunque lavorato per dare all’evento un volto in parte rinnovato, cercando di coinvolgere al meglio possibile il territorio, per il quale il rally stesso vuole essere veicolo di promozione e di incentivo per l’indotto turistico/ricettivo.

Ecco i teatri delle sfide: 

PROVA SPECIALE N. 1-4 “SANTA CATERINA” - KM. 14,750

Si parla di storia del rallismo triveneto . . . Quest’anno offre una partenza inedita, da Valli del Pasubio verso Santa Caterina, un tratto utilizzato circa dieci anni fa. Dal famoso passaggio “della Chiesa”, si procede come nel 2020, quindi per affrontare i sei tornanti in sequenza per arrivare all’epilogo a Bosco di Tretto. E’ la “piesse” più lunga della gara.

PROVA SPECIALE N. 2-5 “PEDESCALA” – KM. 7,230

Una prova carica di storia, c’era già negli anni ottanta! E’ stata accorciata, rispetto al passato, di circa un chilometro per motivi logistici, ma rimane un “caposaldo” dal valore inestimabile.

PROVA SPECIALE N. 3-6 “TRESCHE’ CONCA” – KM.  5,870

La prova più corta della gara, utilizzata agli inizi della storia del Rally a Schio, che torna a grande richiesta soprattutto delle Amministrazioni Comunali dell’Altopiano. E’ una prova che avrà un significato particolare, quest’anno in quanto venne “scoperta” da Carlo Regretti, il Vice Presidente del Comitato Organizzatore che purtroppo è scomparso prematuramente lo scorso anno. A lui sarà dedicato un particolare trofeo riservato all’equipaggio che nei due passaggi da effettuare avrà segnato il tempo “più simile”. 

Il totale della distanza competitiva sarà di 55,700 chilometri sui 283,420 dell’intero percorso.


“MODERNO” E “STORICO”

Il 30° Rally Città di Schio, come già comunicato in precedenza, si sdoppia: oltre alla gara nazionale “moderna” avrà di nuovo al via, sarà la quinta volta, le auto storiche, tanto a ribadire appunto il forte legame con la tradizione delle corse su strada, poi come lo scorso anno avrà il suo svolgimento tra il venerdì 26 e sabato 27 novembre, lasciando libera la domenica sia per potersi godere il territorio che comunque per agevolare i rientri di piloti e squadre. Un format che lo scorso anno venne apprezza e che viene dunque riproposto con convinzione.


PARTENZE ED ARRIVI IMPORTANTI

Tornano le partenze e gli arrivi “importanti”. Dopo lo scorso anno in cui per l’emergenza sanitaria non si poté enfatizzare partenze ed arrivi, quest’anno si cambia marcia ed anzi, si cercherà di dare valore ai momenti salienti della gara: cerimonia di partenza “importante”, al venerdì 26, da Piazza Garibaldi a Schio, poi passerella esclusiva a Thiene, in Piazza Ferrarin al cospetto del maestoso castello, ed arrivo di nuovo a Schio, l’indomani, in Piazza Rossi. Tutte le “piesse”si svolgeranno nella giornata di sabato 27. 


PROGRAMMA DI GARA

APERTURA ISCRIZIONI

Martedì 26 ottobre 2021 

CHIUSURA ISCRIZIONI

Mercoledì 17 novembre 2021 

CONSEGNA ROAD BOOK

Sabato 20 novembre 2021: dalle 8.00 alle 12.00

Giovedì 25 novembre 2021: dalle 8.00 alle 12.00

Palasport “Livio  Romare” Schio (VI) - Viale dell’Industria

RICOGNIZIONI AUTORIZZATE

Sabato 20 novembre e giovedì 25 novembre 2021

dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 19.00

ACCREDITO EQUIPAGGI

Venerdì 26 novembre 2021 

dalle 08.00 alle 12.00

c/o Palasport “Livio  Romare” Schio (VI) - Viale dell’Industria

VERIFICHE TECNICHE

Venerdì 26 novembre 2021 dalle 09.00 alle 13.30

c/o Area Assistenza 

Palasport “Livio  Romare” Schio (VI) - Viale dell’Industria

SHAKEDOWN

Venerdì 26 novembre 2021 dalle 13.30 alle 16.30

PARTENZA 

Venerdì 26 novembre 2021 ore 18.30

SCHIO (VI) – Piazza Garibaldi 

ARRIVO

Sabato 27 Novembre 2021 ore 17.30

SCHIO (VI) – Piazza Rossi


Nella foto: Sossella-Nicola, i vincitori del 2020 (FotoSport)


A.S.D. PowerStage 

Via Zamenhof, 795 - 36100 Vicenza - 

Tel. 392 2125734  -  3425765061

segreteria@powerstage.it   enrico.tessaro@powerstage.it


https://www.rallycittadischio.it/ 

#Rally #motorsport  #rallypassion  #RallySchio2021 #PowerStage #Triveneto #Schio #Thiene  #trentaanni




UN ELENCO ISCRITTI A TRE CIFRE AL 45° TROFEO MAREMMA - 6° TROFEO MAREMMA STORICO

La gara della MaremmaCorse 2.0, in programma per questo fine settimana, 
ha vista confermata la stima dei piloti, che hanno risposto con entusiasmo alla chiamata.

Confermato il ritorno al Palagolfo, mentre il percorso prevede tre diverse prove da correre tre volte.

Notevole successo di adesioni per le auto storiche, presenti al via per il sesto anno.

Follonica (Grosseto), 20 ottobre 2021 – E’ di nuovo a tre cifre, l’elenco iscritti del Trofeo Maremma. Chiuso il periodo delle adesioni, la gara in programma per questo fine settimana, il 23 e 24 ottobre, si avvia dunque ad un’altra edizione di successo. 

L’evento, organizzato da MaremmaCorse 2.0, valido per il Trofeo rally Toscano, conta infatti ben 110 iscritti, suddivisi in 82 vetture “moderne”, 19 “storiche” (ultima prova del Trofeo Rally di terza zona) e 9 “All Stars”. Un plateau di nomi e vetture che produrrà certamente un confronto accesso e spettacolare sulle strade maremmane, prove speciali cariche di tradizione.
 
Il Trofeo Maremma targato duemilaventuno propone una sfida strutturata in nove Prove Speciali in totale, tre diverse da ripetere tre volte, disegnate su un percorso che guarda alla tradizione di uno dei rallies più longevi in Italia. Le prove speciali saranno: “Gavorrano-Eni Rewind” (Km. 8,040), “Capanne” (Km. 6,610) e “Marsiliana” (Km. 6,320) più o meno nella conformazione del 2020, con la “variante” interessante e certamente spettacolare proprio che riguarda quest’ultima prova, che avrà il suo termine su uno spettacolare dosso.  Sono 62,919 i chilometri di distanza competitiva sui 250,950 dell’intero percorso.


I caratteri dell’edizione 2021 prevedono la conferma della gara, al “Palagolfo”, dove sono previste partenza ed arrivo, oltre ad ospitare le verifiche tecniche ante-gara e il parco assistenza. 

Il Quartier generale della gara, con Direzione Gara, Segreteria e Sala Stampa, sarà invece al Camping Il Veliero”, facilmente raggiungibile dalla variante Aurelia mediante l’uscita “Follonica Nord”. 

I MOTIVI SPORTIVI: SANTINI FAVORITO, MA IN DIVERSI MIRANO IN ALTO
Ben 13 le “supercar” iscritte, le vetture della classe regina dei rallies nazionali, la R5 (motore 1600 cc. turbo, trazione integrale). Tra esse sicuramente vi sarà il vincitore  e comunque il podio completo. Difficile un pronostico, pur se favorito d’obbligo è Alessio Santini, recente vincitore del Rally a Casciana, usato come test di preparazione per la gara casalinga. Affiancato da Susanna Mazzetti avrà dunque tra le mani il volante della VolksWagen Polo GTi R5, con la quale la coppia conta di bissare l’alloro dell’oramai lontano 2015, quando corse con una Ford Fiesta. A renderli la vita difficile un conterraneo, Leopoldo Maestrini, con alle note Eleonora Mori su una Citroen C3 R5. Reduci da un “città di Pistoia” sfortunato, vogliono certamente il riscatto e medita il “colpo grosso” invece l’elbano Andrea Volpi, con Maffoni, il quale torna sulla Skoda Fabia dopo la recente performance “storica” all’Elba, secondo assoluto. Aprirà le partenze Roberto Tucci, con Sauro Farnocchia al fianco su una Skoda Fabia R5 pure loro, con la quale cercheranno miglior fortuna che non le edizioni precedenti. Tra le strade amiche anche Matteo Ricaldone, con Fabio Ceschino su una Polo R5 cercherà la gara d’effetto, pur con l’incognita che il driver non corre da due anni. Attenzione anche al giovane lucchese Alessio Della Maggiora, visto brillante a Pistoia (terzo assoluto) ed in cerca di nuove soddisfazioni con al fianco Favali. Grandi aspettative poi da Fabio Pinelli, alla sua terza gara stagionale, stavolta con una Skoda Fabia (copilota Mancini), torna dopo poco più di un anno il pratese Bettarini (Skoda Fabia R5), si ripresenta il fiorentino Marco Cavalieri (Skoda Fabia), ed anche il lucchese Mario Lazzareschi ci riprova per la seconda volta con una Fabia R5 pure lui. Completano il plateau “top” il veneto Ceccato (Peugeot 208 R5), il giovane livornese Tanozzi ed anche Mazzocchi, tutti con una Fabia pure loro. 
Sfida interessante tra due “kit”  decisamente “muscolose, la Peugeot 306 maxi dell’alessandrino Andrea “Zippo” Zivian, neo Campione Europeo rally storici nel terzo raggruppamento, ed il pistoiese Gianni Lazzeri, con una Renault Clio Kit e frizzante sarà anche il confronto tra le Super 1600, vetture decisamente inossidabili quanto performanti. Farà gli onori di casa Emanuel Forieri, l’ex motocrossista lombardo Ivan Garuti cercherà il colpo a sorpresa, Francesco Paolini punta assai in alto e pure Mauro Zurri ha voglia di farsi sentire nella mischia. Tutti avranno una Renault Clio S1600, quindi armi pari.
Voglia di grandi performance anche per il laziale Roberto Di Giulio, con la Peugeot 208 R2, con una 208 Rally4 si prenseta al via l’eclettico Stefano Sinibaldi e farà il suo rientro la lucchese Giulia Serafini, con una Renault Clio R3, con la quale darà certamente filo da torcere a diversi colleghi uomini. 
Tra le vetture storiche è atteso ad una gara maiuscola, dato il suo valore, il senese di Montalcino Valter Pierangioli, con una Ford Sierra Cosworth. A cercare di dargli contrasto Gaspare Alessi, con una Sierra ma a trazione integrale, e pensa in grande anche il livornese Riccardo Mariotti, anche lui con una Sierra a due ruote motrici. Pensa ad una gara d’effetto certamente il lucchese Giovanni Mori (BMW M3), che nella corsa del TRZ nel recente passato ha già vinto e stavolta, affiancato da Frosini vuole riproporsi. Una Lancia Delta integrale, invece, per l’altro senese (di Montalcino pure lui) Nicolò Fedolfi, e certamente l’altro lucchese Mauro Lenci si pone in lizza per i vertici sfruttando l’agilità della sua meno potente Peugeot 205 GTI

ENI REWIND ANCORA AL FIANCO DELL’EVENTO
Anche per quest’anno il main sponsor della competizione sarà Eni Rewind, la società ambientale di Eni  che opera secondo i principi dell’economia circolare per valorizzare i terreni industriali, le acque e i rifiuti attraverso progetti di bonifica e di recupero efficienti e sostenibili. Per la società è una conferma della sinergia con il territorio e una rinnovata occasione per confermare il proprio impegno nelle attività di risanamento ambientale e di valorizzazione delle ex aree minerarie che hanno un forte valore identitario per la comunità locale. Un momento di partecipazione in cui Eni Rewind racconta agli stakeholder la visione strategica delle proprie attività anche per il recupero efficiente e sostenibile di risorse e asset.  

L’organizzazione tiene a sottolineare che, seguendo le normative governative e federali per il contenimento dell’epidemia da Covid-19, per la gara NON sono previste zone specifiche per il pubblico al fine di evitare assembramenti di persone.

PROGRAMMA DI GARA

SHAKEDOWN
sabato 23 ottobre 2021 
c/o SP 84 Scarlino (GR) dalle 14:00 alle 18:00

PARTENZA PRIMO CONCORRENTE
domenica 24 ottobre 2021
c/o Palagolfo Via Raffaello Sanzio - Follonica (GR) h 08:01

ARRIVO GARA E PREMIAZIONI
domenica 24 ottobre 2021
c/o Palagolfo Via Raffaello Sanzio - Follonica (GR) h 17:11



#Rally #motorsport  #MaremmaCorse  #TrofeoMaremma2021 #Gavorrano  #Marsiliana #Capanne #TrofeoRallyToscano   #Follonica #EniRewind

Foto: Alessio Santini in azione (foto di Sonia Ferrari)




martedì 19 ottobre 2021

ENGINE SPORT AL TROFEO MAREMMA: TORNA GIULIA SERAFINI

Nuovo impegno, stavolta nella bassa Toscana, per la scuderia pistoiese, che lo scorso fine settimana ha trovato anche soddisfazioni sugli sterrati marchigiani con la copilota Miriana Gelasi, nona assoluta al fianco del sammarinese Vagnini.

Pieve a Nievole (Pistoia), 19 ottobre 2021 – Sarà presente al Trofeo Maremma, la scuderia Engine Sport, questo fine settimana, a Follonica (Grosseto).

Alla 45^ edizione di una delle gare più amate non solo in Toscana, il sodalizio presieduto da Giulia Serafini porterà in gara proprio lei, con una Renault Clio R3 di Pavel Group, affiancata da Massimo Moriconi. Sarà la prima volta insieme e Serafini torna alle corse dallo scorso luglio, quando partecipò alla Coppa Città di Lucca. 

Al via a Follonica vi sarà anche Claudio Ciampi, con copilota Leonardo Raffaelli su una Peugeot 106 gruppo A. Per Ciampi sarà la seconda gara dopo aver corso il Rally di Reggello a settembre scorso, gara che segnò il suo ritorno agonistico dopo ben cinque stagioni di stop, peraltro terminata con un terzo posto di classe. L’obiettivo di Ciampi è dunque dare continuità alla prestazione fornita in terra fiorentina.

Soddisfazioni anche sugli sterrati, per ENGINE SPORT: sabato scorso, al 14. Rally delle Marche (a Cingoli, Macerata), prima prova del Challenge Raceday Rally Terra, la giovane e brava copilota Miriana Gelasi, alla sua terza esperienza in una “supercar”, ha conquistato la nona posizione assoluta leggendo le note all’esperto sammarinese Jader Vagnini su una Skoda Fabia R5 del Team Munaretto.

Foto: Giulia Serafini in azione (foto Amicorally)

#enginesport  #motorsport  #rallypassion  #racing #race #car #speed #cars #driver #wheels #drive #engine #road #horsepower #sportscars #wheel #TrofeoMaremma2021



lunedì 18 ottobre 2021

DE BELLIS CHIUDE LA COPPA ITALIA GT CON IL “BRONZO”

L’ultima gara della stagione GT, al Mugello, ha confermato il pistard lucchese ai vertici della categoria, pur dovendosi costantemente confrontare con vetture più potenti della sua.


Lucca, 18 ottobre 2021 – E’ la medaglia di bronzo, quella che Riccardo De Bellis, si è messa al collo per la Coppa Italia GT, il cui emozionante finale stagionale si è consumato lo scorso fine settimana all’Autodromo del Mugello.

Paradossalmente, il pilota lucchese, presidente e primo portacolori di DB Motorsport, con la sua Porsche 991 GT3 Cup gommata Michelin, nella gara che si potrebbe definire “casalinga” non ha avuto fortuna. Fortuna intesa per come si sono presentate le condizioni meteorologiche: avrebbe auspicato la pioggia, condizioni meteo “proibitive” per sopperire al gap di potenza contro le vetture avversarie, ma purtroppo il week-end all’autodromo di Scarperia ha offerto piacevoli giornate di sole.

Buone le qualifiche, comunque, ottime le sensazioni sentite nel determinare le posizioni alla griglia di partenza e buone anche entrambe le gare: la prima ha scaturito una decisa vittoria di classe ed un quarto assoluto, la seconda pure una nuova vittoria di classe ed il terzo assoluto.

Dunque, campionato andato in archivio con il terzo gradino del podio, conferma dell’essere stato uno dei mattatori della stagione tricolore nonostante si sia sempre trovato a confrontarsi con vetture di categoria superiore che, quando trovano le condizioni ottimali, è palese che abbiamo la meglio, se non altro per la sensibile differenza di potenza.

RICCARDO DE BELLIS: “Campionato finito sul podio in terza posizione, nulla da recriminare, abbiamo fatto il meglio, io in macchina e la squadra, sempre perfetta, che mi ha sempre fornito il massimo del supporto ed una macchina estremamente competitiva ed affidabile. Nei circuiti molto guidati e meno veloci, oppure nei veloci ma sul bagnato, potevamo difendere e/o attaccare, stavolta, quando avrei voluto il peggiore tempo possibile, si è corso con 18 gradi e sole, i 150/170 cavalli in più dei miei avversari erano impossibili da attaccare, ci ho provato fino alla fine come è nello spirito dell’intero Team, ma sono anche contento e fiero di quello che abbiamo ottenuto, tra cui gli applausi dei commissari percorso ad ogni giro di rientro di ogni gara, spettacolo ne abbiamo regalato! Un grazie al team ZRS ed ai suoi tecnici, a Bardahl Italia per il sempre importante sostegno e un grazie a tutti coloro che durante la stagione ci hanno seguiti in questa bellissima avventura”.

Nella foto: De Bellis in azione (di Actualfoto)

#RiccardoDeBellis  #Porsche  #DBMotorsport  #ZRS  #Michelin  #CoppaItaliaGT #racing #race #car #speed #cars #driver #wheels #drive #engine #track #sportscar #horsepower #sportscars #wheel #MugelloCircuit



GIANLUCA TOSI AL GRAN FINALE DELLA IRCUP DI BASSANO

Il pilota reggiano, portacolori di Movisport, con al fianco Alessandro Del Barba, questo fine settimana firmerà la propria presenza all’ultimo atto della stagione nel tentativo di salire sul podio assoluto finale.

Reggio Emilia, 18 ottobre 2021 – Ultimo impegno stagionale ufficiale della stagione IRCup per Gianluca Tosi, che nel week-end che sta arrivando, sarà impegnato al 38° Rally Città di Bassano, in provincia di Padova.

Il pilota di Castelnuovo Monti, portacolori di Movisport, affiancato dal fido Alessandro Del Barba sulla consueta Skoda Fabia R5 di GIMA Autosport sarà al via della competizione padovana, che si annuncia come consuetudine assai partecipata di “nomi” con il chiaro intento di attaccare il podio assoluto del campionato. La coppia reggiana adesso si trova al quarto posto con 78 punti, con 19 punti di passivo dal terzo attualmente, il comasco Alessandro Re. Non vi è solo il tentativo del podio, per loro, ma anche la missione di difendersi da chi preme da dietro in classifica, che è a soli due punti, il temibile sloveno Avbelj.

Il 2021 di Tosi e Del Barba è stato sinora altisonante, con prestazioni di grande valore il Rally a Bassano lo hanno disputato due volte, la prima nel 2019 coincisa con un notevole sesto assoluto e lo scorso anno coinciso con un ritiro, attardato pesantemente da una foratura. Logico quindi pensare ad una voglia di riscatto per quanto anche vi sia il desiderio di finire il campionato nell’attico della classifica.

GIANLUCA TOSI: “Ed eccoci all’epilogo del Campionato. Una gara che non sarà assolutamente facile per diversi fattori, questa di Bassano, primo fra i quali proprio quello di correre su un percorso, come al solito ostico, selettivo ed infine gli avversari, che certamente saranno tanti, sicuramente anche “di nome” e ben forniti, che non lasceranno nulla in regalo a nessuno. Ma pure noi promettiamo battaglia, dobbiamo rifarci della delusione dell’anno passato e poi vogliamo con tutto il cuore, con tutte le nostre forze e tutta la nostra passione salire sul podio del  Campionato. Ci sarà da divertirsi, la “febbre” sarà alta, ma è bello così!”.

#TosiDelBarba  #Movisport  #GianlucaTosi #AlessandroDelBarba #Rally #Bardahl  #BardahlItalia #SkodaFabiaR5  #GimaAutosport #Rally #Motorsport #IRCUP #CRZ #ilcontadinovolante #RallyBassano2021 

Foto Mario Leonelli




FRANCESCO FANARI AL “MARCHE”: SFIORATA LA TOP TEN

Il pilota umbro è ripartito con buone indicazioni ma la fortuna non lo ha aiutato.

Soddisfacente il feeling con la VolksWagen Polo R5 di Step Five Motorsport gommata MRF, 

positiva la prima esperienza con al fianco Cristina Caldart.


18 ottobre 2021

E’ ripartita, lo scorso fine settimana l’attività sportiva di Francesco Fanari, in occasione del 14° Rally delle Marche, a Cingoli (Macerata), primo appuntamento del Challenge Raceday Rally Terra. Il pilota umbro era al via con  VolksWagen Polo GTi R5 (terza esperienza per lui con la “tedesca”) della squadra romana Step-Five Motorsport ed affiancato per la prima volta da Cristina Caldart, esperta copilota veneta.

La gara, pur fornendo indicazioni importanti scaturite da ogni parziale di gara (sei le prove speciali in programma), sotto l’aspetto cronometrico, non ha sortito il risultato cui si puntava per partire al meglio nell’avventura del campionato che si corre a cavallo delle due annate. Fanari e Caldart, infatti, hanno concluso il rally in 11^ posizione assoluta, risultato condizionato dai circa 30” persi durante la seconda prova speciale causa un’uscita di strada con la quale è stato anche danneggiato un tirante del retrotreno lato sinistro.

E’ stato proprio quel “fuori programma” a vincolare certamente il risultato pur se il resto di gara ha evidenziato ben altro livello, con riscontri cronometrici di vertice, quelli che senza l’errore iniziale avrebbero portato ad un piazzamento in zona podio. A tutto tondo, la gara di Fanari aveva diversi punti interrogativi, il primo riguardava il feeling con la Polo R5, peraltro dovendo usarla in un percorso molto veloce, poi l’utilizzo delle per lui nuove coperture MRF, rivelatesi estremamente performanti e, non ultima, la prima volta con al fianco la copilota veneta. 

Punti interrogativi che si sono trasformati in punti di forza dal primo via, che hanno poi fatto disputare l’intero rally con serenità quanto con grinta, ottimo punto di partenza per il prosieguo stagionale.

 “Vedo un bicchiere mezzo pieno – commenta Francesco Fanari – pur se il risultato finale non soddisfa del tutto. Ma vi sono diverse sfaccettature che si devono considerare: risalire in macchina dopo un po’ di tempo non è mai facile, poi se ci mettiamo il fatto che la gara era molto veloce e per contro devo ancora completare l’affinamento con la Polo, vettura eccezionale ma molto professionale da mettere a punto, ecco che posso ritenermi soddisfatto. Tolto l’errore iniziale, i tempi che riuscivamo a siglare erano costantemente di vertice, credo che un piazzamento da podio ci poteva stare. Ottime sensazioni con le per me nuove gomme MRF, decisamente performanti e spero di proseguire ad usarle, positiva anche la joint con Cristina Caldart, molto brava, per cui pur con un poco di amaro in bocca, vedo un orizzonte con il sole!”.

#FrancescoFanari #CristinaCaldart #FanariCaldart #VolksWagenPoloR5  #Rally #gravel  #StepFiveMotorsport  #Raceday #rallypassion  #terra #sterrato  #BalconedelleMarche#Cingoli #RallydelleMarche2021 #motorsport  

FOTO ZINI


ANDREA VOLPI TORNA “MODERNO”: AL TROFEO MAREMMA DI NUOVO SULLA SKODA FABIA R5

Dopo l’esaltante secondo assoluto al Rallye Elba Storico, il pilota di Portoferraio questo fine settimana torna sulla vettura boema affiancato sempre da Maffoni, con l’idea di migliorare il quarto posto dell’anno passato.

Portoferraio (Isola d’Elba, Livorno), 18 ottobre 2021- Ha ancora a mente l’esaltante secondo assoluto del Rallye Elba Storico del mese scorso, Andrea Volpi, e proprio “gasato” da quella cristallina prestazione “in casa” questo fine settimana, insieme al fido Michele Maffoni si prepara ad affrontare una nuova sfida, quella del 45° Trofeo Maremma, a Follonica, che disputerà con la “moderna” Skoda Fabia R5 di New Star3.


E’ la stessa vettura che lo scorso anno lo portò, alla competizione maremmana, a sfiorare il podio, in quarta posizione assoluta, conferma del notevole feeling che il portacolori della Proracing ha con il percorso di questa gara, una delle più longeve nel panorama nazionale.

Obiettivo dunque alzare l’asticella, per Volpi e Maffoni, che quest’anno con la Fabia R5 hanno già ottenuto tre piazzamenti da top ten, evidenziando con essa un feeling importante. 

IL COMMENTO DI ANDREA VOLPI: “Podio sfiorato lo scorso anno, per questo 2021 promettiamo battaglia per alzare l’asticella, avversari avvertiti! A parte le battute, sono felice di poter essere di nuovo al via del Trofeo Maremma, una grande gara, dove si sta bene come ospiti, dove si incontrano sempre dei competitor di alto livello, per cui spero, con il mio copilota, di poter fare bene. Certamente, siamo ancora “gasati” dal secondo posto del Rally storico all’Elba un mese fa, ma questa sarà un’altra storia. Non guido la Fabia dallo scorso luglio, ci sarà di rimettere insieme tutti gli incastri per guidarla al massimo possibile, certamente mi aspetto una schiera di avversari che avrà la nostra stessa idea. Sarà una gran gara, comunque!”. 

FOTO MASSIMO BETTIOL

#AndreaVolpi #MicheleMaffoni #VolpiMaffoni #ProRacing #Bardahl #BardahlItalia #motorsport  #rallypassion  #racing #race #car #speed #cars #driver #wheels #drive #engine #road #horsepower #sportscars #wheel #SkodaFabiaR5 #Rally #TrofeoMaremma2021 


domenica 17 ottobre 2021

I RALLIES TORNANO A CHIUSDINO:

IL 21 OTTOBRE IL VIA ALLE ISCRIZIONI 

DELLA PRIMA EDIZIONE DEL RALLY CHE NE PORTA IL NOME

E’ dalla fine anni novanta che una macchina da rally non torna in quella parte del territorio senese conosciuta in tutto il mondo per il passaggio del mondiale rally.

Le iscrizioni apriranno il 21 ottobre.

Chiusdino (Siena), 17 ottobre 2021 – I rallies tornano a Chiusdino dopo oltre venti anni. Un luogo “magico” per ogni appassionato delle corse su strada, un nome che evoca immagini degli anni ruggenti del rallismo mondiale e che in questo 2021 viene riproposto grazie a Jolly Racing Team, a Laserprom 015 e grazie anche allo stimolo arrivato dall’Amministrazione Comunale di Chiusdino, che proprio con un evento motoristico che va a rispolverare la grande storia sportiva vuole dare un incentivo all’immagine del territorio.

Ecco che nasce il 1° Rally di Chiusdino, in programma per il 20-21 novembre il quale prevede due prove speciali da ripetere tre volte, nel dettaglio quella celebre di Chiusdino, che va a riproporre il celebre tornante “con il terrazzino” divenuto un’icona mondiale, un simbolo per tutti gli appassionati ed addetti ai lavori che si interessano di rally. 

Saranno due, le prove in programma: a quella di Chiusdino (Km. 6,400) sarà affiancata un’altra classica del rallismo toscano, quella di Montieri (Km. 5,300), nella cui zona verranno organizzati i riordinamenti, mentre il service area sarà nella zona industriale di Valpiana. Le due prove saranno disputate tre volte: la distanza competitiva è di 35,100 chilometri sui totali 234,890.

Il primo momento ufficiale dell’evento sarà l’apertura delle iscrizioni, prevista per giovedì 21 ottobre, con chiusura mercoledì 10 novembre.

PROGRAMMA MANIFESTAZIONE

Giovedì 21 ottobre 2021

Apertura iscrizioni

Mercoledì 10 novembre 2021

Chiusura iscrizioni

Sabato 20 novembre 2021

Distribuzione road book, targhe e numeri di gara, documenti sportivi ai Referenti dei Team Centro Accrediti c/o Agriturismo e Casale “Terre di San Galgano” Strada Comunale di San Galgano 15, Loc. San Galgano - Chiusdino (SI)

dalle ore 07:30 alle ore 17:00

Ricognizioni con vetture di serie

dalle ore 08:00 alle ore 12:00

Verifiche tecniche presso il parco assistenza

Sessione riservata ai concorrenti iscritti allo shakedown dalle ore 11:30 alle ore 14:00

Per tutti dalle ore 15:30 alle ore 18:00

Shakedown (prima parte prova speciale “Chiusdino” – lunghezza km 03,00)

dalle ore 14:45 alle ore 18:00

Domenica 21 novembre 2021

Partenza prima vettura

Piazza 20 Settembre – Chiusdino (SI) ore 08:01

Arrivo prima vettura

Piazza 20 Settembre – Chiusdino (SI) ore 16:25

#Rally #motorsport #RallyChiusdino2021 #Laserprom015  #JollyRacingTeam #Montieri  #Chiusdino #SanGalgano


sabato 16 ottobre 2021

AL 14° RALLY DELLE MARCHE VITTORIA PER ANDREUCCI-BRIANI (Skoda Fabia R5)

Una gara dominata dall’inizio alla fine, utile training in viata dell’ultima prova tricolore di novembre ed anche utile banco di prova per lo sviluppo degli pneumatici, per il blasonato Campione garfagnino, che sotto la bandiera a scacchi ha regolato  il giovane bresciano Trevisani e l’esperto Luigi Ricci, arrivati a pari merito con quest’ultimo poi terzo per discriminante.
In gruppo N vittoria per lo sloveno Peljhan (Mitsubishi) e tra le due ruote motrici ha prevalso Roberto Daprà (Peugeot 208 R2).


Cingoli (MC), 16 ottobre 2021 –  Paolo Andreucci e Rudy Briani, su una Skoda Fabia R5, hanno vinto la 14^ edizione del Rally delle Marche, gara di apertura del Challenge Raceday Rally Terra, organizzata da PRS Group nella consueta location di Cingoli.

Una gara spettacolare, confortata da una bellissima giornata di sole, quella corsa oggi sugli sterrati del 
“tetto delle Marche”, che ha conosciuto il dominio del pluricampione garfagnino, arrivato a correre a titolo di test gomme, oltre che per preparare l’ultima prova tricolore su terra della Coppa Liburna, prevista ai primi di novembre.


Andreucci ha preso il comando della classifica dalla prima prova speciale senza mai più lasciarlo, vincendo quattro prove sulle sei disponibili e lasciandosi dietro un’accesa bagarre, decisamente anche spettacolare, sul filo dei secondi.

Alla fine, sotto la bandiera a scacchi il secondo gradino del podio lo hanno salito Jacopo Trevisani ed Andrea Marchesini, seconda gara con loro con la Skoda Fabia R5. Il giovane bresciano si è posto subito alle spalle di Andreucci con una certa autorità, per poi rischiare di vanificare tutto con un “lungo” durante la quarta prova, dovendo lasciare strada ai padovani, campioni uscenti del Raceday, Nicolò Marchioro e Marco Marchetti (Skoda Fabia R5).

Da quel momento in poi tra loro si è scatenato un acceso dualismo, con il classico “botta e risposta” dal quale alla fine è emerso Trevisani, che ha affrontato l’ambo di prove finali con estrema decisione e lucidità, la stessa che ha adottato il suo conterraneo, l’esperto Luigi Ricci, in coppia con Biordi su una Hyundai i20 R5. 

Già vincitore della gara tre anni fa, Ricci ha sfoderato una notevole progressione dopo un avvio stentato dovuto ad un’errata scelta di gomme, problema ovviato con una parte centrale e finale del confronto estremamente efficaci e spettacolari, andando peraltro a siglare il miglior tempo sull’ultima prova portandosi così al terzo posto, pari merito con Trevisani, ma vincolato dalla discriminante della prima prova speciale (dove aveva fatto il sesto tempo).

Quarto posto finale dquindi per Marchioro, che non ha comunque demeritato, confermandosi uomo di vertice, “bronzo” per l’inezia di soli nove decimi.

D’effetto anche la prestazione globale del francese Jean Philippe Quilichini, in coppia con Fabrice Gordon, alla fine quinti assoluti, penalizzati da una penalità di 10” pagata per una partenza anticipata (PS4). Sino ad allora il transalpino, vecchia conoscenza delle gare su terra italiane, aveva saputo salire sino al terzo posto, peraltro al debutto in questa gara. 

Sesto ha finito il ligure Andrea Maselli, sulla Hyundai i20 R5, condivisa con Milena Danese. Anche per Maselli una gara in progressione sia di riscontri cronometrici che si sensazioni alla guida della vettura sudcoreana.

Settima piazza finale per il piemontese Gianmarco Donetto, affiancato da Menchini (Skoda Fabia R5), subito efficaci nonostante il poco feeling con gli sterrati marchigiani e la loro conformazione, ottavo ha poi terminato il veneto Filippo Lorenzon, con Alice De Marco su una Ford Fiesta R5, gran finale di gara anche per loro, riuscendo a sopravanzare con il classico colpo di reni il sammarinese Jader Vagnini (Skoda Fabia R5), nono, per la prima volta affiancato dalla toscana Miriana Gelasi per quella che è stata una prestazione anche in questo caso in crescita da un avvio sottotono, per prendere ritmo. 

La top ten è stata poi firmata dai trentini Cobbe-Turco (Skoda Fabia R5), mentre il gruppo N è andato nelle mani del sempre concreto Sloveno, innamorato degli sterrati italiani, Darko Peljhan, con una datata ma efficace Mitsubishi Lancer Evo IX. Tra le due ruote motrici il migliore è risultato il trentino Roberto Daprà, con alle note Luca Guglielmetti, sulla Peugeot 208 R2, la vettura giusta per aver avuto ragione di una nutrita schiera di pretendenti, tutti validi interpreti delle “tuttoavanti”, specie i giovanissimi Fontana e Nerobutto. 

Tra i delusi della gara, sicuramente l’umbro Francesco Fanari, con Cristina Caldart per la prima volta al suo fianco: dopo un avvio a ridosso del podio, è stato costretto a rincorrere dalle retrovie dove era scivolato dalla seconda prova, con circa 30” persi per un’uscita di strada con la quale ha danneggiato un tirante del retrotreno sinistro della sua VolksWagen Polo R5. Ha poi proseguito per trovare il miglior feeling con la “tedesca”, finendo di poco fuori dalla top ten, undicesimo. 

FOTO: Andreucci-Briani (BY PHOTOZINI)

#rally #motorsport  #Marche  #RallydelleMarche2021  #Raceday  #chiterragode  #Cingoli  #PRSGroup  #gravel  #terra  #rallypassion

mercoledì 13 ottobre 2021

SFIDE “STELLARI” AL 14° RALLY DELLE MARCHE

La gara della PRS Group, evento di apertura del Challenge Raceday Rally Terra 2021-2022, 
propone tanti argomenti sportivi e tecnici, con oltre 20 “top car” al via.

Si riaccende la sfida tra Andreucci e Scandola, incalzati da diversi altri “nomi”.

Percorso in ampia parte rivisto e logistica confermata nella zona degli impianti sportivi di Cingoli.

Parte anche l’iniziativa “green”, progetto di Raceday avallato dalla Federazione, che consiste nel mettere a dimora una pianta per ogni iscritto al Campionato o per ogni iscritto alle quattro gare che ne fanno parte, qualora non iscritti al Challenge.


Cingoli (MC), 13 ottobre 2021 – Pronta allo start la 14^ edizione del Rally delle Marche, il 15 e 16 ottobre, il fine settimana che sta arrivando. Gara di apertura del Challenge Raceday Rally Terra, torna a proporsi, grazie all’impegno di PRS Group nella consueta location di Cingoli, da anni oramai una certezza per le gare su strada bianca.

La gara si presenta con alcune novità sullo svolgimento, prima fra tutte la disputa al sabato anziché la domenica, per rendere agevole il rientro di piloti e squadre verso i luoghi di provenienza. Notizie nuove anche sul tema del percorso, con due prove speciali diverse, di cui una inedita, da effettuare 3 volte, format che ricalca le edizioni passate ed a fronte di questo viene invece confermata la logistica del recente passato, con il quartier generale che rimane a Cingoli così come anche il Parco di Assistenza, previsto nella zona degli impianti sportivi, la partenza ed anche l’arrivo. Le due prove speciali saranno la “Castelletta” (PS 1-3-5  - km 10,090) e la “Valcarecce” (PS 2-4-6 - km 5,610): La prima di esse già effettuata in passato in questa conformazione, ricalca in buona parte la celebre prova “Dei Laghi” in senso inverso mentre l’altra non è mai stata effettuata in questa conformazione ed è la “piesse” “Colognola” del Rally Adriatico ma prevista in senso inverso. La lunghezza totale del percorso è di 215 km di cui 47 saranno di Prove Speciali. 


I MOTIVI SPORTIVI: SI RIPROPONE IL DUELLO ANDREUCCI-SCANDOLA
Oltre 20 le top car al via, le vetture di classe R5. Già questo dato può far pensare ad una sfida “calda”. Avranno rispettivamente il numero 1 ed il numero 2 sulle fiancate ed andranno a riproporre i loro duelli che hanno infiammato le corse di rally tricolori sino a quest’anno. Sono Paolo Andreucci (navigato da Briani) e Umberto Scandola, con al fianco il nipote Mattia, già pilota provetto e alla prima volta a legger le note. Andreucci avrà una Skoda Fabia R5, Scandola la Hyundai i 20 R5 e certamente saranno coloro che andranno ad infiammare le strade sterrate cingolane. 
Entrambi sono al via a Cingoli per preparare al meglio l’ultimo appuntamento tricolore su terra della Coppa Liburna, previsto ad inizio novembre sugli sterrati dell’entroterra pisano. 
Non sono soltanto loro, i “papabili” al successo, vi sono iscritti altri grandi interpreti delle gare italiane su strada bianca. A partire dal veneto Giacomo Costenaro, con Bardini (Hyundai i20 R5), a Nicolò Marchioro, affiancato dall’esperto Marchetti (Skoda Fabia R5), i campioni uscenti della serie Raceday, all’umbro Francesco Fanari, navigato da Cristina Caldart (prima volta insieme) che si ripresenta con una VolksWagen Polo R5. 
Pensano in grande anche il sammarinese Jader Vagnini, affiancato per la prima volta dalla toscana Miriana Gelasi (Skoda Fabia R5), il vicentino Simone Romagna, con Francesco Pinelli (Skoda Fabia R5), il bresciano Luigi Ricci (con Biordi, sulla Hyundai i 20), uno che sulle strade marchigiane si ispira sempre assai.
Da seguire con interesse anche il sanremese Andrea Maselli, di nuovo sulla Hyundai, con al fianco Milena Danese ed anche il bresciano Jacopo Trevisani, di nuovo alla guida della Skoda Fabia dopo la bella prestazione del “Valtiberina” in agosto. 
Il “sempreverde” trentino Luciano Cobbe, Il piemontese Donetto ed il veneto Piccolotto (tutti anche loro con la Fabia R5) completano il plateau di pretendenti di posti al sole dell’assoluta e sicuramente sarà da seguire la prestazione del romano Emanuele Silvestri, che dopo tante soddisfazioni nel gruppo N debutterà con una vettura della nuova categoria N5, una Citroen DS3. 
In gruppo N prenota il successo lo sloveno, innamorato degli sterrati italiani Darko Pelijan, al via con una Mitsubishi Lancer Evo IX, il quale si vedrà opposto al pratese Fabio Bolognesi (Mitsubishi Lancer Evo IX), all’aretino Stefano Marrini (Mitsubishi Lancer Evo IX) ed al laziale “Mattonen” (Mitsubishi Lancer Evolution).
Grandi manovre previste anche tra le vetture a due ruote motrici, con diversi pretendenti al successo: tra tutti si pone favorito per la vittoria il friulano, esperto terraiolo, Fabrizio Martinis (Peugeot 208 Rally4), ma attenzione anche ai varii  Roberto Daprà (Ford Fiesta Rally4), Fabio Battilani (Peugeot 208) e Nerobutto (Peugeot 208 Rally4). Da seguire anche il percorso formativo di Matteo Fontana, figlio di Corrado da anni protagonista del “tricolore” WRC, alla sua quinta gara in carriera (la seconda su sterrato), che affronterà con al fianco Nicola Arena su una Peugeot 208 R2.

L’INIZIATIVA “GREEN”
Non passerà certo inosservata la nuova iniziativa promossa dal Challenge Raceday Rally Terra per la sua stagione 2021-2022. E’ una proposta “green”, avallata con forte interesse ed entusiasmo dalla Federazione, la quale consiste nel mettere a dimora una pianta per ogni iscritto al Campionato Raceday o per ogni iscritto alle quattro gare che ne fanno parte, qualora non iscritti al Challenge.
L’iniziativa, sposata ovviamente da tutti gli organizzatori delle gare che compongono il campionato, si sposa assai bene con l’ispirazione che è sempre più forte verso l’ecosostenibilità da parte del motorsport, che proprio sul tema ha posto forte interesse con vetture da competizione che hanno sempre meno emissioni inquinanti.

Di ampia soddisfazione, sull’argomento, le parole arrivate dall’Amministrazione Comunale di Cingoli, la quale ha sempre posto particolare attenzione ai temi ambientali, promuovendo iniziative volte alla sensibilizzazione ed alla promozione di buone pratiche a tutela dell’ambiente. Il sindaco di Cingoli, dottor Michele Vittori ha commentato: “Abbiamo subito accolto la proposta avanzata da Pirelli e PSR Group di voler attuare delle azioni volte a compensare la Co2 emessa in occasione delle competizioni. I ragazzi rappresentano il nostro futuro, quindi è importante creare occasioni che li mettano a stretto contatto con la natura, perché solo conoscendola potranno rispettarla ed amarla. Realizzeremo un giardino botanico adiacente alla scuola secondaria di primo grado, con la fattiva collaborazione dei ragazzi guidati dagli insegnanti nonché dal Dirigente scolastico”.


PROGRAMMA DI GARA 

Venerdì 15 Ottobre
Ore 08,00/11,00  
Accrediti per Team presso Sala Consiliare, Cingoli (Mc)

Ore 08,00/12,00 e 14,30/18,30 
Verifiche Tecniche 

Ore 09,00/12,30 e 14,00/16,00 
Ricognizioni autorizzate (3 passaggi totali sulle Prove Speciali)
Ore 14,00/18,00 Shakedown

Sabato 16 Ottobre
ore 08,00  
Partenza (dal Parco Assistenza) 
ore17,00  
Arrivo e Premiazione in Piazza Vittorio Emanuele II, Cingoli (Mc)


FOTO SIMONE CALVELLI

#rally #motorsport  #Marche  #RallydelleMarche2021  #Raceday  #chiterragode  #Cingoli  #PRSGroup  #gravel  #terra  #rallypassion

 



martedì 12 ottobre 2021

ISCRIZIONI PROROGATE SINO AL 18 OTTOBRE AL 45° TROFEO MAREMMA - 6° TROFEO MAREMMA STORICO

La gara della MaremmaCorse 2.0 è in programma per il 23 e 24 ottobre 
ed allunga il periodo di accoglienza adesioni sino a lunedì prossimo.  

Confermato il ritorno al Palagolfo, mentre il percorso prevede tre diverse prove da correre tre volte.

Per il sesto anno saranno accettate anche le vetture storiche oltre alla passerella “All Stars”.


Follonica (Grosseto), 12 ottobre 2021 – Sono prorogate sino a lunedì 18 ottobre, le iscrizioni al 45° Trofeo Maremma, in programma il 23 e 24 ottobre. L’evento, organizzato da MaremmaCorse 2.0 ha ricevuto nella mattina odierna il benestare federale.
 
Il Trofeo Maremma targato duemilaventuno propone una sfida strutturata in nove Prove Speciali in totale, accogliendo per il sesto anno anche le vetture storiche oltre alla passerella “All Stars”, vetture di particolare interesse storico-sportivo. Nel dettaglio, le “piesse” saranno tre diverse da ripetere tre volte, disegnate su un percorso che guarda alla tradizione di uno dei rallies più longevi in Italia. 


Le prove speciali saranno: “Gavorrano-Eni Rewind” (Km. 8,040), “Capanne” (Km. 6,610) e “Marsiliana” (Km. 6,320) più o meno nella conformazione del 2020, con la “variante” interessante e certamente spettacolare proprio che riguarda quest’ultima prova, che avrà il suo termine su uno spettacolare dosso. 
Sono 62,919 i chilometri di distanza competitiva sui 250,950 dell’intero percorso.

I caratteri dell’edizione 2021 prevedono la conferma della gara, al “Palagolfo”, dove sono previste partenza ed arrivo, oltre ad ospitare le verifiche tecniche ante-gara e il parco assistenza. 

Il Quartier generale della gara, con Direzione Gara, Segreteria e Sala Stampa, sarà invece al Camping Il Veliero”, facilmente raggiungibile dalla variante Aurelia mediante l’uscita “Follonica Nord”. 

ENI REWIND ANCORA AL FIANCO DELL’EVENTO
Anche per quest’anno il main sponsor della competizione sarà Eni Rewind, la società ambientale di Eni  che opera secondo i principi dell’economia circolare per valorizzare i terreni industriali, le acque e i rifiuti attraverso progetti di bonifica e di recupero efficienti e sostenibili. Per la società è una conferma della sinergia con il territorio e una rinnovata occasione per confermare il proprio impegno nelle attività di risanamento ambientale e di valorizzazione delle ex aree minerarie che hanno un forte valore identitario per la comunità locale. Un momento di partecipazione in cui Eni Rewind racconta agli stakeholder la visione strategica delle proprie attività anche per il recupero efficiente e sostenibile di risorse e asset.  

L’organizzazione tiene a sottolineare che, seguendo le normative governative e federali per il contenimento dell’epidemia da Covid-19, per la gara NON sono previste zone specifiche per il pubblico al fine di evitare assembramenti di persone.


PROGRAMMA DI GARA

APERTURA ISCRIZIONI giovedì 23 settembre 2021
CHIUSURA ISCRIZIONI lunedì 18 ottobre 2021 (accordata proroga federale)

CONSEGNA ROADBOOK E ACCREDITI PER CONCORRENTI
Solo road book     
giovedì  21 ottobre 2021 dalle 19:30 alle 21:00 
c/o Maremma Corse 2.0 - Via del Commercio, Follonica (GR)
venerdì 22 ottobre 2021  dalle 08:30 alle 10:30

Accrediti concorrenti
venerdì 22 ottobre 2021 dalle 18:30 alle 20:30
sabato 23 ottobre 2021
(Priorità Partecipanti Shakedown)
dalle 08:30 alle 13:00 

RICOGNIZIONI AUTORIZZATE
3 passaggi venerdì 22 ottobre 2021  dalle 11:00 alle 19:00

VERIFICHE TECNICHE
sabato 23 ottobre 2021
c/o Palagolfo Via Raffaello Sanzio - Follonica (GR)
Partecipanti Shakedown
dalle 10:30 alle 13:00
Tutti gli altri dalle 14:00 alle 17:30

SHAKEDOWN
sabato 23 ottobre 2021 
c/o SP 84 Scarlino (GR) dalle 14:00 alle 18:00
PARTENZA PRIMO CONCORRENTE
domenica 24 ottobre 2021
c/o Palagolfo Via Raffaello Sanzio - Follonica (GR) h 08:01

ARRIVO GARA E PREMIAZIONI
domenica 24 ottobre 2021
c/o Palagolfo Via Raffaello Sanzio - Follonica (GR) h 17:11

IL PODIO DELL’EDIZIONE 2020:
1. Cavallini-Bugelli (Skoda Fabia R5) in 39'52.4; 
2. Burri-Cler (Volkswagen Polo R5) a 1.0; 
3. Roveta-Castiglioni (Skoda Fabia R5) a 6.4.


Foto di Altero Lazzerini



www.maremmacorse.com

#Rally #motorsport  #MaremmaCorse  #TrofeoMaremma2021 #Gavorrano  #Marsiliana #Capanne #TrofeoRallyToscano   #Follonica   #EniRewind

IL RITORNO IN GARA DI FRANCESCO FANARI: AL “MARCHE” PRENDE IL VIA IL “RACEDAY”

Il pilota umbro è pronto per partire al meglio per la nuova avventura, 

che affronterà di nuovo con la VolksWagen Polo R5  di Step Five Motorsport.

Per l’occasione sarà coadiuvato dall’esperta Cristina Caldart.


12 ottobre 2021

Dopo la pausa estiva riprende il Challenge Raceday  Rally Terra, per le sfide del 2021-2022, e Francesco Fanari, risponde presente alla chiamata, è pronto a tornare in gara. Il pilota umbro lo farà questo fine settimana in occasione del 14. Rally delle Marche, a Cingoli (Macerata), primo appuntamento della serie, che peraltro vinse due anni fa.

Fanari si presenta al via della gara marchigiana con alcune conferme ed una novità:  sarà sempre al volante della VolksWagen Polo GTi R5 (terza esperienza per lui con la “tedesca”), della squadra romana Step-Five Motorsport, quindi già due certezze, mentre la novità sarà quella dell’essere affiancato per la prima volta da Cristina Caldart, esperta copilota veneta, in luogo di David Castiglioni tenuto lontano da motivi personali. 

Dopo un periodo in chiaro-scuro, con due gare decisamente sfortunate, il “Valle del Tevere” ed il “Val d’Orcia” Fanari avrà come primo obiettivo il riprendere in mano l’argomento feeling con la vettura, oltre che doversi concentrare al massimo per avviare con il sorriso la nuova avventura del Campionato Raceday. 

La voglia di partire con la marcia giusta per il Campionato, per Fanari, in un contesto che si annuncia estremamente competitivo, avrà dunque il suo primo stimolo dal “Balcone delle Marche”, gara che ha già disputato otto volte, salendo per due occasioni sopra il podio, entrambe le volte al secondo posto (2014 e 2018). Giovedì prossimo Fanari e Caldart svolgeranno un test con la vettura da corsa, ciò per iniziare a regolare tutti gli equilibri ed i meccanismi necessari per provare a competere al meglio possibile.  

“Finalmente si torna in macchina, una macchina da corsa – commenta Francesco Fanari – il primo obiettivo sarà quello di impegnarsi al massimo per riprendere con la mente e con il cuore tutti gli equilibri necessari per competere contro avversari che certamente non mancheranno, oltre che registrarsi bene come equipaggio, visto che con Cristina Caldart corriamo insieme per la prima volta. La gara di Cingoli l’ho già disputata diverse volte, due di esse ho fatto il secondo assoluto . . .  è terra che mi piace, veloce, non troppo “rotta” ma si deve prestare attenzione perché comunque insidiosa, specie se dovesse piovere. Confido sulla collaborazione della squadra ed anche sull’esperienza della mia copilota per ripartire con lo spirito giusto e dare continuità di risultati in questa bellissima terra”.

Vi saranno novità sullo svolgimento del rally, prima fra tutte lo svolgimento al sabato anziché la domenica, per rendere agevole il rientro di piloti e squadre alla domenica. Notizia nuove anche sul tema del percorso, con due prove speciali diverse, di cui una inedita, da effettuare 3 volte, format che ricalca le edizioni passate ed a fronte di questo viene invece confermata la logistica del recente passato, con il quartier generale che rimane a Cingoli così come anche il Parco di Assistenza, previsto nella zona degli impianti sportivi, la partenza ed anche l’arrivo.

Queste le prove speciali della gara:

PS 1-3-5 “Castelletta” (km 10,090): Prova Speciale già effettuato in passato in questa conformazione e che ricalca in buona parte la prova “Dei Laghi” in senso inverso.

PS 2-4-6 “Valcarecce” (km 5,610): Valcarecce: prova mai effettuata in questa conformazione ed è la “piesse “Colognola” del Rally Adriatico effettuata in senso inverso.

La lunghezza totale del percorso è di 215 km di cui 47 saranno di Prove Speciali. 

#FrancescoFanari #CristinaCaldart #FanariCaldart #VolksWagenPoloR5  #Rally #gravel  #StepFiveMotorsport  #Raceday #rallypassion  #terra #sterrato  #BalconedelleMarche#Cingoli #RallydelleMarche2021 #motorsport  

FOTO MASSIMO BETTIOL




sabato 9 ottobre 2021

AL 14° RALLY DELLE MARCHE SI GUARDA AL “GREEN”

La gara della PRS Group, evento di apertura del Challenge Raceday Rally Terra 2021-2022, 

inaugura una nuova iniziativa promossa dal gestore del Campionato ed avallata con entusiasmo dalla Federazione.

Verrà messa a dimora per ogni iscritto al Campionato o per ogni iscritto alle quattro gare 

che ne fanno parte, qualora non iscritti al Challenge.

Cingoli (MC), 09 ottobre 2021 – Lo sport ha sempre dato sostegno al territorio che ospita ogni evento e con l’edizione di quest’anno il Rally delle Marche oltre confermare il proprio ruolo dell’essere veicolo di immagine dei luoghi sul “Tetto delle Marche” e incentivo per l’indotto ricettivo, alza l’asticella. 

L’asticella, la alza: la gara di PRS Group, in quella che sarà la sua 14^ edizione in programma per il 15 e 16 ottobre. Si alza con un’iniziativa “green”, promossa direttamente dal Challenge Raceday Rally Terra ed avallata con forte interesse ed entusiasmo dalla Federazione: il progetto consiste nel mettere a dimora una pianta per ogni iscritto al Campionato Raceday o per ogni iscritto alle quattro gare che ne fanno parte, qualora non iscritti al Challenge.

L’iniziativa, sposata ovviamente da tutti gli organizzatori delle gare che compongono il campionato, si sposa assai bene con l’ispirazione che è sempre più forte verso l’ecosostenibilità da parte del motorsport, che proprio sul tema ha posto forte interesse con vetture da competizione che hanno sempre meno emissioni inquinanti.

Di ampia soddisfazione le parole arrivate dall’Amministrazione Comunale di Cingoli, la quale ha sempre posto particolare attenzione ai temi ambientali, promuovendo iniziative volte alla sensibilizzazione ed alla promozione di buone pratiche a tutela dell’ambiente. Il sindaco di Cingoli, dottor Michele Vittori ha commentato: “Abbiamo subito accolto la proposta avanzata da Pirelli e PSR Group di voler attuare delle azioni volte a compensare la Co2 emessa in occasione delle competizioni. I ragazzi rappresentano il nostro futuro, quindi è importante creare occasioni che li mettano a stretto contatto con la natura, perché solo conoscendola potranno rispettarla ed amarla. Realizzeremo un giardino botanico adiacente alla scuola secondaria di primo grado, con la fattiva collaborazione dei ragazzi guidati dagli insegnanti nonché dal Dirigente scolastico”.

LE NOVITA’ SULLA GARA

Vi saranno novità sullo svolgimento del rally, prima fra tutte lo svolgimento al sabato anziché la domenica, per rendere agevole il rientro di piloti e squadre alla domenica. Notizia nuove anche sul tema del percorso, con due prove speciali diverse, di cui una inedita, da effettuare 3 volte, format che ricalca le edizioni passate ed a fronte di questo viene invece confermata la logistica del recente passato, con il quartier generale che rimane a Cingoli così come anche il Parco di Assistenza, previsto nella zona degli impianti sportivi, la partenza ed anche l’arrivo.

Ecco le “piesse” descritte nei loro caratteri salienti: 

Shakedown “Valcarecce” (km 2,600): Shakedown completamente inedito, in quanto mai effettuato in precedenza in questa conformazione. Il percorso interessa la parte iniziale della ps Valcarecce e lo start è previsto alla fine del borgo di Cà di Chiocco. E’ da prendere con molta attenzione, perché ricalca il tracciato della gara nel suo complesso. La sua collocazione è anche vicina al parco assistenza per eventuali interventi tecnici necessari sulle vetture.

PS 1-3-5 “Castelletta” (km 10,090): Prova Speciale già effettuato in passato in questa conformazione e che ricalca in buona parte la prova “Dei Laghi” in senso inverso.

PS 2-4-6 “Valcarecce” (km 5,610): Valcarecce: prova mai effettuata in questa conformazione ed è la “piesse “Colognola” del Rally Adriatico effettuata in senso inverso.

La lunghezza totale del percorso è di 215 km di cui 47 saranno di Prove Speciali. 


PROGRAMMA DI GARA 

Venerdì 15 Ottobre

Ore 08,00/11,00 Accrediti per Team presso Sala Consiliare, Cingoli (Mc)

Ore 08,00/12,00 Verifiche Tecniche 

Ore 14,30/18,30

Ore 09,00/12,30 Ricognizioni autorizzate (3 passaggi totali sulle Prove Speciali) 

Ore 14,00/16,00 

Ore 14,00/18,00 Shakedown

 Sabato 16 Ottobre

ore 08,00 Partenza (dal Parco Assistenza) 

ore17,00 Arrivo e Premiazione in Piazza Vittorio Emanuele II, Cingoli (Mc)



#rally #motorsport  #Marche  #RallydelleMarche2021  #Raceday  #chiterragode  #Cingoli  #PRSGroup  #gravel  #terra  #rallypassion